Ricordando Montserrat Caballe, ‘la grande signora dell’opera’

0
15

La cantante lirica Montserrat Caballe avrebbe compiuto 89 anni martedì. Durante la sua vita è stata riconosciuta come “la migliore tra le migliori”.

La star internazionale dell’opera Montserrat Caballe si esibisce all’Opera Garnier di Parigi per celebrare il suo 60° compleanno [File: AFP]

La cantante lirica spagnola Montserrat Caballe, conosciuta anche come “La Superba”, è nata martedì 89 anni fa.

È stata ampiamente celebrata per la sua tecnica vocale distintiva del bel canto ed è stata anche riconosciuta per aver portato l’opera nelle classifiche pop cantando con il cantante dei Queen Freddie Mercury.

Il re di Spagna Felipe VI la definì “la grande signora dell’opera, leggenda della cultura universale, il meglio del meglio”.

In suo onore, Google ha cambiato il proprio logo in sei paesi. Questa è la sua storia:

Depressione e guerra civile spagnola

Maria de Montserrat Viviana Concepcion Caballe è nata a Barcellona il 12 aprile 1933.

La sua ex famiglia della classe media ha lottato finanziariamente durante la depressione degli anni ’30 e la guerra civile spagnola.

“Nonostante la guerra civile e il difficile dopoguerra in cui non si sapeva mai da dove venisse la prossima crosta di pane, [my parents] erano sempre felici e ottimisti”, ha detto in seguito Caballe a Serafin Garcia Ibanez sul Corriere dell’UNESCO.

Hanno anche apprezzato la musica classica. Carles Caballe i Borras e sua moglie, Anna Folch, ascoltavano spesso la loro raccolta d’opera davanti al giovane Caballe, che mostrava un grande talento musicale.

All’età di 13 anni i genitori di Caballe riuscirono ad iscriverla al Conservatorio del Liceo.

Si è formata con Eugenia Kemeny che ha insegnato agli studenti l’allenamento del respiro. A causa di questa formazione, la cantante d’opera in seguito ha affermato di aver mantenuto una lunga carriera senza deterioramento della sua qualità vocale.

Caballe ha anche studiato sotto il direttore musicale del conservatorio, Napoleone Annovazzi, e in seguito ha approfondito la letteratura spagnola.

Si è diplomata all’età di 20 anni e ha iniziato a fare audizioni per produzioni liriche in Italia.

Traduzione: In un giorno come oggi è nato a Barcellona il soprano Montserrat Caballe. Devi guardare in tutto il suo splendore qui, in María Stuarda, un’opera che ci è piaciuta nel 1979″, ha twittato martedì l’agenzia spagnola RTVE.

Abilità naturale

Dopo non aver ottenuto alcun ruolo in Italia, ha concentrato i suoi sforzi in Svizzera. Lì trovò un ruolo con l’Opera di Basilea e negli anni successivi iniziò a esibirsi in giro per l’Europa, cantando le parti di più di 40 ruoli dalla fine degli anni ’50 all’inizio degli anni ’60.

Nel 1964, la cantante sposò il tenore spagnolo Bernabe Marti. Hanno avuto due figli, Montserrat Marti e Bernabe Marti.

Un più ampio riconoscimento internazionale arriva nel 1965 quando si esibisce nella Lucrezia Borgia di Donizetti alla Carnegie Hall di New York. La performance, un completo successo, ha portato al suo debutto nello stesso anno al Metropolitan Opera, come Marguerite nel Faust di Gounod.

La capacità naturale di Cabelle di cantare in più stili ha aperto porte diverse e l’ha esposta a una varietà di pubblico. Un altro momento chiave della sua carriera arrivò nel 1987, quando lei e il suo caro amico Mercury registrarono Barcelona, ​​l’eventuale inno per i Giochi Olimpici del 1992 nella città spagnola.

Cabelle ha affrontato molte sfide per la salute nel corso della sua carriera, tra cui un tumore benigno al cervello, un infarto e flebite. Quelle condizioni l’hanno portata a cancellare più volte le sue esibizioni.

“Annulla quando sono malata”, ha detto al Chicago Tribune nel 1995. “Ho subito sette interventi chirurgici importanti nella mia vita. Ho avuto dei tumori. Ho avuto due figli con cesarei; non ti alzi e canti il ​​giorno dopo uno di quelli. Ho avuto un incidente nel 1969 a New York che ha richiesto un intervento chirurgico e ho impiegato quattro mesi per riprendermi. Non annullo per temperamento”.

Nel 2015 è stata condannata per frode fiscale e ha rischiato la sospensione della pena di sei mesi e una multa di 250.000 euro ($ 278.000) per aver rivendicato la residenza ad Andorra.

Morì a Barcellona all’età di 85 anni.

“Muore un grande ambasciatore del nostro Paese, un soprano d’opera riconosciuto a livello internazionale”, ha detto all’epoca il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez. “La sua voce e la sua gentilezza rimarranno sempre con noi.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here