Home Notizia Mondo La cognizione delle donne nella mezza età può essere collegata a fattori...

La cognizione delle donne nella mezza età può essere collegata a fattori cardiovascolari

0
40

Una nuova ricerca rileva che la salute neurologica è collegata alla salute del cuore. Tara Moore/Getty Images
  • La salute del cuore è di vitale importanza per tutti, indipendentemente dal sesso.
  • Mentre più uomini hanno problemi cardiovascolari nella mezza età, le donne con questi problemi sembrano sperimentare un livello più elevato di declino cognitivo nella mezza età.
  • Le donne sono incoraggiate a incorporare cambiamenti nello stile di vita per mitigare questa associazione.

I problemi cardiovascolari sono il principale causa di morte In tutto il mondo. Queste gravi condizioni sono spesso legate ad altri problemi di salute.

Uno studio recente, apparso sulla rivista medica Neurologia, suggerisce che le donne con condizioni cardiovascolari nella mezza età possono essere a più alto rischio di declino cognitivo rispetto agli uomini della stessa età.

Differenze di salute tra i sessi

Uomini e donne sembrano particolarmente inclini a condizioni specifiche nelle varie fasi della vita. Ad esempio, gli uomini generalmente si sviluppano fattori di rischio come ipertensione, diabete e colesterolo alto in età più giovane rispetto alle donne.

Anche gli uomini corrono un rischio maggiore di sviluppare malattie coronariche. D’altra parte, più vecchio le donne hanno un rischio maggiore di ictus rispetto agli uomini della stessa età.

Numerosi studi riportano associazioni tra metà o tarda vita problemi cardiovascolari e rischio di demenza tardiva. Alcuni studi indicano anche un collegamento tra condizioni cardiovascolari di mezza età e declino cognitivo di mezza età.

Tuttavia, ci sono state pochissime ricerche sul fatto che il legame tra salute del cuore e salute cognitiva differisca tra i sessi.

I ricercatori studiano i collegamenti

I ricercatori della Mayo Clinic di Rochester, MN, hanno studiato specificamente l’associazione tra condizioni cardiovascolari di mezza età e cognizione di mezza età e se questa associazione fosse diversa tra uomini e donne.

Secondo l’autore dello studio Michelle M. Meilke, Ph.D., professore di Epidemiologia e Neurologia presso la Mayo Clinic e membro dell’American Academy of Neurology, i risultati dello studio mostrano che le condizioni cardiovascolari e i fattori di rischio di mezza età sono associati al declino cognitivo di mezza età sia negli uomini che nelle donne. Tuttavia, il grado di associazione differiva tra i sessi.

“In realtà pensavamo di vedere più un’associazione tra gli uomini, ma alla fine abbiamo scoperto che, sebbene una percentuale maggiore di uomini avesse fattori cardiovascolari nella mezza età, sembrava esserci un effetto maggiore sulla cognizione delle donne con quei fattori ”, ha affermato il Prof. Meilke in un’intervista a MNT.

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health (NIH) e dalla GHR Foundation. I partecipanti includevano 1.857 persone di età compresa tra 50 e 69 anni che erano state arruolate nel Mayo Clinic Study of Aging e non avevano demenza all’inizio dello studio.

I partecipanti sono stati valutati clinicamente ogni 15 mesi per 3 anni. Ciò includeva diversi test per valutare la memoria, il linguaggio, la funzione esecutiva e le abilità visuospaziali.

Risultati dello studio

I ricercatori hanno scoperto che mentre più uomini che donne avevano almeno un fattore di rischio cardiovascolare, le donne che avevano fattori di rischio avevano maggiori probabilità di sperimentare un declino cognitivo.

Ad esempio, quelle donne con malattie cardiache avevano più del doppio delle probabilità rispetto agli uomini di diminuire i punteggi dei test cognitivi compositi durante il periodo di studio.

I risultati hanno anche indicato che diversi fattori di rischio cardiovascolare influenzavano aree cognitive specifiche in modo diverso tra i sessi. Diabete, malattie cardiache e livelli anormalmente elevati di colesterolo nel sangue erano associati a un calo dei punteggi linguistici solo nelle donne. L’insufficienza cardiaca congestizia è stata associata a un calo dei punteggi linguistici solo negli uomini.

Il Dr. Randolph P. Martin, professore emerito di Cardiologia presso la Emory University Healthcare e Chief Medical Officer, Caption Health, è stato chiesto da MNT commentare lo studio.

“La cosa veramente importante di questo studio è che ha mostrato inequivocabilmente che le donne nella mezza età che hanno fattori di rischio di pressione alta, anomalie del colesterolo LDL, diabete, fumo o obesità possono anche sviluppare un declino cognitivo nella mezza età e con un’incidenza maggiore rispetto a uomini.”

– Dott. Martino

Il Dr. Martin ha sottolineato l’importanza dei cambiamenti nello stile di vita per le donne tra i 40 ei 50 anni che hanno uno di questi fattori di rischio cardiovascolare.

Il Prof. Mielke ha aggiunto che spesso c’è un livello ridotto di urgenza tra gli operatori sanitari nel trattamento delle donne con problemi di salute del cuore.

“È davvero importante che le donne siano trattate in modo più aggressivo se hanno uno qualsiasi di questi fattori di rischio cardiovascolare”, ha affermato il Prof. Mielke.

I ricercatori osservano che sono necessarie ulteriori ricerche su una popolazione più ampia poiché tutti i partecipanti provenivano da una singola contea del Minnesota. Sottolineano inoltre che la ricerca futura dovrebbe concentrarsi su quali altri fattori possono contribuire alla differenza nel declino cognitivo di mezza età tra i sessi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here