Ionoforesi

0
4

Cos’è la ionoforesi?

Durante la ionoforesi, un dispositivo medico utilizza lievi correnti elettriche per somministrare farmaci attraverso le membrane biologiche, spesso mentre la parte del corpo interessata è immersa nell’acqua.

La ionoforesi è più comunemente usata per trattare il disturbo da iperidrosi, una condizione che si traduce in una sudorazione persistente ed eccessiva.

Le correnti vengono spesso trasmesse alle mani, ai piedi o alle ascelle per bloccare temporaneamente le ghiandole sudoripare. Alcuni avvertono una leggera sensazione di formicolio durante la procedura, ma la corrente elettrica non è abbastanza forte da scioccarti.

Questa sudorazione può verificarsi in determinate situazioni, come durante la stagione calda o l’attività fisica, o senza alcun fattore scatenante. Può anche essere causato da condizioni mediche, come l’ipertiroidismo o la menopausa.

Oltre a trattare l’iperidrosi, la ionoforesi può essere utilizzata anche per trattare gli infortuni sportivi fornendo farmaci antinfiammatori direttamente nella pelle.

Perché viene eseguita la ionoforesi?

Tutti sudano, ma alcune persone sudano più di altre. Le persone che soffrono di sudorazione eccessiva o costante senza una ragione apparente possono avere una condizione chiamata disturbo da iperidrosi.

La ionoforesi è un tipo di trattamento che può essere utilizzato per alleviare i sintomi di questa condizione. Le persone con iperidrosi possono sottoporsi a diverse sessioni di ionoforesi a settimana, ciascuna della durata di circa 20-40 minuti.

I medici non sono esattamente sicuri del motivo per cui la ionoforesi aiuta le persone con iperidrosi. Tuttavia, si ritiene che la procedura blocchi la fuoriuscita del sudore dalle ghiandole sudoripare, interrompendo temporaneamente la sudorazione.

Sebbene la ionoforesi sia più spesso usata per trattare la sudorazione grave, può anche essere usata per trattare una varietà di infortuni sportivi.

L’aggiunta di medicinali antinfiammatori all’acqua durante la ionoforesi può alleviare il dolore al tallone e altre lesioni dei tessuti molli.

La corrente elettrica aiuta la pelle ad assorbire facilmente i farmaci. La ionoforesi può essere particolarmente efficace nel ridurre il gonfiore intorno alle articolazioni e alleviare il dolore.

Tuttavia, distorsioni o borsiti possono rispondere bene a questo tipo di trattamento.

Come mi preparo per la ionoforesi?

La ionoforesi non richiede alcuna preparazione speciale o avanzata. Tuttavia, assicurati di informare il tuo medico se:

  • sono incinta
  • ha l’epilessia
  • ha una condizione cardiaca
  • avere un pacemaker o altri impianti metallici, come protesi articolari artificiali

Potrebbe non essere possibile sottoporsi a iontoforesi se si dispone di una delle condizioni mediche o dei dispositivi di cui sopra. In tal caso, il medico consiglierà altre opzioni.

Se è possibile sottoporsi a ionoforesi, è utile applicare una piccola quantità di vaselina su eventuali tagli o graffi sulla pelle prima di iniziare una sessione. Questo proteggerà le ferite aperte dall’irritazione durante il trattamento.

Se stai eseguendo un trattamento di ionoforesi a casa, è anche utile aggiungere prima un cucchiaino di bicarbonato di sodio all’acqua. Ciò regolerà il livello di pH dell’acqua e contribuirà a garantire che il trattamento sia efficace.

Cosa succede durante la ionoforesi?

Quando viene utilizzata come trattamento per l’iperidrosi, la ionoforesi viene spesso eseguita presso uno studio medico. Tuttavia, potresti essere in grado di eseguire i trattamenti a casa se acquisti la macchina.

Metterai la parte del corpo interessata in una bacinella d’acqua. Il tuo medico accenderà quindi la macchina e aumenterà la corrente fino a sentire una leggera sensazione di formicolio sulla pelle. Questo non dovrebbe causare alcun dolore.

Ionoforesi per iperidrosi

La maggior parte delle sessioni di ionoforesi per l’iperidrosi dura dai 25 ai 45 minuti. Tuttavia, probabilmente avrai bisogno di più di una sessione per notare un cambiamento nei tuoi sintomi.

Alcune persone con iperidrosi richiedono trattamenti regolari. Il medico programmerà una serie di sessioni in base ai sintomi. Potrebbero consigliarti di acquistare una macchina portatile da utilizzare a casa.

Ionoforesi per un infortunio sportivo

Quando viene utilizzata come trattamento per un infortunio sportivo, la ionoforesi viene sempre eseguita presso uno studio medico. Il tuo medico aggiungerà un farmaco antinfiammatorio a una bacinella d’acqua e posizionerai l’area ferita nell’acqua.

Quindi, il medico applicherà una leggera corrente elettrica all’acqua medicata. Sentirai una sensazione di formicolio dalla corrente elettrica, ma non dovrebbe essere doloroso.

La maggior parte delle sessioni di ionoforesi per infortuni sportivi dura dai 10 ai 15 minuti. Il medico può ordinare diverse sessioni a settimana fino a quando la ferita non inizia a guarire.

La ionoforesi è una procedura sicura e indolore. Alcune persone possono manifestare effetti collaterali a causa della ionoforesi, ma gli effetti di solito non sono gravi.

L’effetto collaterale più comune è la secchezza della pelle. Sulla pelle potrebbero anche verificarsi vesciche, desquamazione e irritazione.

Tuttavia, questi effetti collaterali di solito possono essere trattati applicando una crema idratante sulla pelle dopo ogni sessione. Anche una crema all’idrocortisone da banco può aiutarti a sentirti più a tuo agio.

Ionoforesi per il cancro

I dispositivi ionoforetici sono stati utilizzati per fornire una varietà di agenti antitumorali.

Questi dispositivi hanno mostrato risultati promettenti negli studi preclinici e clinici per il retinoblastoma (un tipo di cancro agli occhi), la pelle, la vescica e i tumori del pancreas.

Gli agenti chemioterapici per il trattamento dei tumori della testa e del collo possono anche essere somministrati utilizzando la ionoforesi.

Il trattamento chemioterapico locale iontoforetico porta alla riduzione degli effetti collaterali dei farmaci ed è consigliato per i farmaci che sono troppo tossici quando somministrati per via sistemica.

I farmaci antitumorali che possono essere somministrati tramite dispositivi iontoforetici includono cisplatino e 5-fluorouracile, usati per trattare il cancro della pelle.

Anche altri farmaci antitumorali, inclusi imatinib mesilato e il complesso STAT3 siRNA, possono essere somministrati tramite ionoforesi.

Quanto è efficace la ionoforesi?

La ionoforesi è generalmente efficace nel trattamento dell’iperidrosi. Le persone spesso si sottopongono a sessioni di trattamento da 20 a 40 minuti più volte alla settimana fino a quando la sudorazione non scende a un livello desiderabile.

A quel punto, i trattamenti vengono programmati meno frequentemente, di solito circa una volta alla settimana.

I trattamenti di ionoforesi devono essere eseguiti regolarmente e prima che la sudorazione aumenti per mantenere i risultati.

I trattamenti di ionoforesi in corso per gli infortuni sportivi sono necessari solo fino a quando un infortunio inizia a guarire.

La maggior parte delle persone con lesioni sportive si sottopone a una manciata di sessioni di trattamento da 5 a 10 minuti nell’arco di una o due settimane per promuovere la guarigione.

Dopo quel punto, la terapia fisica, il riposo e una corretta alimentazione continueranno ad aiutare il processo di guarigione.

In uno studio che ha coinvolto un paziente con carcinoma basocellulare, l’efficacia del trattamento con ionoforesi è stata confermata da biopsie, che non hanno rivelato alcuna evidenza di carcinoma basocellulare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here