Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa può causare una vena soffiata e come trattarla

Cosa può causare una vena soffiata e come trattarla

0
316

Se hai una vena soffiata, significa che la vena si è rotta e perde sangue. Succede quando un'infermiera o un altro operatore sanitario tenta di inserire un ago in una vena e le cose non vanno proprio bene.

Quando la vena inizia a perdere, noterai che la tua pelle si oscura attorno al sito di inserimento. Una volta che ciò accade, l'ago deve essere rimosso.

Fino a quando non ha tempo di guarire, quella vena non può essere utilizzata per prelievi di sangue, inserimento endovenoso (IV) o iniezione di farmaci.

Qui, esamineremo le cause e i sintomi di una vena soffiata, oltre a come prevenirla.

Quali sono i principali sintomi di una vena soffiata?

Una volta che hai una vena soffiata, è probabile che noterai uno scolorimento abbastanza rapidamente. Altri sintomi includono:

  • tenerezza o lieve dolore intorno al sito di iniezione
  • pungente
  • ecchimosi
  • gonfiore

Vena soffiata vs. vena crollata

Una vena collassata è una vena soffiata che ha ceduto, il che significa che il sangue non può più fluire liberamente attraverso quella vena. Il flusso sanguigno riprenderà quando il gonfiore diminuirà. Nel frattempo, quella vena non può essere utilizzata.

Se il danno è abbastanza grave, una vena collassata può essere permanente.

Cosa può causare una vena soffiata?

Una vena viene soffiata quando un ago penetra nella vena e fuoriesce dall'altro lato. Ci sono diverse ragioni per cui ciò può accadere.

Usando l'ago di dimensioni sbagliate

Le vene sono disponibili in tutte le dimensioni, così come gli aghi. È importante che un'infermiera scelga la migliore vena disponibile e identifichi la dimensione corretta dell'ago per quella vena.

Informa la tua infermiera se hai avuto problemi con particolari vene in passato e in che modo sono stati risolti.

Angolo sbagliato o "pesca"

Un ago deve essere inserito lentamente con l'angolazione corretta, non troppo superficiale o troppo profonda. Essere fuori dal segno può provocare una vena soffiata.

Se al primo tentativo non è possibile inserire una vena, è importante non spostare l'ago in cerca di un'altra vena. L'ago deve essere estratto e reinserito in una posizione migliore.

Vene di rotolamento

Alcune vene sono un po 'più spesse e più resistenti di altre. Mentre l'operatore sanitario tenta di inserire l'ago, questo tipo di vena può rimbalzare o rotolare via.

L'ago potrebbe perforare la vena, ma non penetrare completamente prima che la vena rotoli, causando il soffio della vena.

Muoversi durante l'inserimento

Se ti muovi, anche un po 'mentre l'ago entra, corri il rischio di una vena soffiata. Ecco perché è importante rilassare il braccio e rimanere il più fermi possibile finché l'ago non è completamente inserito e l'operatore sanitario ha allentato il laccio emostatico.

Uso di droghe per via endovenosa a lungo termine

L'uso di droghe per via endovenosa può danneggiare le vene e causare la formazione di tessuto cicatriziale, che può essere permanente. Questo può accadere se hai un problema di salute che richiede un uso frequente di farmaci per via endovenosa (ad esempio, se stai ricevendo la chemioterapia per il cancro e non hai una porta chemio).

Può succedere anche se hai un problema di abuso di sostanze e usi gli aghi. Oltre all'inserimento ripetuto dell'ago che può far esplodere le vene, la sostanza che si sta iniettando può contribuire a far esplodere le vene. Per esempio, ricerca mostra che l'acidità dell'eroina può danneggiare le vene.

Con il tempo, l'accesso alle vene funzionanti può diventare problematico.

Età

Invecchiando, iniziamo a perdere tessuto sotto la nostra pelle, e le nostre vene diventano più fragili e meno stabili. Possono rotolare sotto la pelle durante l'inserimento endovenoso, aumentando il rischio di soffiarsi una vena.

Come viene trattata una vena soffiata?

Se l'inserimento dell'ago provoca gonfiore e lividi, hai una vena soffiata. Può pungere e può essere scomodo, ma è innocuo.

L'operatore sanitario in genere applica una leggera pressione sul sito di iniezione per ridurre al minimo la perdita di sangue e il gonfiore. Dopo alcuni minuti, puliscono l'area per prevenire l'infezione.

Se c'è molto gonfiore, un impacco di ghiaccio può aiutare ad alleviare i sintomi.

Potresti avere un leggero disagio per un giorno o due. I lividi dovrebbero iniziare a schiarire entro pochi giorni e scomparire completamente entro 10-12 giorni.

Come prevenire una vena soffiata

È più facile trovare una buona vena se sei ben idratato. A meno che non sia consigliato di non farlo, come nel caso dell'intervento chirurgico, bere molta acqua prima di sottoporsi ad analisi del sangue o all'inserzione endovenosa. Informare il proprio medico di eventuali problemi precedenti con le vene.

Se il tuo medico sta impiegando molto tempo a prepararsi per l'inserimento dell'ago, è perché stanno facendo attenzione a non soffiarsi una vena. Puoi aiutare rimanendo il più fermo possibile durante l'inserimento dell'ago.

Se gli aghi ti mettono a disagio, guarda nella direzione opposta e concentrati a fare respiri lunghi e profondi fino alla fine.

Il tuo medico dovrebbe impiegare del tempo per:

  • Scegli la vena migliore per la procedura: una di buone dimensioni, dritta e visibile.
  • Evitare l'area in cui le vene si dirottano. Se è difficile trovare una vena, dovrebbero chiederti di fare un pugno.
  • Usa un laccio emostatico o un altro dispositivo per rendere più visibile la vena. Per gli anziani, un bracciale per la pressione arteriosa può essere preferibile al laccio emostatico. Se viene utilizzato un laccio emostatico, non dovrebbe essere troppo stretto.
  • Scegli la misura dell'ago corretta per la vena.
  • Inserire l'ago con un angolo di 30 gradi o inferiore.
  • Stabilizzare la vena applicando un pollice sotto il sito di puntura.
  • Adotta un approccio lento e costante.
  • Rilasciare il laccio emostatico prima di estrarre l'ago.
  • Estrarre delicatamente l'ago e applicare una leggera pressione sul sito.

Quando è molto difficile trovare la vena giusta, sono utili gli ultrasuoni o altri dispositivi di visualizzazione. Nonostante i migliori sforzi, può ancora verificarsi una vena soffiata.

Quali sono le potenziali complicanze di una vena soffiata?

Il più delle volte, una vena soffiata è una lesione minore, non un problema serio. Ma è importante che la vena non venga riutilizzata fino a quando non sarà guarita.

A volte, una vena soffiata può collassare e impedire al sangue di fluire. Le vene crollate possono guarire, ma alcune non si riprendono mai. A seconda della posizione della vena, ciò può causare problemi di circolazione. Nuovi vasi sanguigni si svilupperanno per bypassare la vena collassata.

In alcuni casi, i farmaci che dovevano essere somministrati per via endovenosa possono essere potenzialmente dannosi se versati nella pelle. Quando ciò accade, potrebbe essere necessario un ulteriore trattamento.

Key takeaway

Una vena soffiata si verifica quando un ago perfora attraverso la vena e provoca la sua rottura. Può pungere e livido, ma è generalmente una piccola lesione che si risolve in pochi giorni.