Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Calcolatore del rischio di malattie cardiache

Calcolatore del rischio di malattie cardiache

0
4

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte sia negli uomini che nelle donne. Oltre 700.000 americani subiscono un attacco di cuore ogni anno. Potresti già prendere provvedimenti per ridurre il rischio, ma come fai a sapere se stai facendo abbastanza?

Come risultato di diversi studi a lungo termine, gli scienziati hanno determinato i fattori di rischio chiave che possono aumentare la possibilità di contrarre malattie cardiache o infarto nel corso della vita. Monitorando i tuoi fattori di rischio, puoi determinare quanto devi essere aggressivo nell’adottare cambiamenti e trattamenti nello stile di vita.

Della tua età

Il tuo rischio di malattie cardiache aumenta con l’età, indipendentemente dagli altri fattori di rischio. Il rischio aumenta per gli uomini dopo i 45 anni e per le donne dopo i 55 anni o dopo la menopausa. Si ritiene che l’ormone estrogeno aiuti a proteggere il cuore. Questo è il motivo per cui un calo dei livelli di estrogeni nel corpo di una donna dopo la menopausa aumenta il rischio di malattie cardiache.

Nel tempo, il graduale accumulo di placche di grasso nelle arterie può diventare un problema. Invecchiando, questo accumulo può causare il restringimento delle arterie nel punto in cui dovrebbe fluire il sangue. A volte, un coagulo di sangue può formarsi e bloccare il flusso sanguigno in un’arteria coronaria. Ciò può causare un attacco di cuore.

Il tuo sesso

Gli uomini sono a maggior rischio di malattie cardiache rispetto alle donne. Si stima che il 70-89% degli eventi cardiaci improvvisi si verifichi negli uomini. Finora, gli scienziati non sono sicuri del motivo per cui questo è, ma gli studi hanno indicato che gli ormoni sessuali possono essere una causa.

Uno studio sul sesso maschile e alcuni ormoni ha scoperto che due ormoni sessuali sono collegati a livelli aumentati di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), che è considerato colesterolo cattivo, e bassi livelli di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), che è considerato colesterolo buono . Un altro studio ha indicato che il cromosoma Y, che è unico per gli uomini, potrebbe anche contribuire a un aumento del rischio di malattia coronarica. Indipendentemente dal motivo, gli uomini corrono un rischio più elevato di malattie cardiache in generale e tendono a svilupparlo in età precoce rispetto alle donne. Tuttavia, le malattie cardiache sono anche la principale causa di morte nelle donne.

I tuoi livelli di colesterolo totale

Il tuo colesterolo totale è un potenziale fattore di rischio per le malattie cardiache. L’American Heart Association definisce il colesterolo totale come la somma dei livelli di colesterolo HDL e LDL e del 20 percento del livello di trigliceridi. Il colesterolo è una parte fondamentale della placca che può accumularsi nelle arterie. La placca è composta da grasso, colesterolo, calcio e altre sostanze. La teoria è che più colesterolo e grasso hai nel sangue, maggiori sono le possibilità che possano essere convertiti in accumulo di placca nelle arterie.

Il tuo livello di colesterolo HDL

Gli scienziati hanno scoperto che tutto il colesterolo non è lo stesso. Il colesterolo HDL è effettivamente protettivo contro le malattie cardiache. Gli scienziati non sono esattamente sicuri del perché, ma credono che aiuti a ridurre l’infiammazione, che contribuisce alla salute del cuore. Aiuta anche a trasferire il colesterolo al fegato, dove può essere elaborato dal corpo. Il consenso generale è che maggiore è il livello di HDL, minore è il rischio di malattie cardiache.

La tua storia di fumo

Fumare prodotti a base di tabacco aumenta il rischio complessivo di malattie cardiache. La nicotina e altre sostanze chimiche nelle sigarette danneggiano il cuore ei vasi sanguigni, aumentando il rischio di restringimento delle arterie a causa dell’aterosclerosi.

Questo rischio aumenta anche se fumi solo una volta ogni tanto. Fortunatamente, non importa quanto o per quanto tempo hai fumato, smettere di fumare andrà a beneficio del tuo cuore. Riduce il rischio di sviluppare o morire per malattie cardiache e riduce il rischio di aterosclerosi nel tempo. Smettere di fumare può anche aiutare a invertire i danni al cuore e ai vasi sanguigni.

La tua pressione sanguigna

Il primo numero della lettura della pressione sanguigna può anche darti un’idea del tuo rischio di malattie cardiache. Questo numero si riferisce alla pressione sanguigna “sistolica”. Questa è la pressione nelle arterie quando il tuo cuore batte e fa pulsare il sangue contro la parete delle arterie. Il secondo numero si riferisce alla tua pressione sanguigna “diastolica”. Questa è la pressione nelle arterie tra i battiti cardiaci, che è quando le camere inferiori del cuore si rilassano.

La misurazione sistolica in genere aumenta con l’età. È considerato più indicativo del rischio di malattie cardiache. Ciò è dovuto alla crescente rigidità delle arterie e all’accumulo di placca a lungo termine.

Ecco alcune linee guida per la pressione sanguigna:

  • Pressione sanguigna normale: sistolica inferiore a 120 mmHg e diastolica inferiore a 80 mmHg
  • Elevata: sistolica da 120 a 129 mmHg e diastolica inferiore a 80 mmHg
  • Ipertensione di stadio 1 (pressione sanguigna alta): sistolica da 130 a 139 mmHg o diastolica da 80 a 89 mmHg
  • Ipertensione di stadio 2: sistolica 140 mmHg o superiore o diastolica 90 mmHg o superiore

L’assunzione di farmaci per ridurre la pressione sanguigna riduce il rischio di avere un attacco di cuore.

Indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno il diabete mellito

Molti calcolatori del rischio di malattie cardiache hanno aggiunto il diabete all’elenco. Se hai il diabete, hai quasi il doppio delle probabilità di morire di malattie cardiache rispetto a qualcuno che non ha il diabete.

Nel tempo, livelli elevati di glucosio (zucchero) nel sangue possono portare ad un aumento del deposito di materiali grassi contro un’arteria o un’altra parete luminale dei vasi sanguigni con conseguente restringimento e indurimento dell’arteria, che fa parte di un processo noto come aterosclerosi.

Visita il sito web dell’American Heart Association per utilizzare il suo calcolatore del rischio cardiaco. Dopo aver risposto ad alcune domande sulla tua pressione sanguigna, colesterolo totale e HDL, età e poche altre cose, il sito ti darà la tua percentuale di rischio. Assicurati di fare controlli regolari con il tuo medico per gestire tutti i tuoi fattori di rischio e per mantenere il rischio di malattie cardiache il più basso possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here