Gli allarmi antincendio suonano alla Stazione Spaziale Internazionale

0
11

Gli allarmi antifumo sono scattati nel segmento russo della ISS durante la ricarica delle batterie della stazione, ha detto l’agenzia spaziale russa.

Questo è l’ultimo di una serie di problemi che sollevano problemi di sicurezza per le condizioni nel segmento russo [File: AP Photo via NASA]

L’equipaggio del segmento russo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha segnalato fumo e odore di plastica bruciata come fuoco e sono scattati gli allarmi antifumo.

L’agenzia spaziale russa Roscosmos ha detto che l’incidente è avvenuto giovedì alle 01:55 GMT nel modulo Zvezda di costruzione russa mentre le batterie della stazione venivano ricaricate.

Secondo Roscosmos, l’equipaggio ha attivato i filtri dell’aria ed è tornato al “riposo notturno” una volta che la qualità dell’aria è tornata alla normalità. L’equipaggio procederà con una passeggiata spaziale prevista per giovedì come previsto, ha osservato l’agenzia.

L’incidente è l’ultimo di una serie di problemi che hanno sollevato preoccupazioni per la sicurezza sulle condizioni nel segmento russo.

“Un rilevatore di fumo è stato attivato nel modulo di servizio Zvezda del segmento russo della Stazione Spaziale Internazionale durante la ricarica automatica della batteria e un allarme è scattato”, ha affermato Roscosmos in una nota.

L’astronauta francese Thomas Pesquet ha affermato che “l’odore di plastica bruciata o di apparecchiature elettroniche” si è diffuso nel segmento statunitense della stazione, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa statale russa RIA Novosti, citando una trasmissione della NASA.

La ISS è attualmente gestita dagli astronauti della NASA Mark Vande Hei, Shane Kimbrough e Megan McArthur; Oleg Novitsky e Pyotr Dubrov dei russi Roscosmos; L’astronauta della Japan Aerospace Exploration Agency Akihiko Hoshide e l’astronauta dell’Agenzia spaziale europea Pesquet.

Giovedì Novitsky e Dubrov effettueranno una passeggiata spaziale di sei ore per continuare a integrare il laboratorio scientifico Nauka di costruzione russa che è attraccato alla stazione spaziale a luglio.

“Tutti i sistemi funzionano normalmente”, ha affermato Roscosmos.

Il segmento russo della ISS ha recentemente riscontrato diversi problemi e un funzionario spaziale ha avvertito il mese scorso che un software obsoleto potrebbe portare a “guasti irreparabili”.

Il modulo di servizio Zvezda, parte del segmento russo, ha subito diverse perdite d’aria, anche all’inizio di quest’anno e nel 2019.

Citando le preoccupazioni derivanti dall’invecchiamento dell’hardware, la Russia ha precedentemente indicato che prevede di lasciare l’ISS dopo il 2025 e lanciare la propria stazione orbitale.

A luglio, l’intera ISS è uscita dall’orbita dopo che i propulsori del modulo Nauka si sono riaccesi diverse ore dopo l’attracco, un incidente che i funzionari spaziali russi hanno attribuito a un guasto del software.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here