Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Seni dopo l’allattamento: come cambiano e cosa puoi fare

Seni dopo l’allattamento: come cambiano e cosa puoi fare

0
3

illustrazione genitori che allattano
Illustrazione di Alyssa Kiefer

La gravidanza e l’allattamento al seno possono portare grandi cambiamenti nella tua vita e nel tuo seno. Non solo il tuo seno può cambiare dimensione, forma e sensibilità, ma potresti anche sentirti in modo molto diverso quando è chiamato a svolgere il suo compito come fonte di cibo primaria del tuo bambino.

Dal momento che diventare genitori cambia così tanto, potrebbe non sorprendere che il tuo seno dopo l’allattamento al seno possa a malapena assomigliare a quello pre-gravidanza. Detto questo, non tutti i cambiamenti sono drammatici e alcune persone potrebbero notare solo una leggera differenza nell’aspetto del loro seno.

Potresti scoprire che il tuo seno (e i tuoi capezzoli) sono più grandi, più piccoli, di dimensioni diverse, più morbidi, più pronunciati o una serie di altre descrizioni dopo aver finito di allattare.

Il tuo seno cambia dopo l’allattamento?

La risposta breve è “sì”, ma questi cambiamenti iniziano a verificarsi molto prima che arrivi il latte. La gravidanza stessa provoca cambiamenti, che possono continuare durante l’allattamento al seno e oltre.

Durante la gravidanza, la variazione dei livelli di estrogeni, progesterone e prolattina provoca cambiamenti fisiologici nel tessuto mammario. I dotti lattiferi si espandono e il flusso sanguigno aumenta. Ciò può aumentare le dimensioni della coppa e far apparire più prominenti le vene del seno.

Insieme all’allentamento delle articolazioni, i legamenti di Cooper, i legamenti che supportano il tessuto mammario, si allentano e si allungano per adattarsi alla crescita del seno. Potresti anche vedere smagliature sulla pelle a causa della crescita del seno.

Inoltre, i tuoi capezzoli potrebbero subire alcuni cambiamenti visibili. Possono scurirsi considerevolmente, le protuberanze conosciute come i tubercoli di Montgomery potrebbero diventare più grandi e la tua areola potrebbe diventare più grande. Questi cambiamenti fanno parte del modo in cui il tuo corpo si prepara all’allattamento al seno, rendendo i capezzoli più visibili e pronti per l’allattamento al tuo neonato.

Tutti questi cambiamenti avverranno durante il corso della gravidanza e non dipendono dal fatto che tu allatti o meno.

Ma l’allattamento al seno ha un effetto definito e spesso permanente sui tessuti del seno, spiega Sherry A. Ross, MD, OB-GYN ed esperta di salute delle donne presso il Providence Saint John’s Health Center.

“I seni aumentano di dimensioni da due a tre volte durante l’allattamento”, afferma Ross. I cambiamenti ormonali, principalmente causati dalla prolattina, rendono il seno gonfio di produzione di latte. E se hai già avuto smagliature al seno e vene prominenti causate dalla gravidanza, Ross dice che potrebbero intensificarsi durante i cambiamenti dell’allattamento al seno.

L’aumento dell’estrogeno e dello sviluppo mammario che si verifica durante la gravidanza continua nel periodo postpartum. E se allatti al seno, Deedra Franke, RN, BSN, IBCLC, un consulente per l’allattamento certificato presso il Mercy Medical Center afferma che i dotti mammari sono pieni di latte, che di nuovo dà l’aspetto di un seno più pieno.

Quando finisci lo svezzamento dall’allattamento al seno, i dotti lattiferi non si riempiono più di latte. Ciò può portare a un volume inferiore di tessuto mammario. A volte la tua pelle si stringe per adattarsi alla tua nuova dimensione del seno, ma a volte non c’è abbastanza elasticità per farlo.

La capacità del tuo corpo di adattarsi a queste richieste sul tuo seno dipende da molti fattori. Questi includono:

  • età
  • genetica
  • aumento di peso (e perdita)
  • numero di gravidanze
  • dimensione del seno originale
  • se sei un fumatore

Naturalmente, anche la vita normale, senza gravidanza e allattamento, può portare a cambiamenti del seno.

Quando raggiungi la menopausa, Franke dice che gli estrogeni diminuiscono, causando una riduzione del grasso nel seno e una diminuzione delle dimensioni dei dotti mammari. “Senza estrogeni, le ghiandole mammarie si restringono, rendendo le dimensioni del seno più piccole e meno piene, indipendentemente dal fatto che una donna allatti o meno”, afferma.

“Fondamentalmente, l’allattamento al seno non ‘fa’ rimpicciolire il seno di una donna; è un processo naturale correlato alla diminuzione generale degli estrogeni man mano che tutte le donne invecchiano”, aggiunge Franke.

Prendersi cura del proprio seno durante e dopo l’allattamento

Anche se potresti non essere in grado di invertire completamente gli effetti della gravidanza e dell’invecchiamento, ci sono alcuni passaggi che puoi adottare per prenderti cura del tuo seno.

Indossa un reggiseno di supporto

Acquistare qualsiasi tipo di abbigliamento dopo il parto è probabilmente l’ultima cosa che hai in mente, ma trovare un reggiseno aderente e che ti sostenga è un punto di svolta per il tuo seno. Indipendentemente dalle dimensioni del tuo seno, il supporto adeguato è fondamentale, sottolinea Ross.

Se non indossi uno speciale reggiseno per l’allattamento, dice, il tessuto del seno delicato e sensibile non viene supportato per lunghi periodi di tempo, il che può causare il cedimento del seno.

Il suo consiglio? Preparati adeguatamente per un reggiseno che fornisca il supporto tanto necessario al tessuto mammario durante le tipiche attività quotidiane. Il reggiseno giusto aiuterà a prevenire il dolore e il “cedimento” durante l’allattamento e oltre.

La scelta di un reggiseno che ti dia un po’ di sollievo contribuirà notevolmente a modellare il tuo seno dopo l’allattamento, specialmente sotto i vestiti. Considera un reggiseno aderente che abbia coppe realizzate per adattarsi alla parte superiore del tuo seno, ma fornisca anche il supporto e la spinta che desideri per il comfort e l’aspetto.

Prima di investire in un guardaroba di biancheria intima completamente nuovo, però, potresti voler aspettare dai 3 ai 6 mesi dopo l’allattamento per consentire al tuo corpo di adattarsi e al seno di assumere la sua nuova forma. Puoi quindi rifornire i tuoi cassetti con tutti i reggiseni fantasiosi che desideri adulare e sostenere la tua nuova forma.

Prenditi cura della tua pelle

Franke dice che alcune donne possono avvertire secchezza della pelle sul seno e in altre parti del corpo. Per ridurre al minimo la secchezza durante l’allattamento e oltre, consiglia di utilizzare una lozione per la cura della pelle adeguata al proprio tipo di pelle. Questo è particolarmente importante con l’età poiché la pelle diventa più secca e più sottile.

Non trascurare i tuoi capezzoli

Adottare misure per trattare la sensibilità del capezzolo, vesciche, sanguinamento e screpolature. Alcune cose che potrebbero aiutare sono:

  • lanolina
  • latte materno (basta strofinarne un po’ dopo ogni poppata)
  • cocco o olio d’oliva
  • creme a base di calendula

Se quanto sopra non funziona, potresti voler seguire il tuo medico per qualcosa di più forte. Ross suggerisce All Purpose Cream (APC), una crema da prescrizione che include uno steroide topico.

Evita di fumare

Oltre agli altri rischi per la salute, il fumo ha un effetto sull’elasticità della pelle. Parla con il tuo medico di un programma per smettere di fumare.

Vacci piano con te stesso

Non esistono due seni uguali, anche se sono una coppia. Tutte le donne hanno un grado di irregolarità tra i loro seni. Man mano che il seno si ingrandisce durante la gravidanza, le differenze possono essere più pronunciate, poiché un seno può avere più dotti lattiferi o capacità di produzione.

Dopo l’allattamento, il seno può essere più grande o più piccolo di quanto non fosse prima della gravidanza. Possono sembrare diversi e sentirsi diversi da come erano una volta. Concediti il ​​tempo di adattarti a questi cambiamenti.

Consultare un medico per eventuali grumi o dolore

Se si verificano noduli o dolore al seno, è importante contattare il proprio medico curante. Alcune donne sperimenteranno la mastite, che è un’infezione che può verificarsi a causa di un dotto del latte ostruito o della pelle rotta sui capezzoli.

Inoltre, se i tuoi capezzoli bruciano o ti fanno male, potresti avere il mughetto, che è una lieve infezione del lievito. Più spesso, però, il dolore al capezzolo può essere un segno di un’infezione batterica sulla pelle o il risultato di un cattivo attacco del bambino.

Continua con gli autoesami del seno e fai sapere al tuo fornitore se senti nuovi dossi o noti un aumento di dimensioni in quelli esistenti.

E le procedure chirurgiche?

A causa dei cambiamenti nella loro forma, alcune persone optano per modifiche chirurgiche al seno dopo l’allattamento. Questa è una scelta molto personale e non è adatta a tutti. Prima di considerare qualsiasi intervento di chirurgia estetica, è importante considerare l’impatto di tali procedure.

Se stai pianificando un’altra gravidanza, potresti voler aspettare fino a quando non avrai finito di avere figli prima di considerare l’intervento chirurgico. Alcune procedure chirurgiche al seno possono rendere praticamente impossibile l’allattamento al seno in futuro. Inoltre, le gravidanze future comporteranno cambiamenti nel tessuto mammario, anche dopo l’intervento chirurgico.

Come con qualsiasi procedura medica importante, assicurati di parlare con il tuo medico dei pro e dei contro e di eventuali complicazioni che potrebbero sorgere.

Porta via

La gravidanza e l’allattamento al seno possono causare cambiamenti significativi al seno. La buona notizia è che molti di questi cambiamenti sono temporanei. Inoltre, ci sono dei passaggi che puoi adottare per ridurre al minimo l’usura che il tuo seno subirà.

Se hai dubbi sull’aspetto del tuo seno o su eventuali noduli e dolore che potresti notare, parla con il tuo medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here