Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Test di vaginite (montaggio a umido)

Test di vaginite (montaggio a umido)

0
6

Che cos’è un test per la vaginite?

La vaginite, chiamata anche vulvovaginite, non è un’infezione specifica. Il termine comprende una varietà di disturbi che causano infezioni o infiammazioni della vagina e / o della vulva. Le cause della vaginite possono includere batteri, infezioni da lieviti o virus. Può anche essere trasmesso tra partner sessuali. La secchezza vaginale dovuta alla mancanza di estrogeni può essere una causa che contribuisce.

Un test di vaginite, o “montaggio a umido”, aiuta il medico a diagnosticare le infezioni vaginali che potrebbero causare vaginiti.

Quali sono i sintomi della vaginite?

I sintomi della vaginite possono differire tra le donne, a seconda della causa dell’infezione. Alcune donne non hanno sintomi e la vaginite viene rilevata durante un regolare esame ginecologico. I sintomi comuni, quando presenti, includono:

  • perdite vaginali che possono avere un odore
  • prurito o gonfiore all’esterno della vagina
  • bruciore durante la minzione
  • dolore o fastidio durante il rapporto

La procedura del test di vaginite (montaggio a umido)

Un test di vaginite viene utilizzato per diagnosticare le infezioni vaginali che non colpiscono il tratto urinario. Viene anche chiamata “preparazione umida”. Il tuo medico ti farà sdraiare su un lettino da visita con i piedi nelle staffe, come in un normale esame ginecologico. Inseriranno uno speculum nella vagina per aiutare a vedere l’area. Un tampone di cotone sterile e umido viene inserito nella vagina per ottenere un campione di perdite vaginali. Sebbene tu possa sentire pressione o disagio, il test non dovrebbe far male.

Il medico trasferirà il campione su un vetrino. Il vetrino viene esaminato al microscopio per verificare la presenza di infezioni.

Come mi preparo per una montatura bagnata?

Il medico ti chiederà di astenersi dalle lavande 24 ore prima dell’appuntamento. Alcuni medici chiedono di non avere rapporti 24 ore prima dell’esame.

Interpretazione dei risultati del test

Risultati anormali da una cavalcatura bagnata indicano che c’è un’infezione. Quando guarda il campione al microscopio, il medico generalmente cerca segni di un’infezione da lievito o la presenza di alcuni batteri o microrganismi, come il batterio Gardnerella (la causa della vaginosi batterica) o il parassita Trichomonas (che causa la tricomoniasi ).

È possibile che più di un tipo di vaginite sia presente contemporaneamente. I tipi comuni di vaginite sono:

  • vaginite da tricomoniasi, un’infezione a trasmissione sessuale
  • vulvovaginite candidale (lievito)
  • vaginosi batterica (BV)
  • vaginite da clamidia
  • vaginite virale
  • vaginite atrofica

Seguito dopo il test

Il medico adatterà il trattamento al tipo specifico di infezione. Il trattamento per un’infezione da lievito può includere creme vaginali prescritte, supposte vaginali o farmaci antifungini.

Se hai una vaginite non infettiva, significa che non è stata causata da un’infezione. Questo tipo di vaginite può essere causato da reazioni a spray vaginali o spermicida. Saponi, lozioni e ammorbidenti profumati possono anche causare irritazioni che si traducono in vaginiti non infettive. Il tuo medico ti chiederà di evitare uno qualsiasi di questi prodotti che potrebbero causare irritazione.

Durante il trattamento, potrebbe essere necessario evitare i rapporti. Se sei incinta o pensi di esserlo, informa il tuo medico prima che ti prescriva qualcosa. Dopo il trattamento, potrebbe essere necessario eseguire nuovamente il test per assicurarsi che l’infezione sia stata eliminata. Chiedi al tuo medico se sono necessari ulteriori test.

Come posso prevenire la vaginite?

Ci sono cose che puoi fare per ridurre le tue possibilità di contrarre la vaginite. Una buona igiene personale è importante ed evitare di indossare jeans attillati o spandex può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare un’infezione da lievito.

Non fare la doccia o usare spray vaginali o saponi profumati nella zona vaginale. Ciò può causare irritazione.

Pratica rapporti sessuali più sicuri per ridurre il rischio di infezioni a trasmissione sessuale. Dovresti anche essere sottoposto a screening per le infezioni a trasmissione sessuale.

Se sei in perimenopausa o in menopausa, potresti manifestare sintomi legati alla mancanza di estrogeni. Questo può accadere anche se le tue ovaie sono state rimosse. Una mancanza di estrogeni può portare a secchezza e irritazione vaginale. Parla con il tuo medico per sapere se la terapia ormonale è appropriata. Potrebbero esserci anche creme o lubrificanti che puoi usare.

Parla con il tuo medico di eventuali dubbi che hai. Gli esami ginecologici regolari sono importanti per mantenere la salute vaginale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here