Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Mono è un'infezione a trasmissione sessuale? 14 cose da sapere

Mono è un'infezione a trasmissione sessuale? 14 cose da sapere

0
30

coppia sdraiata a letto insieme

È?

Tecnicamente sì, la mono può essere considerata un'infezione a trasmissione sessuale (STI). Ma ciò non significa che tutti i casi di mono siano STI.

La mononucleosi mono o infettiva, come si potrebbe sentire dal suo medico, è una malattia contagiosa causata dal virus Epstein-Barr (EBV). EBV è un membro della famiglia dell'herpesvirus.

Il virus può essere trasmesso attraverso il contatto sessuale, ma molto spesso viene trasmesso attraverso la saliva. Ecco perché molte persone l'hanno soprannominata "malattia del bacio".

Ma è più complesso di quanto sembri.

Aspetta, cosa vuoi dire con il virus trasmesso sessualmente?

Bene, l'EBV di solito viene trasmesso attraverso fluidi corporei – come la saliva, il sangue e, avete indovinato, le secrezioni genitali. Ciò significa che se stai facendo sesso senza preservativo, il virus potrebbe essere trasmesso da una persona all'altra.

Come viene solitamente trasmesso il virus?

Il sesso senza preservativo non è l'unico modo in cui il virus viene trasmesso.

È più comunemente trasmesso attraverso la saliva, attraverso il bacio, la condivisione di cibi o bevande, la condivisione di utensili o il contatto con giocattoli di bambini sciatti.

Si pensa che il virus sopravviva su un oggetto fino a quando l'oggetto rimane umido.

È comune?

Decisamente. Si stima che tra l'85 e il 90 percento degli adulti americani sviluppino anticorpi contro il virus all'età di 40 anni, il che significa essenzialmente che sono entrati in contatto con il virus ad un certo punto della loro vita.

Il virus è di solito contratto nella prima infanzia, nell'adolescenza o nella prima età adulta.

Tuttavia, avere l'herpes labiale (un'altra variante dell'herpes nota come HSV-1) da bambino non significa avere EBV. Le diverse varianti non si escludono a vicenda.

Come fai a sapere se ce l'hai?

Questo dipende da quando lo contraete.

Da bambino, i sintomi del virus potrebbero non essere distinguibili da un lieve raffreddore o potrebbero non esserci affatto sintomi.

I sintomi tipici del virus tendono a manifestarsi negli adolescenti o nei giovani adulti.

Riesci a trasportare il virus e non hai mono?

Certamente puoi. Il virus stesso è generalmente asintomatico, mentre le malattie che può causare in genere causano sintomi evidenti.

Ciò significa che qualcuno che ha un'infezione da EBV asintomatica può inconsapevolmente trasmettere il virus ad altri. Questo potrebbe spiegare perché è così comunemente trasmesso.

C'è qualcosa che puoi fare per prevenire il mono?

Ci sono alcune cose che puoi fare per prevenire la contrazione o la trasmissione del virus che causa la mono.

Tutto quello che devi fare è evitare di condividere cibo, bevande, utensili o baci. Semplice vero?

Realisticamente, la cosa migliore che puoi fare per prevenire il mono stesso è evitare uno stretto contatto con chiunque sia malato.

Ciò è particolarmente vero per chiunque possa tossire o starnutire.

Adottare misure per migliorare la salute e il benessere generale può anche fornire una spinta al sistema immunitario, rendendo il corpo più attrezzato per gestire il virus.

Ad esempio, mangiare cibi nutrienti, dormire a sufficienza (in genere dalle 6 alle 8 ore a notte) e rimanere attivi può avere un impatto positivo.

Come fai a sapere se hai mono?

Potrebbero verificarsi sintomi simili al freddo. Questo può includere:

  • stanchezza o affaticamento
  • febbre
  • gola infiammata
  • linfonodi ingrossati nel collo
  • eruzione cutanea
  • mal di testa
  • dolori muscolari
  • appetito ridotto
  • macchie sul retro della gola

Come viene diagnosticata la mono?

I sintomi mono sono spesso simili ai comuni sintomi del raffreddore, quindi può essere difficile per i medici diagnosticare la condizione sulla base dei soli sintomi.

Mentre alcuni medici possono fare un'ipotesi istruita, il mono è in genere confermato attraverso test di laboratorio. Il medico può raccomandare un test con anticorpi eterofili o test monospot.

Sebbene questi test siano generalmente accurati, è possibile ricevere un falso negativo eseguendo il test troppo presto dopo l'infezione.

Come viene trattato il mono?

Il trattamento dipende in definitiva dalla gravità dei sintomi.

Spesso è semplice come bere liquidi e riposarsi molto, quindi il corpo ha il tempo di distruggere il virus da solo.

Il medico può anche raccomandare farmaci da banco per ridurre la febbre e il gonfiore.

Nei casi più gravi, il medico può prescrivere corticosteroidi per aiutare a ridurre il gonfiore intorno alla zona della gola.

Un sintomo meno comune di mono è una milza ingrossata, nota come splenomegalia. In casi molto rari, la partecipazione a sport di contatto può causare la rottura della milza, che è un'emergenza potenzialmente letale.

Per evitare ciò, i medici raccomandano di evitare gli sport di contatto per almeno 4 settimane dopo aver iniziato a manifestare sintomi o fino a quando non si riprende completamente.

Il mono è contagioso?

Certamente. Tuttavia, i ricercatori non hanno una risposta definitiva su quanto tempo contagioso il virus.

Ad esempio, alcune persone potrebbero non rendersi conto di essere malate fino a quando non iniziano a manifestare i sintomi. Questo può richiedere fino a 6 settimane dopo l'esposizione iniziale.

Una volta che compaiono i sintomi, possono durare da 2 a 4 settimane.

Alcuni ricercatori affermano che il mono può essere trasmesso per un massimo di 3 mesi dopo che i sintomi sono stati eliminati. Ma alcuni studi hanno scoperto che può essere trasmesso a un'altra persona per un massimo di 18 mesi.

Questo lungo periodo contagioso può essere un'altra ragione per cui il mono è così comune.

Quanto dura il mono?

Questo varia da persona a persona.

Mentre alcune persone possono sentire che i loro sintomi iniziano a placarsi dopo solo 7 giorni, altri possono sentirsi male per un massimo di 4 settimane.

Sebbene i sintomi della mono alla fine scompaiano, il virus stesso non è curabile.

L'EBV rimane generalmente dormiente nel corpo per il resto della tua vita. In alcuni casi, il virus può produrre un'infezione latente alla gola, ma una persona continuerà a rimanere in buona salute.

Puoi ottenere mono due volte?

Probabilmente no. La maggior parte delle persone ottiene mono solo una volta nella vita.

In rari casi, il virus può riattivarsi. In genere ci sono pochi o nessun sintomo quando ciò accade.

Ma può causare malattie nelle persone che hanno indebolito il sistema immunitario. Ciò include le persone che:

  • ha l'HIV o l'AIDS
  • potrebbe essere incinta
  • ha avuto un trapianto d'organo

In casi estremamente rari, il mono può portare a un'infezione cronica da EBV attiva, in cui le persone manifestano sintomi persistenti.

Qual è la linea di fondo?

La mono è una malattia contagiosa comune. Sebbene possa essere classificato come STI, non è sempre così.

Più spesso, la malattia viene trasmessa attraverso la saliva e può essere contratta durante l'infanzia, l'adolescenza o l'età adulta.

Se pensi che potresti avere sintomi di mono, fissa un appuntamento con un medico o un altro operatore sanitario. Dovresti anche provare a bere più liquidi e riposare molto.


Jen è una collaboratrice del benessere di Healthline. Scrive e modifica per varie pubblicazioni sullo stile di vita e sulla bellezza, con linee guida presso Refinery29, Byrdie, MyDomaine e bareMinerals. Quando non digiti, puoi trovare Jen che pratica yoga, diffonde olii essenziali, osserva Food Network o chiacchiera una tazza di caffè. Puoi seguire le sue avventure a New York cinguettio e Instagram.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here