Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Stimolare i punti di pressione per alleviare l’emicrania

Stimolare i punti di pressione per alleviare l’emicrania

0
3

Persona che stimola i punti di pressione per alleviare l'emicrania

L’emicrania può essere una condizione di salute cronica e debilitante. Sebbene il dolore alla testa pulsante sia un sintomo comune degli attacchi di emicrania, non è l’unico. Gli episodi di emicrania possono anche coinvolgere:

  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • visione sfocata
  • sensibilità alla luce
  • sensibilità al suono

Il trattamento tradizionale per l’emicrania include cambiamenti nello stile di vita per evitare fattori scatenanti, farmaci antidolorifici e trattamenti preventivi come antidepressivi o anticonvulsivanti.

Per alcune persone con emicrania, stimolare i punti di pressione sul corpo può fornire sollievo. Se premi sul punto, si chiama digitopressione. Se usi un ago sottile per stimolare il punto, si chiama agopuntura.

Continua a leggere per conoscere i punti di pressione comuni utilizzati per alleviare l’emicrania e cosa dice la ricerca.

Punti di pressione

I punti di pressione utilizzati per alleviare l’emicrania includono quelli su orecchie, mani, piedi e altre aree come il viso e il collo.

Punti di pressione dell’orecchio

L’auricoloterapia è un tipo di agopuntura e digitopressione focalizzata sui punti dell’orecchio. Una revisione della ricerca del 2018 ha rilevato che l’auricoloterapia può aiutare con il dolore cronico.

Un altro studia dello stesso anno ha suggerito che l’agopuntura auricolare può migliorare i sintomi dell’emicrania nei bambini. Entrambe le recensioni hanno affermato che sono necessarie ulteriori ricerche.

I punti di pressione dell’orecchio includono:

  • Porta dell’orecchio: Conosciuto anche come SJ21 o Ermen, questo punto si trova nel punto in cui la parte superiore dell’orecchio incontra la tempia. Può essere efficace per il dolore alla mascella e al viso.
  • Dai: Questo punto si trova nella cartilagine appena sopra l’apertura del condotto uditivo. Un caso clinico del 2020 ha indicato che una donna ha trovato sollievo dal mal di testa attraverso un piercing daith, che può simulare l’agopuntura. Tuttavia, non ci sono prove sufficienti per questa pratica.
  • Apice dell’orecchio: Questo punto è anche chiamato HN6 o Erjian e si trova proprio sulla punta dell’orecchio. Può aiutare a ridurre il gonfiore e il dolore.

Punti di pressione della mano

Union Valley, chiamata anche punto di pressione LI4 o Hegu, si trova tra la base del pollice e dell’indice di ciascuna mano. Premendo su questo punto si può ridurre il dolore e il mal di testa.

Punti di pressione del piede

Gli agopunti nei tuoi piedi includono:

  • Grande ondata: Conosciuto anche come LV3 o Tai Chong, questo punto si trova nella valle tra l’alluce e il secondo dito a circa 1-2 pollici dalle dita dei piedi. Può aiutare a ridurre lo stress, l’insonnia e l’ansia.
  • Sopra le lacrime: Questo è anche chiamato GB41 o Zulinqi, e si trova tra e leggermente indietro rispetto al quarto e quinto dito. UN studio 2017 ha suggerito che l’agopuntura al GB41 e in altri punti fosse migliore per ridurre gli episodi di emicrania rispetto alle iniezioni o ai farmaci di Botox.
  • Punto in movimento: Questo può essere chiamato LV2 o Xingjian. Lo puoi trovare nella valle tra l’alluce e il secondo dito. Può ridurre il dolore alla mascella e al viso.

Altre località

Ulteriori punti di pressione su viso, collo e spalle possono anche alleviare il mal di testa e altri dolori. Loro includono:

  • Terzo occhio: Questo si trova nel mezzo della tua fronte proprio sulle sopracciglia e può essere chiamato GV24.5 o Yin Tang. Uno studio del 2019 ha rilevato che l’agopuntura su punti tra cui GV24.5 ha migliorato l’energia e lo stress in un piccolo gruppo di militari statunitensi.
  • Perforare il bambù: A volte noto come raccolta di bambù, BL2 o Zanzhu, questi sono i due punti rientrati in cui il naso raggiunge le sopracciglia. La ricerca del 2020 ha scoperto che l’agopuntura su BL2 e altri punti era efficace quanto la medicina per ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania.
  • Porte della coscienza: Questo è anche chiamato GB20 o Feng Chi. Si trova nelle due aree cave affiancate dove i muscoli del collo incontrano la base del cranio. Questo punto può aiutare con episodi di emicrania e affaticamento.
  • Spalla bene: Conosciuto anche come GB21 o Jian Jing, si trova nella parte superiore di ogni spalla, a metà della base del collo. Questo punto di pressione può ridurre il dolore, il mal di testa e la rigidità del collo.

Funziona?

Gli studi dimostrano che sia la digitopressione che l’agopuntura possono aiutare ad alleviare alcuni sintomi dell’emicrania. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche.

Ricerca dal 2017 ha scoperto che la digitopressione può aiutare a ridurre la nausea correlata all’emicrania. I partecipanti hanno ricevuto digitopressione in punti della testa e del polso per 8 settimane insieme al medicinale valproato di sodio.

Lo studio ha scoperto che la digitopressione combinata con il valproato di sodio riduceva la nausea, mentre il valproato di sodio da solo no.

Secondo uno studio pubblicato nel 2019, la digitopressione autosomministrata può anche ridurre l’affaticamento per le persone con emicrania. Sentirsi stanchi è un sintomo comune di emicrania.

Una revisione della ricerca del 2019 ha suggerito che l’agopuntura può essere più efficace dei farmaci per ridurre la frequenza degli episodi di emicrania, con minori effetti negativi. Tuttavia, ha osservato che sono necessari ulteriori studi.

Studi su questioni correlate come il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) e la sclerosi multipla hanno anche mostrato miglioramenti nella lotta al dolore con la digitopressione e l’agopuntura.

UN studio 2016 2016 esplorato i benefici auto-riferiti dell’agopuntura auricolare per i veterani che vivono con PTSD. I partecipanti a questo studio hanno descritto miglioramenti nella qualità del sonno, nei livelli di rilassamento e nel dolore, incluso il mal di testa.

UN studio 2017 ha sostenuto la fattibilità di combinare l’agopuntura con un intervento di benessere di gruppo nelle donne che gestiscono i sintomi della sclerosi multipla. La combinazione di entrambi gli interventi ha migliorato il sonno, il rilassamento, l’affaticamento e il dolore. Sono necessarie ulteriori ricerche per supportare questa evidenza.

Prendi un appuntamento con un professionista autorizzato per utilizzare la digitopressione o l’agopuntura per alleviare i sintomi dell’emicrania. Potresti anche vedere un miglioramento massaggiando i tuoi punti di pressione a casa.

Cosa aspettarsi

Se decidi di provare la digitopressione o l’agopuntura per i tuoi sintomi di emicrania, ecco cosa aspettarti:

  • Una valutazione iniziale che includa i sintomi, lo stile di vita e la salute. Questo di solito richiede circa 60 minuti.
  • Un piano di trattamento a seconda della gravità dei sintomi.
  • Trattamenti costituiti da aghi di agopuntura o punti di pressione.
  • Se si utilizzano aghi, il medico può manipolare l’ago o applicare calore o impulsi elettrici agli aghi. È possibile avvertire un leggero dolore quando un ago raggiunge la giusta profondità.
  • Gli aghi di solito rimangono per circa 10-20 minuti e generalmente non dovrebbero essere dolorosi. Gli effetti collaterali dell’agopuntura includono dolore, sanguinamento e lividi.
  • Puoi o meno rispondere immediatamente al trattamento. Rilassamento, energia extra e sollievo dai sintomi sono comuni.
  • Potresti non provare alcun sollievo, nel qual caso potrebbe non essere adatto a te.

Trigger dell’emicrania

La causa esatta dell’emicrania è sconosciuta, ma sembrano essere coinvolti sia fattori genetici che ambientali. Gli squilibri nelle sostanze chimiche del cervello possono anche causare emicrania.

Anche i cambiamenti nel tronco cerebrale e il modo in cui interagisce con il nervo trigemino possono avere un ruolo. Il tuo nervo trigemino è un importante percorso sensoriale nel tuo viso.

L’emicrania può essere scatenata da una serie di cose, tra cui:

  • alcuni alimenti, come formaggi stagionati, cibi salati, cibi lavorati o cibi contenenti aspartame o glutammato monosodico
  • alcune bevande, come vino, altri tipi di alcol o bevande contenenti caffeina
  • alcuni farmaci, come pillole anticoncezionali o vasodilatatori
  • stimoli sensoriali, come luci intense, suoni forti o odori insoliti
  • cambiamenti del tempo o della pressione atmosferica
  • cambiamenti nei tuoi ormoni durante le mestruazioni, la gravidanza o la menopausa
  • troppo sonno o mancanza di sonno
  • intensa attività fisica
  • fatica

Le donne sono all’altezza tre volte più probabile soffrire di emicrania rispetto agli uomini. Avere una storia familiare di emicrania aumenta anche il rischio di sviluppare l’emicrania.

Diagnosi di emicrania

Non esiste un test specifico per consentire al medico di diagnosticare con precisione l’emicrania. Il medico ti chiederà dei tuoi sintomi per fare una diagnosi. Potrebbero anche chiedere informazioni sulla tua storia medica familiare.

Curare l’emicrania

Il medico probabilmente consiglierà cambiamenti nello stile di vita per aiutare a curare l’emicrania. Probabilmente ti incoraggeranno a identificare ed evitare i fattori scatenanti dell’emicrania, che variano da persona a persona.

Potrebbero anche suggerirti di tenere traccia dei tuoi episodi di emicrania e dei possibili fattori scatenanti. A seconda dei fattori scatenanti, potrebbero consigliarti di:

  • cambia la tua dieta e rimani idratato
  • cambiare farmaci
  • regola il tuo programma di sonno
  • adottare misure per gestire lo stress

Ci sono anche farmaci disponibili per trattare gli attacchi di emicrania. Il medico può consigliare farmaci antidolorifici per gestire i sintomi immediati.

Possono anche prescrivere farmaci preventivi per ridurre la frequenza o la durata degli attacchi di emicrania. Ad esempio, possono prescrivere antidepressivi o anticonvulsivanti per regolare la chimica o la funzione del cervello.

Alcune terapie alternative possono anche fornire sollievo. Come accennato, la digitopressione, l’agopuntura, la massoterapia e alcuni integratori possono aiutare a prevenire o curare l’emicrania.

Porta via

Per molte persone, stimolare i punti di pressione è un modo a basso rischio per curare l’emicrania. Tieni presente che la stimolazione di alcuni punti di pressione può indurre il travaglio nelle donne in gravidanza, anche se sono necessarie ulteriori ricerche.

Se hai un disturbo della coagulazione o stai assumendo fluidificanti del sangue, sei più a rischio di sanguinamento e lividi causati dalle punture di ago.

Gli individui con pacemaker dovrebbero anche essere cauti con l’agopuntura utilizzando lievi impulsi elettrici agli aghi, poiché può alterare l’attività elettrica del pacemaker.

Parla sempre con il tuo medico prima di provare trattamenti domiciliari o terapie alternative per l’emicrania. Possono aiutarti a determinare quali cambiamenti nello stile di vita, farmaci e terapie alternative possono darti il ​​massimo sollievo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here