Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Vivere con la depressione clinica: la storia di Mahevash

Vivere con la depressione clinica: la storia di Mahevash

0
4

Mahevash Shaikh ha avuto il suo primo episodio depressivo la mattina del suo 13esimo compleanno. Piuttosto che la tipica angoscia adolescenziale, Shaikh ricorda di essersi svegliato con la sensazione che non ci fosse più gioia nel mondo.

“È stato travolgente e non sapevo come farcela, quindi mi sono detto che sarebbe passato e l’ho tenuto segreto”, ha detto Shaikh.

Ha affrontato molti altri episodi depressivi negli anni successivi, ma è stato solo un tentativo di suicidio nel 2018 che a Shaikh è stato ufficialmente diagnosticato un disturbo depressivo maggiore.

“Sapevo che non ero ingrato”, ha detto Shaikh. “Avevo qualcosa che non era sotto il mio controllo: la depressione clinica. Il mio terapeuta mi ha diagnosticato non appena le ho raccontato dei miei episodi depressivi “senza motivo” nel corso degli anni”.

Dalla sua diagnosi, Shaikh è diventata una sostenitrice della salute mentale e ha costruito una piattaforma per condividere le sue esperienze con altri alle prese con la depressione.

Quando ha iniziato il suo blog Mahevash Muses, nel 2015, Shaikh afferma che il suo unico obiettivo era condividere i suoi pensieri con il mondo. Nel tempo, la sua piattaforma è cresciuta in modo organico e la sua attenzione si è spostata sulla connessione con gli altri e sul parlare di argomenti più salienti come la cultura, la società e la salute mentale.

Shaikh afferma che il suo blog è uno spazio “per anime non convenzionali che si prendono cura della loro salute mentale, vivono alle loro condizioni, abbracciano i loro difetti e le loro stranezze e trovano ispirazione ovunque possono”.

“Lo stigma della salute mentale è interiorizzato a tal punto che molte persone non sanno che stanno lottando … quando si rendono conto, si riferiscono, alcune persone cercano di ottenere aiuto, ma la maggior parte va in modalità negazione”, ha detto Shaikh.

“Ho imparato a essere sempre empatico.”

Nel tentativo di avere un impatto maggiore, Shaikh sta attualmente conseguendo un diploma online in psicologia ed è stato recentemente certificato in Terapia Razionale Emotiva Comportamentale.

Se c’è una cosa che Shaikh vuole che gli altri sappiano sulla depressione clinica, è che non c’è vergogna nel prendere antidepressivi. E il suo consiglio è di non automedicare mai e di seguire sempre la guida dei professionisti medici.

La presenza online di Shaikh le è valsa lo status di micro influencer della salute mentale. Con oltre 1.400 follower sul suo account Instagram incentrato sulla condizione, i follower di Shaikh si rivolgono a lei per speranza e consigli.

“Lavorare nel campo della salute mentale è una grave responsabilità. Devi mettere in pratica ciò che predichi”, ha detto. “Ora sono più consapevole che mai e lavoro attivamente sui miei problemi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here