Home Notizia Mondo Miti medici: salute sessuale

Miti medici: salute sessuale

0
63

Design di Andrew Nguyen

Le infezioni sessualmente trasmissibili (IST) sono in aumento negli Stati Uniti. Ad aprile 2021, il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha annunciato che, nel 2019, le malattie sessualmente trasmissibili hanno raggiunto il massimo storico per il sesto anno consecutivo.

Nel 2019, il CDC ha ricevuto segnalazioni di oltre 2,5 milioni di casi di clamidia, gonorrea e sifilide.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che 1 milione Le malattie sessualmente trasmissibili vengono acquisite in tutto il mondo ogni giorno.

Nonostante l’aumento dei tassi, c’è ancora un significativo stigma legato alle malattie sessualmente trasmissibili. Per alcuni, ciò potrebbe significare che le persone sono meno disposte a parlare di problemi di salute sessuale o a sollevare domande con un medico.

Questa riluttanza a parlare apertamente della salute sessuale può generare disinformazione.

Naturalmente, Internet è un comodo primo punto di riferimento quando qualcuno ha una domanda che vorrebbe porre in modo anonimo. Purtroppo, non tutte le informazioni che appaiono sul web possono essere attendibili.

Qui, Notizie mediche oggi si è avvicinato ad alcuni miti comuni associati alla salute sessuale e ha chiesto il contributo di un esperto:

Dr. Sue Mann, consulente in salute sessuale e riproduttiva ed esperta medica in salute riproduttiva presso Public Health England.

Una maggiore comprensione della salute sessuale aiuta le persone a prendere decisioni informate e sicure. Sebbene un articolo non possa spazzare via falsità profondamente radicate, più informazioni affidabili sono disponibili, meglio è.

1. Quando qualcuno sta prendendo “la pillola”, non può contrarre una STI

Questo è un mito. La contraccezione orale non può proteggere dal contrarre una IST.

Come ha spiegato il dottor Mann a MNT, “contraccezione orale […] funziona solo per prevenire la gravidanza. L’unico modo per proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili quando si utilizza la contraccezione orale è indossare un preservativo.

Rispecchiando questo, il CDC stati: “I metodi contraccettivi come la pillola, il cerotto, l’anello e il dispositivo intrauterino (IUD) sono molto efficaci nel prevenire la gravidanza, ma non proteggono [STIs] e HIV”.

2. Il “metodo di astinenza” previene la gravidanza

Il cosiddetto metodo di ritiro, chiamato anche coito interrotto o metodo di estrazione, è quando il pene viene estratto dalla vagina prima dell’eiaculazione. Sebbene possa ridurre la possibilità di gravidanza, “il metodo di astinenza non è un modo affidabile per prevenire la gravidanza”, ha affermato il dott. Mann.

Se usato con precisione, può ridurre il rischio di gravidanza, ma l’accuratezza può essere difficile nella foga del momento.

Inoltre, il pene rilascia pre-eiaculato, o pre-cum, prima dell’eiaculazione. In alcuni casi, lo sperma può essere presente in questo fluido.

In uno studio, ad esempio, gli scienziati hanno esaminato campioni di pre-eiaculato di 27 partecipanti. Gli scienziati hanno identificato spermatozoi vitali in 10 dei pre-eiaculati del partecipante.

Ogni volontario ha fornito un massimo di cinque campioni. È interessante notare che i ricercatori hanno trovato lo sperma in tutti o in nessuno dei loro campioni. In altre parole, alcune persone tendono ad avere lo sperma nel loro pre-eiaculato, mentre altre no. Gli autori hanno concluso:

“[C]gli ondom dovrebbero continuare ad essere usati dal primo momento del contatto genitale, anche se può darsi che alcuni uomini, con meno probabilità di perdere spermatozoi nel loro liquido pre-eiaculatorio, siano in grado di praticare il coito interrotto con più successo di altri.

3. Il “metodo di prelievo” previene le malattie sessualmente trasmissibili

Utilizzando il metodo di astinenza, “puoi ancora contrarre una IST, come l’HIV, l’herpes, la sifilide, la gonorrea o la clamidia”, ha spiegato il dott. Mann.

Altro in Miti medici
Mostra tutto

Miti medici: tutto sulla psoriasi

Miti medici: tutto sulla pelle

Miti medici: tutto sull’epatite

4. L’uso di due preservativi raddoppia la protezione

È comprensibile il motivo per cui le persone potrebbero presumere che due preservativi forniscano il doppio della protezione, ma questo è un mito.

“In realtà è più rischioso usare due o più preservativi quando si fa sesso”, ha affermato il dott. Mann. “La probabilità che il preservativo si rompa è maggiore a causa della quantità di attrito che il preservativo sta sopportando. Un solo preservativo è l’opzione migliore”.

5. Puoi contrarre le malattie sessualmente trasmissibili dal sedile del water

Questo è forse uno dei miti più persistenti associati alle malattie sessualmente trasmissibili. Eppure, nonostante sia stato ripetutamente sfatato, rimane un mito. Il dottor Mann ha detto MNT:

“Le malattie sessualmente trasmissibili si diffondono attraverso il sesso vaginale, anale o orale non protetto, il contatto genitale e la condivisione di giocattoli sessuali”.

Ha anche spiegato che i virus che causano “le malattie sessualmente trasmissibili non possono sopravvivere a lungo al di fuori del corpo umano, quindi generalmente muoiono rapidamente su superfici come i sedili del water”.

Allo stesso modo, i batteri responsabili delle malattie sessualmente trasmissibili, come la clamidia, la gonorrea e la sifilide, non possono sopravvivere al di fuori delle mucose del corpo per un periodo di tempo significativo. Per questo motivo, non sopravvivrebbero su un sedile del water.

6. Non ci sono trattamenti per le malattie sessualmente trasmissibili

Questo non è vero. Tuttavia, sebbene possano essere curati, non tutti possono essere curati. Il CHI spiega che otto agenti patogeni costituiscono la stragrande maggioranza delle malattie sessualmente trasmissibili.

Quattro degli otto sono curabili: le infezioni batteriche sifilide, gonorrea e clamidia e l’infezione parassitaria tricomoniasi.

I restanti quattro sono virali: epatite B, virus dell’herpes simplex (HSV), HIV e virus del papilloma umano (HPV). Questi non possono ancora essere curati. Tuttavia, vale la pena notare che le infezioni da HPV sono spesso cancellato dal corpo naturalmente.

7. Non puoi contrarre una IST se non fai sesso penetrativo

“Il sesso penetrativo non è l’unico modo in cui qualcuno può contrarre una IST. Il sesso orale, il contatto genitale e la condivisione di giocattoli sessuali sono altri modi in cui le malattie sessualmente trasmissibili possono essere diffuse”, ha detto il dott. Mann MNT.

Oltre al contatto sessuale, è anche possibile contrarre una IST dall’esposizione al sangue che contiene l’agente patogeno infettivo, anche attraverso la condivisione di aghi.

8. Solo i maschi gay contraggono l’HIV

Questa è un’altra ipotesi di vecchia data e del tutto errata. Secondo il dottor Mann:

“Chiunque, indipendentemente da orientamento sessuale, razza, etnia, età o sesso, può contrarre l’HIV. Se hai l’HIV e non lo sai, è più probabile che lo trasmetti. Ma se conosci il tuo stato, puoi assicurarti che tu e il tuo partner stiate prendendo provvedimenti per rimanere in salute”.

Il Dr. Mann sottolinea l’importanza di test, spiegando che in molti paesi “i test sono gratuiti, facili e riservati. Puoi anche fare un test nel comfort di casa tua”.

9. Puoi trasmettere una IST solo se hai sintomi

“Molte persone trasmettono le malattie sessualmente trasmissibili ad altri senza nemmeno saperlo”, ha affermato il dott. Mann. “Le IST possono essere trasmesse con o senza sintomi”.

Infatti, l’OMS spiega Quello “[t]La maggior parte delle malattie sessualmente trasmissibili non presenta sintomi o presenta solo sintomi lievi che potrebbero non essere riconosciuti come malattie sessualmente trasmissibili”.

“Ecco perché”, ha spiegato il dott. Mann, “è importante essere testati regolarmente e usare il preservativo per prevenire il più possibile le malattie sessualmente trasmissibili”.

Per riassumere, le malattie sessualmente trasmissibili sono comuni ma prevenibili. Test regolari e capire come mantenersi al sicuro sono la chiave per rimanere liberi da malattie sessualmente trasmissibili.

Dopo aver completato una laurea in neuroscienze presso l’Università di Manchester nel Regno Unito, Tim ha cambiato completamente corso per lavorare nelle vendite, nel marketing e nell’analisi. Rendendosi conto che il suo cuore risiede veramente nella scienza e nella scrittura, ha cambiato rotta ancora una volta e si è unito al team di Medical News Today come News Writer. Ora caporedattore senior per le notizie, Tim guida un team di scrittori ed editori di prim’ordine, che riferiscono sulle ultime ricerche mediche da riviste peer reviewed; scrive anche lui stesso alcuni articoli. Quando ne ha la possibilità, si diverte ad ascoltare il metallo più pesante, a guardare gli uccelli nel suo giardino, a pensare ai dinosauri e a lottare con i suoi figli.

Puoi seguire Tim su Twitter.

Colpo alla testa di Tim Newman

Altro in Miti medici
Mostra tutto

Miti medici: tutto sulla psoriasi

Miti medici: tutto sulla pelle

Miti medici: tutto sull’epatite

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here