Depressione perinatale

0
7

Panoramica

La depressione postpartum – la depressione che si verifica nelle neomamme dopo la nascita del bambino – può essere meglio conosciuta, ma i disturbi dell’umore durante la gravidanza stessa sono più comuni nelle donne in gravidanza di quanto pensassero gli esperti.

C’è un termine collettivo ora per la depressione prenatale prima della nascita del bambino e la depressione postpartum dopo la nascita del bambino: depressione perinatale.

Cause e prevalenza

La gravidanza può essere uno dei momenti più felici nella vita di una donna. Ma può anche creare scompiglio con gli ormoni e creare molto stress.

Una volta si credeva che la gravidanza proteggesse una donna dai disturbi emotivi, ma si è rivelato un mito. Inoltre, negli ultimi anni, c’è stata molta attenzione da parte dei media sulla depressione postpartum. Questo potrebbe essere il motivo per cui ci è voluto del tempo prima che si venisse a sapere che la combinazione di fattori biologici ed emotivi nelle future mamme può portare ad ansia e depressione.

Ora quei sintomi possono portare a una diagnosi di depressione perinatale. Si stima che tra il 10 e il 20% delle donne sviluppi qualche tipo di disturbo dell’umore correlato alla gravidanza. Inoltre, circa 1 donna su 20 negli Stati Uniti sperimenterà un disturbo depressivo maggiore (MDD) durante la gravidanza.

Sintomi della depressione perinatale

La gravidanza normale condivide alcuni sintomi e segni di depressione. Ad esempio, con entrambi, potresti essere stanco, avere un po ‘di insonnia, sperimentare cambiamenti emotivi e aumentare di peso. Ciò significa che la tua gravidanza può mascherare qualsiasi sintomo di depressione.

Per aiutarti a riconoscere la depressione durante la gravidanza, vale la pena parlare con il tuo medico di uno qualsiasi di questi sintomi:

  • pianto frequente o pianto
  • difficoltà a dormire non a causa della minzione frequente
  • stanchezza o bassa energia
  • cambiamenti di appetito
  • perdita di divertimento in attività una volta piacevoli
  • aumento dell’ansia
  • difficoltà a sentirsi legati allo sviluppo del bambino (chiamato scarso attaccamento fetale)

Se hai avuto la depressione prima della gravidanza, i tuoi sintomi potrebbero essere più significativi durante la gravidanza rispetto a prima.

Sintomi del “Baby Blues”

L’80% delle donne è influenzato da ciò che è noto come “baby blues”.

Durante la gravidanza, i livelli di estrogeni e progesterone aumentano notevolmente. Sono necessari per aiutare il tuo utero ad espandersi e per sostenere la placenta. Questi ormoni sono anche associati all’umore.

Entro 48 ore dall’arrivo del bambino, i livelli di entrambi gli ormoni precipitano drasticamente. Molti ricercatori ritengono che questo “crollo ormonale postpartum” causi il baby blues.

Per circa 1 o 2 settimane dopo la nascita del tuo bambino, potresti avere i sintomi del baby blues. Di solito se ne vanno dopo. Fino ad allora, potresti sentirti particolarmente:

  • irritabile
  • ansioso
  • frustrato
  • sopraffatto
  • probabile che abbia rapidi cambiamenti di umore (euforia un momento, pianto il successivo)
  • esausto
  • assonnato, come se volessi dormire tutto il tempo (ipersonnia)
  • incapace di dormire (insonnia)

Sintomi della depressione postpartum

Gli esperti pensano che lo stesso tuffo di estrogeni e progesterone dopo il parto possa rendere alcune donne più suscettibili alla depressione postpartum. La depressione postpartum colpisce tra il 10 e il 20 per cento delle neomamme.

Una differenza tra il baby blues e la depressione postpartum è la durata. I sintomi della depressione postpartum durano più di 2 settimane dopo la nascita del bambino. Includono la sensazione:

  • sopraffatto
  • intensamente ansioso
  • piangente o come se stessi piangendo tutto il tempo
  • irritabile o arrabbiato
  • triste tutto il tempo
  • estremamente stanco e senza energia
  • inutile, senza speranza o colpevole
  • come se volessi dormire o mangiare più o meno del solito
  • incapace di concentrarsi o smemorato
  • intensamente preoccupato per il tuo bambino
  • disinteressato per il tuo neonato o per fare cose che ti piacevano
  • mal di testa o dolore al petto o come se non riuscissi a riprendere fiato (iperventilazione)

Sintomi della psicosi postpartum

Una forma più grave di depressione postpartum è chiamata psicosi postpartum. È una condizione estremamente rara che colpisce da 1 a 2 donne su 1.000.

I sintomi comuni della psicosi postpartum includono:

  • allucinazioni uditive o visive
  • delusioni, che è credere a qualcosa che non è vero
  • pensieri suicidi
  • pensieri su come danneggiare il tuo bambino

La psicosi postpartum è una condizione estremamente grave. Richiede cure di emergenza immediate. Una madre può essere ricoverata in ospedale per la sua sicurezza così come quella del suo bambino.

Trattamento

I metodi usati per trattare la depressione perinatale sono gli stessi usati per altri tipi di depressione. La buona notizia è che le percentuali di successo sono in genere molto più alte per la depressione perinatale. Tra l’80 e il 90% delle donne incinte e delle neomamme sono aiutate da farmaci, terapia della parola o una combinazione di farmaci e terapia della parola.

Farmaci

I farmaci antidepressivi sono il trattamento più comune per la depressione perinatale. I medici prescrivono in particolare inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI). Tu e il tuo medico potreste parlare di prendere un antidepressivo durante la gravidanza, dopo la nascita di vostro figlio o entrambi.

Diversi studi, sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito, hanno determinato che gli SSRI sono generalmente sicuri per le donne incinte e le madri che allattano. Al momento non ci sono prove che i farmaci antidepressivi abbiano effetti dannosi a lungo termine su un bambino se assunti durante la gravidanza. Tuttavia, esiste la possibilità di reazioni di astinenza dal farmaco nei neonati che possono includere nervosismo o irritabilità. In rari casi, c’è il rischio di convulsioni.

È comprensibile che le madri siano preoccupate che i loro bambini siano a rischio di effetti collaterali. Così tante donne optano per altri trattamenti invece degli antidepressivi.

Talk Therapy e trattamenti alternativi

La terapia della parola si è dimostrata molto efficace per la depressione perinatale.

Alcuni trattamenti alternativi hanno anche mostrato una grande promessa nell’aiutare le donne con depressione perinatale. Includono il massaggio e soprattutto l’agopuntura. Per l’agopuntura, uno specialista inserisce piccoli aghi in parti specifiche del corpo. Un recente studio della Stanford University ha rilevato che il 63% delle donne che hanno ricevuto una forma di agopuntura specifica per la depressione ha risposto bene.

Tieni presente che una depressione prolungata può essere più dannosa per una madre e suo figlio rispetto agli effetti collaterali di qualsiasi trattamento o farmaco. La famiglia e gli amici dovrebbero incoraggiare la valutazione e l’assistenza precoci.

Se noti segni di depressione durante o dopo la gravidanza, parla con il tuo medico di tutte le opzioni di trattamento. Tu e il tuo medico potete lavorare insieme per prendere una decisione informata su un trattamento più adatto a voi e al vostro bambino.

Prevenire la depressione perinatale

Gli studi hanno rilevato che le madri che allattano al seno per almeno 3 mesi consecutivi hanno meno incidenza e gravità della depressione postpartum.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here