Undici morti, 300 trattati dopo aver bevuto vino di cocco nelle Filippine

0
59

MANILA – Almeno 11 persone sono state uccise e oltre 300 sono state trattate in ospedale dopo aver bevuto vino di cocco nelle Filippine, tra cui alcuni che stavano celebrando a una festa di Natale, hanno detto lunedì le autorità sanitarie e locali.

L'avvelenamento è avvenuto a Laguna e Quezon, due province a sud di Manila, e tutti avevano consumato lambanog, una bevanda popolare nelle province e consumata ampiamente durante le vacanze e le celebrazioni.

Molti sono stati ricoverati negli ospedali su sollecitazione del sindaco Vener Munoz a Rizal, Laguna, dove i morti sono avvenuti tra giovedì e domenica.

Due persone che erano state in condizioni critiche stavano migliorando, ha detto alla radio locale. Il vino di cocco consumato era stato prodotto nella sua città, ha aggiunto.

Gli esami del sangue e i campioni di lambanog rimanenti sarebbero stati raccolti e analizzati lunedì, ha detto il Dipartimento della Salute.

"Tutti avevano una triste storia di ingestione di lambanog", ha detto il dipartimento, riferendosi a quelli avvelenati.

"Alcuni hanno acquistato per bere per il tempo libero e feste di compleanno, mentre altri sono stati donati da funzionari locali durante la loro festa di Natale."

La produzione e la vendita non regolamentate di lambanog sono comuni nelle Filippine e spesso vengono effettuate illegalmente con additivi pericolosi.

La Food and Drug Administration (FDA) del paese ha precedentemente messo in guardia sull'uso pericoloso e proibito del metanolo come additivo nelle birre domestiche.

Un anno fa, la FDA e la polizia sono state schierate per localizzare e confiscare Lambanog non registrato che veniva apertamente venduto al pubblico e minacciato di perseguire i venditori.

Ventuno persone sono morte dopo aver consumato lambanog l'anno scorso, secondo i media.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here