Gli e-scooter sono legali nel Regno Unito? – Muovi elettrico

0
49

Gli scooter elettrici tessono una controversa via di mezzo legale nel Regno Unito: ecco cosa devono sapere i proprietari…

Gli scooter elettrici sono in costante aumento negli ultimi anni in popolarità.

L’attrattiva degli e-scooter deve molto all’offrire un’alternativa più ecologica all’uso di un’auto o di una moto pur essendo meno fisici rispetto al ciclismo o alle passeggiate. Ma mentre è sempre più probabile che li trovi durante i tuoi viaggi, su marciapiedi, piste ciclabili e strade, dovrebbero essere lì?

Poiché i consigli selezionati hanno abbracciato le prove e i negozi e i rivenditori online hanno sempre più offerto in vendita e-scooter, i confini tra ciò che è legale e ciò che non è legale si sono offuscati.

Qui abbiamo raccolto le informazioni chiave che devi sapere sull’uso degli e-scooter nel Regno Unito, inclusi i dettagli su come puoi usufruire legalmente di questo mezzo di trasporto relativamente nuovo e sempre più popolare e quali sono i rischi se scegli di utilizzare uno al di fuori delle disposizioni previste dalla legge.

Gli e-scooter sono legali da acquistare e utilizzare?

I principali rivenditori online e di strada stanno promuovendo attivamente la vendita di e-scooter a causa della loro crescente popolarità, quindi probabilmente non sorprende sapere che è completamente legale acquistarne uno. Tuttavia, in modo cruciale, gli scooter di proprietà privata sono limitati per l’uso esclusivamente su terreni privati ​​con il permesso del proprietario del terreno. Attualmente è illegale utilizzare uno scooter elettrico di proprietà privata su marciapiedi, piste ciclabili o strade.

Secondo l’attuale legislazione del Regno Unito, gli e-scooter sono classificati come “trasportatori a motore” e come tali sono trattati allo stesso modo dei veicoli a motore, quindi marciapiedi e piste ciclabili sono rigorosamente vietati. A loro volta, per l’uso stradale, dovrebbero soddisfare gli stessi requisiti di auto e moto e avere la corretta revisione, tassa, assicurazione, licenza e tecniche di costruzione, cosa che attualmente è praticamente impossibile tecnicamente e finanziariamente.

E-scooter in città

Tuttavia, il governo sta consultando se modificare la legge per rendere legale l’uso degli e-scooter e dovrebbe emettere un verdetto nel marzo 2022.

Già, in numerosi paesi in tutto il mondo, gli e-scooter sono stati legalizzati e i rivenditori stanno facendo pressioni affinché il Regno Unito segua l’esempio. Un portavoce del gigante della vendita al dettaglio Halfords ha dichiarato a Move Electric: “Crediamo che gli e-scooter per uso privato dovrebbero essere legalizzati. Forniscono chiari vantaggi ambientali, aiutano le persone a migliorare il loro accesso ai viaggi e sono estremamente piacevoli da usare.

“Tuttavia, siamo un rivenditore responsabile e vogliamo vedere standard rigorosi sui limiti di velocità, dove vengono utilizzati e sulle caratteristiche di sicurezza, come i catarifrangenti. L’uso degli e-scooter dovrebbe essere allineato al Codice della Strada e alle regole che regolano le e-bike”.

E-scooter con persona che lo trasporta

Gli e-scooter sono legali?

Sì, ma attualmente solo tramite processi approvati dal governo e approvati dal consiglio. Questi includono schemi attualmente in corso in tutta l’Inghilterra fino a marzo 2022. Al momento, questi schemi sono l’unico modo per guidare uno scooter elettrico su suolo pubblico senza infrangere la legge e il loro uso include ancora una serie di restrizioni e regole. In primo luogo, devi avere più di 18 anni per assumerne uno.

Inoltre, devi avere il diritto di categoria Q sulla tua patente di guida. Se sei in dubbio sul fatto che tu abbia questo, vale la pena ricordare che una licenza britannica completa o provvisoria per le categorie AM, A o B include il diritto per la categoria Q.

Se poi noleggi un e-scooter, può essere utilizzato solo entro i limiti delle prove. Vale anche la pena leggere le scritte in piccolo, perché potrebbero essere applicate ulteriori restrizioni a seconda dell’area in cui ti trovi.

E-scooter fuori Richmond Park

C’è anche un limite di velocità massima di 15,5 mph, ma questo può essere ridotto fino a 8 mph in alcune aree. Spesso questi limiti vengono applicati tramite il monitoraggio, quindi l’e-scooter limiterà automaticamente la sua velocità massima, ma è bene essere a conoscenza delle regole da soli.

Devi anche avere un’assicurazione. Attualmente, gli operatori di noleggio di e-scooter lo forniscono di serie. È possibile utilizzare un e-scooter di prova su strada – anche se ad eccezione di strade più veloci, strade a doppia carreggiata e autostrade – e nelle piste ciclabili, ma non è necessario utilizzare un e-scooter sul marciapiede.

Le regole della strada sono diverse su uno scooter elettrico a noleggio?

Per gli utenti di scooter elettrici a noleggio valgono le stesse regole della strada di qualsiasi altro utente della strada. L’uso del telefono cellulare è vietato e guidare sotto l’effetto di alcol o droghe sarà perseguibile. Non è consentito trasportare un passeggero su un e-scooter e ci sono alcune restrizioni di peso che devono essere rispettate. Fare riferimento al locatario per i dettagli di questi perché possono variare.

Noleggio app per smartphone E-scooter

Come posso guidare legalmente un e-scooter?

Attualmente ci sono più di 50 paesi e città in tutta l’Inghilterra che partecipano a prove di e-scooter. Tuttavia, al momento non ci sono prove in Scozia, Galles o Irlanda del Nord. Le prove sono concentrate principalmente nelle aree urbane, dove si cerca di ridurre la congestione e l’inquinamento atmosferico causati dal numero di veicoli e di sostituire i viaggi brevi con soluzioni di trasporto più ecologiche.

Se nella tua zona è in corso una versione di prova, dovrai scaricare un’app e registrarti con un operatore. Quindi, una volta individuato un e-scooter libero (a cui l’app ti aiuterà a guidarti), segui le istruzioni sullo schermo. Finché soddisfi i requisiti per guidare, l’e-scooter verrà rilasciato e potrai iniziare la tua strada.

I prezzi di noleggio variano, ma in genere partono da £ 1 per sbloccare l’e-scooter e 15p al minuto successivo. Alcuni operatori offrono abbonamenti giornalieri, settimanali e mensili a pagamento, anche se spesso con limiti di tempo di corsa giornalieri.

Posso usare il mio e-scooter in un’area di prova?

No. Lo scopo delle prove è stabilire quanto siano sicuri gli e-scooter, come possono integrarsi nell’attuale sistema di trasporto e, in definitiva, decidere se hanno un ruolo praticabile da svolgere in un futuro panorama dei trasporti che include la micro-mobilità. Pertanto, gli e-scooter di prova ufficiali sono monitorati e georeferenziati per impedire loro di lasciare determinate aree e hanno restrizioni in atto per evitare cose come l’eccesso di velocità.

Le prove sono state istituite per consentire alle aziende che le gestiscono e alle autorità di monitorare chi le utilizza, per quanto tempo vengono utilizzate, le distanze percorse e i comportamenti dei ciclisti, con l’obiettivo finale di avere dati sufficienti per decidere se devono essere o meno legalizzato. Questo semplicemente non può essere fatto con gli e-scooter di proprietà privata.

E-scooter con coppia

Quali sono i rischi se utilizzo il mio e-scooter su suolo pubblico?

Guidare il tuo e-scooter in pubblico ti metterà dalla parte sbagliata della legge. La legislazione del governo è chiara sui rischi, affermando: “Le sanzioni potenziali dipendono dalla natura e dalla gravità del reato e le condanne vanno da multe e punti di penalità all’interdizione dalla guida.

“Coloro che utilizzano i mezzi di trasporto a motore in modo pericoloso o sotto l’effetto di alcol o droghe possono essere condannati anche per reati che portano alla reclusione. Si applicano anche le infrazioni relative allo standard di guida e all’eccesso di velocità”.

Vale anche la pena notare che il tuo e-scooter potrebbe essere sequestrato in modo permanente – una punizione considerevole in sé, dato che i prezzi in genere partono da £ 300 e salgono a £ 1000.

Dopo l’avvio delle prove a Londra, il sovrintendente capo Simon Ovens del Metropolitan Police Service ha sottolineato che le prove non porterebbero a un’ulteriore clemenza nei confronti dei proprietari privati ​​che utilizzano l’e-scooting su suolo pubblico: “La polizia metropolitana è lieta di sostenere questo processo per consentire il governo di essere informato su come questi e-scooter potrebbero far parte della nostra infrastruttura di trasporto in futuro.

“Tuttavia, vorremmo ricordare a tutti che gli e-scooter privati ​​utilizzati al di fuori di questo processo rimangono illegali e saranno trattati mediante sequestro”.

Ufficiale di polizia che parla con il pilota di e-scooter

Cosa riserva il futuro per gli e-scooter?

Gli attuali studi dovrebbero concludersi nel marzo 2022, essendo stati posticipati a causa della pandemia di Covid-19.

Rimane incerto in quale direzione andrà la consultazione, anche se la maggior parte degli esperti si aspetta che il Regno Unito segua l’esempio di altri paesi europei e consenta l’uso di e-scooter noleggiati con rigide normative in materia di sicurezza e assicurazione. È stata anche ipotizzata la possibilità di un test di valutazione dell’e-scooter.

Non è chiaro se anche gli e-scooter di proprietà privata saranno accolti o se la loro legalizzazione sarà ancora trattenuta come potenziale passo futuro se le prove degli scooter a noleggio continueranno ad andare bene.

Tuttavia, se qualsiasi tipo di e-scooter ottiene il via libera, ci sarà ancora del lavoro da fare per quanto riguarda la sicurezza, l’integrazione con il sistema di trasporto esistente e i cambiamenti nelle infrastrutture per ospitare gli e-scooter. Questi cambiamenti potrebbero richiedere tempo e ritardare la loro introduzione.

E-scooter che si dirige verso il percorso dell'autobus

Gli e-scooter dovrebbero essere legalizzati? Una vista da un produttore leader di e-scooter

Il più grande fornitore di noleggio attualmente operante nelle prove di e-scooter è Voi, che opera in oltre 70 città in 11 paesi. Ad oggi, riferisce di aver avuto più di sei milioni di utenti e di aver servito più di 70 milioni di corse. Nel Regno Unito ha 17 sedi e rivendica una quota di mercato del 60% delle corse attuali.

Abbiamo parlato con Jack Samler, direttore generale di Voi UK e Irlanda, per la sua opinione sulle prove attuali e su ciò che riserva il futuro agli e-scooter. “Il trentanove percento dei nostri utenti ci dice che stanno sostituendo i brevi viaggi in auto con e-scooter o e-bike”, ha affermato Samler. “Finora, stimiamo che i nostri motociclisti abbiano sostituito 2,4 milioni di brevi viaggi in auto e ridotto oltre 1300 tonnellate di emissioni di CO2.

“Attualmente, Bristol è tra le città più popolari in Europa per i viaggi in e-scooter, con oltre due milioni di viaggi effettuati e oltre 3,7 milioni di miglia percorse con gli e-scooter Voi dal lancio della sperimentazione nell’ottobre 2020, sostituendo una stima 790.000 brevi viaggi in auto”.

Donna che guida l'e-scooter in strada

Per quanto riguarda il futuro degli e-scooter nel Regno Unito, Samler ha aggiunto: “La nostra raccomandazione è che il Dipartimento dei trasporti garantisca condizioni di parità tra gli e-scooter condivisi e privati ​​in qualsiasi legislazione futura. “La legislazione che consente l’uso di e-scooter privati ​​dovrebbe includere disposizioni rigorose sull’assicurazione e sulle specifiche del veicolo come il peso e la velocità massimi”.

Per quanto riguarda la classificazione degli e-scooter su strada, ha affermato: “La nostra raccomandazione sarebbe che la legislazione primaria crei una nuova classificazione dei veicoli per coprire gli e-scooter che riconosca le differenze tra scooter e pedalate a pedalata assistita. Questa nuova classificazione è necessaria perché gli e-scooter sono diversi dalle biciclette e sono anche più sicuri e sostenibili dei veicoli a motore e quindi non dovrebbero essere regolamentati come quelli.

“La nuova classificazione dovrebbe rimuovere le normative vigenti che non hanno alcun impatto sulla sicurezza o sulla sostenibilità, come l’obbligo di patenti di guida provvisorie o complete”.

Per tutte le ultime recensioni, consigli e offerte per nuove auto, iscriviti a suoggi newsletter qui

.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here