Le ballerine dell'Opera di Parigi, che si ritirano a 42 anni, danno una scossa ai piani pensionistici di Macron

0
67

PARIGI – Le ballerine in tutù bianco hanno ballato scene del Lago dei cigni sul piazzale dell'Opera di Parigi martedì per protestare contro i piani del presidente Emmanuel Macron di rottamare le loro speciali prestazioni pensionistiche.

Una vista mostra il teatro dell'opera del Palais Garnier con uno striscione che recita '' Opera di Parigi in sciopero '' dopo 20 giorni di sciopero contro i piani di riforma delle pensioni a Parigi, Francia, 24 dicembre 2019. REUTERS / Gonzalo Fuentes

Sostenuti da musicisti della Paris Symphony Orchestra, i ballerini hanno eseguito la loro improvvisata interpretazione di 20 minuti davanti a centinaia di curiosi. Dietro di loro c'erano striscioni con la scritta "Cultura in pericolo".

I ballerini dell'Opera di Parigi hanno un piano pensionistico su misura risalente al 17 ° secolo. Include il diritto alla pensione con pensione completa all'età di 42 anni, due decenni prima del lavoratore medio.

Potrebbero perdere quei benefici se Macron avanza con una revisione pianificata di un sistema pensionistico contorto che, secondo lui, sarà più equo, incentiva i lavoratori a rimanere nella forza lavoro fino a 64 anni e a bilanciare il bilancio delle pensioni.

"Iniziamo la danza classica all'età di 8 anni. Alla fine della nostra adolescenza, stiamo subendo lesioni ricorrenti", ha dichiarato la ballerina Heloise Jocqueviel. "Una volta raggiunta l'età di 42 anni, soffri già di artrite, fratture da stress, ernie e in alcuni casi fianchi di titanio.

"È difficile mantenere un livello di eccellenza fino al 42, ma 64 sembra impossibile".

I ballerini sono in sciopero al fianco di altri lavoratori del settore pubblico, compresi gli attori della Comedie Francaise statale, dal 5 dicembre. Decine di spettacoli sono stati cancellati.

Gli scioperi hanno causato il caos dei viaggi, hanno costretto le scuole a chiudere e hanno provocato la chiusura della raffineria. Macron e il suo governo si rifiutano di arretrare, ma riprenderanno i negoziati con i sindacati all'inizio di gennaio.

Il teatro dell'Opera di Parigi ha dichiarato di aver perso quasi 8 milioni di euro nella vendita dei biglietti.

"È importante difendere la qualità dell'Opera di Parigi", ha dichiarato Jacques Peigne, padre di una ballerina del teatro dell'opera. "È ovvio che non sono in grado di ballare più di 42 anni".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here