Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Comprensione dei problemi sensoriali nei bambini

Comprensione dei problemi sensoriali nei bambini

0
83

1168891600

Problemi sensoriali si verificano quando un bambino ha difficoltà a ricevere e rispondere alle informazioni dei propri sensi. I bambini che hanno problemi sensoriali possono provare avversione per tutto ciò che innesca i loro sensi, come luce, suono, tatto, gusto o olfatto.

I sintomi comuni di problemi di elaborazione sensoriale possono includere:

  • iperattività
  • mettendo spesso le cose in bocca
  • resistere agli abbracci

Sfortunatamente, non si sa molto sui problemi sensoriali o sul perché alcuni bambini li sperimentano, ma non altri.

Continua a leggere per saperne di più su cosa fanno i bambini se hanno un sovraccarico sensoriale e cosa si può fare per aiutarli a elaborare le informazioni sensoriali.

Cos'è l'elaborazione sensoriale?

Potresti aver imparato a conoscere i cinque sensi nella scuola elementare, ma la verità è che fai esperienza del mondo con più di cinque sensi.

L'elaborazione sensoriale è divisa in otto tipi principali:

  • Propriocezione. Questo è il senso "interno" di consapevolezza che hai per il tuo corpo. È ciò che ti aiuta a mantenere la postura e il controllo motorio, ad esempio. È anche ciò che ti dice su come ti muovi e occupi spazio.
  • Vestibolare. Questo termine si riferisce al riconoscimento spaziale dell'orecchio interno. È ciò che ti mantiene equilibrato e coordinato.
  • Interoception. Questo è il senso di ciò che sta accadendo nel tuo corpo. Può essere meglio compreso come "ti senti". Ciò include se senti caldo o freddo e se senti le tue emozioni.
  • Cinque sensi. Infine, ci sono i 5 sensi comuni: tatto, udito, gusto, olfatto e vista.

I problemi sensoriali sono stati precedentemente chiamati un disturbo dell'elaborazione sensoriale. Il disturbo, tuttavia, non è riconosciuto ufficialmente dal Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, 5a edizione (DSM-5).

Invece del proprio disturbo, molti medici ed esperti ritengono che i problemi sensoriali siano una componente di un'altra condizione o disturbo. Questo è uno dei motivi per cui si sa poco del problema e come trattarlo al meglio.

Ma ciò che è noto può aiutare genitori, operatori sanitari e altri operatori sanitari a comprendere le esperienze dei loro figli e fornire supporto.

Quali sono i sintomi di problemi di elaborazione sensoriale?

I sintomi di problemi di elaborazione sensoriale possono dipendere dal modo in cui un bambino elabora le sensazioni.

I bambini che sono facilmente stimolati possono avere ipersensibilità. I bambini che non sono così facilmente stimolati provano meno sensazioni e hanno iposensibilità.

Il tipo di sensibilità di tuo figlio può in gran parte determinare quali sono i loro sintomi.

Ad esempio, i bambini che sono ipersensibili spesso reagiscono come se tutto fosse troppo rumoroso o troppo luminoso. Questi bambini possono avere difficoltà a trovarsi in stanze rumorose. Possono anche avere reazioni avverse agli odori.

Queste reazioni fuori misura possono causare:

  • una soglia del dolore bassa
  • appare goffo
  • in fuga senza riguardo per la sicurezza
  • coprendo frequentemente occhi o orecchie
  • preferenze alimentari esigenti

Ma i bambini che sono iposensibili bramano l'interazione con il mondo che li circonda. Potrebbero interagire maggiormente con l'ambiente circostante per ottenere feedback sensoriali.

In effetti, questo può farli sembrare iperattivi, quando in realtà possono semplicemente cercare di rendere i loro sensi più coinvolti.

sintomi di iposensibilità sensoriale

  • un'alta soglia del dolore
  • sbattere contro i muri
  • cose toccanti
  • mettendo le cose in bocca
  • dare abbracci agli orsi
  • schiantarsi contro altre persone o cose

Cosa causa problemi sensoriali nei bambini?

Non è chiaro cosa causa problemi sensoriali nei bambini. Inoltre, non è chiaro se ciò possa accadere da solo.

Alcuni medici e operatori sanitari ritengono che sia un sintomo di un altro problema, non un problema proprio.

Tuttavia, nonostante non sia un disturbo ufficiale, alcune ricerche hanno fatto luce su quali bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare problemi sensoriali e perché.

UN Studio del 2006 dei gemelli hanno scoperto che l'ipersensibilità alla luce e al suono può avere una componente genetica. Se un gemello fosse eccessivamente sensibile, le probabilità sarebbero maggiori che anche l'altro gemello lo sia.

Lo studio ha anche rivelato che i bambini che hanno paura o ansia possono mostrare più problemi sensoriali quando hanno a che fare con stimoli tattili come lavarsi i capelli.

Oltre alla possibile connessione nei geni, i problemi sensoriali possono anche verificarsi più frequentemente nei bambini nati prematuramente o in quelli che hanno avuto complicanze congenite.

Una possibile attività cerebrale anormale potrebbe cambiare il modo in cui il cervello risponde ai sensi e agli stimoli.

I problemi sensoriali fanno parte di un'altra condizione?

Molti medici non credono che i problemi sensoriali siano il loro disturbo. Ma ciò che è chiaro è che alcune persone hanno problemi nell'elaborare ciò che sentono, vedono, odorano, assaggiano o sentono.

Nella maggior parte dei casi, si verificano problemi sensoriali nei bambini. Molti di questi bambini sono nello spettro autistico. Anche gli adulti dello spettro possono sperimentare problemi sensoriali.

Altre condizioni o disturbi legati a problemi sensoriali includono:

  • disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)
  • disturbo ossessivo-compulsivo (DOC)

Anche i ritardi nello sviluppo non sono rari nelle persone con problemi sensoriali.

È importante notare, tuttavia, che i bambini con ADHD sperimentano iperattività per una ragione molto diversa rispetto ai bambini che hanno problemi sensoriali.

Le persone che hanno l'ADHD possono avere problemi di concentrazione o di stare fermi. Le persone con problemi sensoriali possono avere difficoltà a stare fermi perché bramano interazioni sensoriali con il mondo che li circonda o sono infastidite dal loro ambiente.

Come vengono diagnosticati i problemi sensoriali?

I problemi sensoriali non sono una condizione ufficiale. Ciò significa che non esistono criteri formali per una diagnosi.

Invece, medici, educatori o operatori sanitari che lavorano con bambini che hanno problemi con l'elaborazione delle informazioni sensoriali lavorano su ciò che vedono nei comportamenti e nelle interazioni del bambino. In generale, questi problemi sensoriali sono altamente visibili. Ciò semplifica la diagnosi.

In alcuni casi, i professionisti possono utilizzare i test di integrazione sensoriale e prassi (SIPT) o la misura di elaborazione sensoriale (SPM). Entrambi questi test possono aiutare gli operatori sanitari e gli educatori a comprendere meglio il funzionamento sensoriale di un bambino.

Quando consultare il medico

Se sospetti che tuo figlio abbia problemi sensoriali, questi segni potrebbero indicare che è tempo di parlare con il tuo medico:

  • Il comportamento interrompe la vita di tutti i giorni. Quando è difficile portare avanti una giornata normale, i sintomi possono essere abbastanza gravi da discutere con un medico.
  • I sintomi prendono una svolta drammatica. Se il tuo bambino goffo improvvisamente ha difficoltà a stare in piedi o muoversi, è tempo di vedere un medico.
  • Le reazioni sono diventate troppo difficili da gestire. Non c'è un aiuto rapido per problemi sensoriali. Tuttavia, potresti essere in grado di aiutare tuo figlio ad imparare a gestire il proprio comportamento con l'aiuto di professionisti formati.

Qual è il trattamento per i problemi sensoriali?

Non esiste un trattamento standard per problemi sensoriali. Tuttavia, alcune opzioni sono emerse come soluzioni praticabili.

Terapia occupazionale

Un terapista occupazionale può aiutare un bambino a praticare o imparare a fare attività che normalmente evitano a causa di problemi sensoriali.

Fisioterapia

Un fisioterapista può sviluppare una dieta sensoriale. Questo è un regime di attività progettate per saziare la brama di input sensoriali. Questo può includere fare jacks o correre sul posto.

Terapia di integrazione sensoriale

Entrambe queste opzioni di trattamento fanno parte della terapia di integrazione sensoriale.

Questo approccio dovrebbe aiutare i bambini a imparare i modi per rispondere in modo appropriato ai loro sensi. È progettato per aiutarli a capire in che modo differiscono le loro esperienze in modo da poter valutare correttamente una risposta più tipica.

Mentre ci sono segnalazioni di persone aiutate dalla terapia di integrazione sensoriale, la sua efficacia non è stata dimostrata.

Qual è la prospettiva per i bambini con problemi sensoriali?

Non esiste una cura per i problemi sensoriali. Alcuni bambini possono sperimentare meno con l'età, mentre altri possono semplicemente imparare a far fronte alle esperienze.

Alcuni medici non trattano i problemi sensoriali da soli, ma piuttosto prendono di mira i sintomi durante il trattamento complessivo per la condizione diagnosticata, come il disturbo dello spettro autistico o l'ADHD.

Se ritieni che tuo figlio abbia problemi a elaborare ciò che percepisce e non ha altre condizioni mediche di base, le opzioni di trattamento convalidate potrebbero essere limitate.

Poiché non è considerato un disturbo ufficiale, non tutti sono desiderosi di trattare o speculare su trattamenti che non si sono dimostrati affidabili per essere efficaci nel cambiare i comportamenti.

La linea di fondo

I nostri sensi ci raccontano molto del mondo che ci circonda – da come ha un odore a come ti trovi dentro.

Se tuo figlio ha difficoltà a raccogliere e interpretare questi input sensoriali, potrebbero mostrare segni di problemi sensoriali. Questi possono includere difficoltà di equilibrio e coordinazione, urla o aggressività quando si desidera l'attenzione e saltare su e giù frequentemente.

Ma i trattamenti, inclusa la terapia occupazionale, possono aiutare i bambini e gli adulti che hanno problemi sensoriali a imparare ad affrontare il mondo che li circonda. L'obiettivo del trattamento è ridurre le reazioni eccessive e trovare sbocchi più sani per queste esperienze sensoriali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here