Home Notizia Mondo I sostituti del sale riducono significativamente il rischio di ipertensione, studio…

I sostituti del sale riducono significativamente il rischio di ipertensione, studio…

0
10

Una varietà di spezie secche in barattoli di vetro sugli scaffali
L’uso di sostituti del sale per ridurre l’assunzione regolare di sale può aiutare ad abbassare la pressione alta, suggerisce la ricerca. Sophia Hsin/Stocksy
  • Il consumo eccessivo di sale è un noto fattore di rischio per lo sviluppo di ipertensione.
  • Una nuova ricerca mostra che sostituire il normale sale da cucina con un sostituto del sale potrebbe aiutare regolare la pressione sanguigna negli anziani.
  • I sostituti del sale aiutano a ridurre al minimo l’assunzione di sodio aumentando l’assunzione di potassio, entrambi associati a livelli sani di pressione sanguigna.

Il consumo eccessivo di sale è un fattore globale di malattie cardiovascolari e ipertensione.

Una nuova ricerca indica che l’uso di sostituti del sale – additivi alimentari saporiti con meno sodio – al posto del sale da cucina potrebbe aiutare a ridurre il rischio di ipertensione.

Un articolo pubblicato il 12 febbraio su Giornale dell’American College of Cardiology, hanno scoperto che gli anziani con pressione sanguigna superiore alla norma che utilizzavano un sostituto del sale avevano un’incidenza inferiore di sviluppare ipertensione. Avevano anche una pressione sanguigna complessivamente più bassa rispetto a coloro che usavano il sale da cucina.

Inoltre, l’incidenza di bassa pressione sanguigna (ipotensione), un potenziale problema per la salute dei soggetti con pressione sanguigna sana, erano quasi identici tra i due gruppi.

“Ciò significa che il sostituto del sale è benefico non solo per le persone con ipertensione, come è stato dimostrato in studi precedenti, ma anche per le persone con pressione sanguigna normale, e che è sicuro”, ha affermato il dottor Yangfeng Wu, Ph.D., dirigente. ha detto il direttore dell’Istituto di ricerca clinica dell’Università di Pechino e autore senior dello studio Notizie mediche oggi.

Il sostituto del sale riduce il rischio di ipertensione del 40%

La ricerca esce dal DECIDI-Prova del sale, uno studio multicentrico condotto in 48 strutture di assistenza agli anziani in Cina. Circa il 75% dei partecipanti erano maschi e l’età media dei partecipanti era di 71 anni.

Durante i due anni di sperimentazione, gli scienziati volevano vedere in che modo le diverse iniziative sul sale avrebbero influenzato la pressione sanguigna dei partecipanti.

Il disegno fattoriale 2×2 ha confrontato l’assunzione abituale di sale e l’assunzione di sale progressivamente limitata al sale normale o a un sostituto del sale.

I partecipanti che hanno ricevuto il sostituto del sale hanno dimostrato miglioramenti nella pressione sanguigna.

Per indagare ulteriormente questi risultati, i ricercatori volevano vedere come il sostituto del sale avrebbe influenzato solo gli individui con una pressione sanguigna inferiore a 140/90 mm Hg.

Lo studio ha coinvolto circa 600 partecipanti, divisi equamente in due gruppi: uno che ha ricevuto sale normale e uno che ha ricevuto il sostituto del sale.

Per essere inclusi nello studio, i partecipanti dovevano avere una pressione sanguigna inferiore a 140/90 mm Hg per soddisfare i requisiti di pressione sanguigna “normale” degli autori dello studio e non potevano assumere alcun farmaco per la pressione sanguigna.

Tuttavia, è importante notare che la lettura ideale della pressione sanguigna è 120/80. Secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC)qualsiasi cosa al di sopra di quella considerata a rischio o preipertensiva.

Nel corso dei due anni dello studio, i ricercatori hanno scoperto che gli individui nel gruppo dei sostituti del sale avevano il 40% in meno di probabilità di sviluppare la pressione alta rispetto al gruppo del sale.

Ci sono stati 60 nuovi casi di ipertensione arteriosa tra coloro che utilizzavano il sostituto del sale rispetto ai 95 casi tra coloro che utilizzavano il sale.

Nel frattempo, i casi di ipotensione arteriosa erano più o meno uniformi: 16,6% dei soggetti nel gruppo dei sostituti del sale e 11,7% nel gruppo del sale. I ricercatori non hanno ritenuto che il risultato fosse statisticamente significativo.

La lettura media della pressione arteriosa tra i due gruppi era importante. Rispetto alla lettura di base, il gruppo dei sostituti del sale ha visto una diminuzione media di 8 punti pressione sanguigna sistolica (il numero in alto) e una diminuzione di 2 punti meno robusta, ma comunque significativa, della pressione arteriosa diastolica (il numero in basso).

“Lo studio ha dimostrato che la pressione sanguigna media è aumentata nel gruppo di controllo del sale regolare, ma è rimasta invariata nel gruppo con sostituti del sale”, ha spiegato il dottor Wu.

Gli autori notano che il sostituto del sale sembrava prevenire l’aumento della pressione sanguigna piuttosto che provocarne una diminuzione. Questa distinzione aiuta a spiegare perché i casi di bassa pressione sanguigna sono rimasti più o meno gli stessi.

Dovresti ridurre l’assunzione di sale?

Il consumo di sale è stato associato all’ipertensione e ad altri effetti negativi sulla salute come:

  • attacco di cuore
  • colpo
  • danno ai reni
  • osteoporosi

Prove crescenti dimostrano che i sostituti del sale possono essere un modo economico ed efficace per ridurre l’assunzione di sale.

In un editoriale di accompagnamento allo studio, il dottor Rik Olde Engberink, Ph.D., ricercatore presso l’Università di Amsterdam UMC, ha esaminato i potenziali effetti sulla salute pubblica dell’uso di sostituti del sale su larga scala. Ha scritto che i tentativi di frenare l’assunzione di sale a livello globale sono stati una “strategia fallimentare” e ha osservato che la sostituzione del sale è una “alternativa attraente”.

“Idealmente, le persone dovrebbero scegliere al supermercato i prodotti giusti che contengono una bassa quantità di sale e non dovrebbero aggiungere sale da soli. Lo ha detto il dottor Engberink MNT.

“Questo, tuttavia, è abbastanza difficile per i singoli individui. Preferirei che i miei pazienti mangiassero meno di 5 grammi di sale invece di mangiare 10 grammi di sostituto del sale”, ha detto.

Sale nascosto negli alimenti

Il consumo di sodio ha meno a che fare con la saliera a tavola e molto più con il modo in cui gli alimenti vengono oggi lavorati.

Solo circa Il 10% dell’apporto di sodio proviene dalla salierala stragrande maggioranza proviene da alimenti raffinati e trasformati e dal consumo fuori casa.

Kristin Kirkpatrick, dietista registrata presso la Cleveland Clinic e autrice di Salute rigenerativadetto MNT che consiglia di evitare cibi trasformati e di sostituire il sale con erbe e radici.

“Gli alimenti ultra-processati sono spesso molto ricchi di sale. I sostituti del sale possono svolgere un ruolo. Tuttavia, spesso non è il cambiamento di comportamento principale che cerco di aiutare con i miei pazienti”, ha affermato.

Qual è l’apporto ideale di sodio al giorno?

Sale e sodio sono spesso usati in modo intercambiabile, ma è importante conoscere la differenza.

Il sale da cucina è costituito da cloruro di sodio, composto per circa il 40% da sodio e per il 60% da cloruro. Quindi, in una data quantità di sale, diciamo un cucchiaio, solo il 40% è costituito da sodio, motivo per cui le raccomandazioni quotidiane per l’assunzione di sale differisce dall’assunzione di sodio.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di consumarne meno 2.000 milligrammi di sodio o 5 grammi di sale al giorno. Negli Stati Uniti, meno di 2.300 mg di sodio al giorno è raccomandato.

Il sodio non proviene esclusivamente dal sale, ma si trova anche nei conservanti come il nitrato di sodio e il bicarbonato di sodio.

Diversi sostituti del sale

D’altra parte, i sostituti del sale, come quello utilizzato nello studio, sostituiscono parte del contenuto di sodio con un altro minerale, il potassio, nonché aromi, come funghi, limone, erbe o alghe.

Nello studio DECIDE-Salt, il sostituto del sale era composto per il 62,5% da cloruro di sodio, per il 25% da cloruro di potassio e per il 12,5% da aromi alimentari essiccati.

I sostituti del sale mostrano anche un doppio vantaggio riducendo il sodio e aumentando l’assunzione di potassio – entrambi hanno dimostrato di farlo migliorare la pressione sanguigna.

“L’uso di sostituti del sale arricchiti di potassio ridurrà l’assunzione di sodio e aumenterà l’assunzione di potassio allo stesso tempo, e ha un ‘doppio effetto’ nell’abbassare la pressione sanguigna senza che siano necessari molti cambiamenti nelle abitudini di vita”, ha detto il dottor Wu.