Il leader australiano limita le vacanze mentre i vigili del fuoco vengono uccisi in enormi incendi

0
69

SYDNEY – Il primo ministro australiano Scott Morrison ha emesso una rara scusa pubblica mentre ha interrotto una vacanza hawaiana venerdì dopo che due vigili del fuoco volontari sono stati uccisi combattendo incendi che stanno devastando gran parte della costa orientale del paese.

La polizia blocca la vecchia autostrada Hume mentre un incendio salta la strada vicino alla città di Tahmoor mentre il Green Wattle Creek Fire minaccia una serie di comunità nel sud-ovest di Sydney, in Australia, il 19 dicembre 2019. Immagine AAP / Dean Lewins / via REUTERS

L'Australia ha combattuto incendi nell'est per settimane, con incendi che hanno distrutto più di 700 case e quasi 3 milioni di acri (1,2 milioni di ettari) di boscaglie.

La morte dei due vigili del fuoco durante la notte quando il loro camion dei pompieri è stato colpito da un albero che cadeva mentre attraversava la prima linea di un incendio ha portato il bilancio delle vittime dall'inizio di ottobre alle otto.

"Questo è un evento assolutamente devastante in quella che è già stata una giornata e una stagione degli incendi incredibilmente difficili", ha dichiarato il servizio antincendio rurale dello stato del New South Wales (NSW) in una nota.

Poco dopo l'annuncio della morte della coppia, Morrison ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava che sarebbe tornato al più presto da una vacanza in famiglia alle Hawaii, un viaggio che ha suscitato aspre critiche nei giorni scorsi con l'approfondirsi della crisi degli incendi.

Il governo conservatore della coalizione nazionale-liberale di Morrison è stato sottoposto a forti pressioni per difendere le sue politiche sui cambiamenti climatici poiché ha minimizzato i collegamenti con l'arrivo anticipato senza precedenti e la gravità della stagione degli incendi di quest'anno.

"Mi rammarico profondamente per qualsiasi offesa causata a uno dei tanti australiani colpiti dai terribili incendi boschivi dal mio congedo con la famiglia in questo momento", ha detto Morrison nella dichiarazione.

Morrison in seguito disse alla radio da 2 GB che il viaggio era stato programmato come una sorpresa per le sue giovani figlie per sostituire le ferie originariamente programmate per gennaio che aveva annullato a causa di viaggi ufficiali in Giappone e India.

Centinaia di manifestanti si erano radunati fuori dalla sua residenza di Sydney giovedì. Un manifestante, che indossava una maglietta hawaiana, portava un cartello con la scritta "ScoMo, dove diavolo sei?" Riferendosi al soprannome del leader e ad un noto annuncio internazionale per Tourism Australia.

L'Australia è uno dei maggiori produttori di carbonio pro capite al mondo per la sua dipendenza dalle centrali elettriche a carbone. Si è impegnata a ridurre le emissioni di carbonio del 26% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030, ma i critici accusano Morrison di aver prestato servizio a tale impegno.

A giugno, il governo ha approvato la costruzione di una nuova miniera di carbone nello stato del Queensland da parte dell'India Adani Enterprises, che dovrebbe produrre da 8 a 10 milioni di tonnellate di carbone termico all'anno.

Mentre Morrison si stava scusando alla radio venerdì mattina, il leader del Partito laburista dell'opposizione Anthony Albanese stava facendo colazione ai pompieri vicino alla prima linea di un incendio nelle zone rurali di Bilpin.

L'RFS ha nominato i vigili del fuoco volontari morti come Andrew O’Dwyer, 36 anni e Geoffrey Keaton, 32 anni, entrambi padri di bambini di 19 mesi. Altri tre pompieri sono rimasti feriti nell'incidente del camion.

Giovedì prima, due pompieri maschi sono stati portati in aereo in ospedale con ustioni al viso, alle braccia e alle gambe, mentre una collega di sesso femminile è stata portata in ambulanza in ospedale dopo essere stata inghiottita dalle fiamme.

AVVISO DI VIAGGIO NATALE

Gli incendi hanno provocato giorni di forte inquinamento a Sydney, spingendo la qualità dell'aria a livelli di pericolo senza precedenti e provocando immagini virali di fumo pesante che foschia sul porto di solito scintillante e monumenti come il Teatro dell'Opera.

Gli incendi sono stati stimolati questa settimana, da temperature record in tutto il paese che hanno portato il New South Wales, lo stato più popoloso con 7 milioni di persone, a dichiarare uno stato di emergenza di sette giorni.

La dichiarazione di giovedì ha dato ai vigili del fuoco ampi poteri per controllare le risorse del governo, forzare l'evacuazione, chiudere le strade e chiudere i servizi pubblici.

Le temperature sono scese di venerdì, ma si prevede che tornino ai massimi quasi record di sabato, che i vigili del fuoco temono di alimentare alcuni dei circa 100 incendi che bruciano in tutto lo stato.

Un elicottero viene visto durante un incendio boschivo vicino a Bilpin, 90 km a nord ovest di Sydney, in Australia, il 19 dicembre 2019. Immagine AAP / Mick Tsikas / via REUTERS

Giorni di Natale, un'epoca in cui molti australiani si dirigono verso la costa per le vacanze, il Premier Gladys Berejiklian del NSW ha esortato le persone a riconsiderare i piani di viaggio.

"La cosa più importante per noi è che tutti sono al sicuro e se ciò significa cambiare i tuoi piani per Natale, ti chiediamo di farlo", ha detto Berejiklian ai giornalisti a Sydney.

(GRAFICO: Foreste in fiamme: le immagini spaziali mostrano gli incendi boschivi dell'Australia sotto una luce diversa – qui)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here