Recensione KTM 390 Duke del 2024 | Primo giro

0
46

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Per questa recensione della KTM 390 Duke del 2024, siamo andati ad Almeria, in Spagna, per testare la bici nuda aggiornata su strada e un corso di gimkana. (Foto di Francesc Montero e Sebas Romero)

Questo è un anno di pietre miliari. L’AMA festeggia i suoi 100 anni Cavaliere festeggia il suo cinquantesimo e KTM festeggia i “30 anni di Duke”. Quella che era iniziata come una moto nel 1994 è ora una gamma di sette modelli, tra cui 125 Duke, 250 Duke, 390 Duke, 790 Duke, 990 Duke, 1290 Super Duke GT e 1390 Super Duke R Evo. Recentemente abbiamo testato tre modelli nuovi/aggiornati – 390, 990 e 1390 – e inizieremo con la nostra recensione della KTM 390 Duke.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Una selezione di Duke nel corso degli anni, con l’originale Duke 620 al centro, tre modelli 2024 (390 Duke a destra del Duke 620, e 990 Duke (a sinistra) e 1390 Super Duke R (a destra) nella parte anteriore) e altri degli anni successivi.

Trent’anni fa, KTM – allora un piccolo produttore austriaco di moto da cross – lanciò la sua prima motocicletta focalizzata sulla strada, la Duke 620, una bici in stile supermotard nata da un’idea dell’ingegnere KTM Wolfgang Felber. Partendo da una KTM 620 R/XC dual-sport, che aveva un singolo da 602 cc con solo kickstart che produceva 56 CV, Felber ha accorciato le sospensioni e le ha dato ruote a raggi da 17 pollici calzate con pneumatici stradali appiccicosi. Con un peso di soli 315 libbre, la sfarfallio e felice Duke – dal nome di Geoff Duke, un pilota del GP di Gran Bretagna che vinse numerosi campionati del mondo – divenne una delle preferite di culto, una bici da hooligan che incoraggiava uno stile di guida turbolento.

Recensione della KTM 390 Duke del 2024 - KTM Duke 620 del 1994
In mostra al lancio del “30 Years of Duke” ad Almeria, in Spagna, c’era la prima KTM Duke 620 del 1994 uscita dalla catena di montaggio. Anche tre decenni dopo, è ancora una bici dall’aspetto tosto. (Foto dell’autore)

Oggi, KTM è il marchio più grande dell’impero Pierer Mobility, il più grande produttore di motociclette europeo che comprende anche Husqvarna, GasGas e MV Agusta. Sebbene il marchio “Ready to Race” affermi di preferire guardare al futuro piuttosto che soffermarsi sul passato, KTM ha recentemente onorato l’eredità di Duke ospitando un lancio stampa ad Almeria, in Spagna, per tre modelli nuovi/aggiornati: la 390 Duke, 990 Duke e 1390 Super Duke R Evo. Il lancio è iniziato con un giro di mezza giornata sulla 390 Duke, oggetto di questa recensione.

Imparentato: Recensione KTM 990 Duke del 2024 | Primo sguardo

Imparentato: Recensione KTM 1390 Super Duke R Evo 2024 | Primo sguardo

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Salvo dove diversamente indicato, la KTM 390 Duke del 2024 nelle foto statiche è dotata di un lungo elenco di accessori PowerParts e i suoi specchietti sono stati rimossi. Il sistema di scarico Akrapovic e le protezioni del motore sono due dei più evidenti in questa foto.

Novità | KTM 390 Duca del 2024

Lanciata in Europa nel 2013, la 390 Duke è arrivata sulle nostre coste nel 2015 (leggi la nostra recensione della prova su strada). Insieme alla 125 Duke e alla 250 Duke, la 390 Duke è prodotta in India da Bajaj sotto la scrupolosa supervisione degli ingegneri KTM. Proprio come i modelli 790 Duke e 790 Adventure di KTM sono prodotti in Cina da CFMOTO, queste partnership strategiche consentono a KTM di aumentare la propria capacità produttiva, tenere sotto controllo i costi di manodopera in costante aumento e ottenere l’accesso nazionale ai due maggiori mercati motociclistici in il mondo.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
La cilindrata della LC4 Single controbilanciata e raffreddata a liquido è stata aumentata da 373 cc a 399 cc, ottenendo un piccolo aumento di potenza e coppia.

Mentre la 390 Duke si è evoluta costantemente nel corso degli anni, il modello 2024 rappresenta un grande passo avanti. Rispetto al suo predecessore, KTM afferma che è nuovo al 90%. La cilindrata del suo motore monocilindrico raffreddato a liquido è aumentata da 373 cc a 399 cc, contribuendo a un piccolo aumento di potenza (45, rispetto a 44) e coppia (28,8 lb-ft, rispetto a 27,3). Il motore aggiornato è più leggero, ha un raffreddamento migliorato ma si riscalda anche più velocemente e ha intervalli di manutenzione più lunghi per il cambio dell’olio e l’ispezione delle valvole. Un airbox più grande si trova sotto il sedile e il serbatoio del carburante ora contiene 3,9 galloni, rispetto a 3,6.

Il telaio a traliccio in tubolare d’acciaio della 390 è stato reso più rigido e ora ha un supporto superiore per l’ammortizzatore posteriore, che è stato spostato dal centro al lato destro e posizionato con un angolo più orizzontale, abbassando l’altezza del sedile da 32,7 a 32,3 pollici. Un nuovo telaio ausiliario in alluminio pressofuso è anche più rigido e il nuovo forcellone curvo in alluminio pressofuso a reticolo aperto ha un supporto inferiore sul lato destro per l’ammortizzatore ed è curvo per accogliere lo scarico nascosto.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Le sospensioni WP anteriori e posteriori sono state aggiornate con componenti Apex regolabili. L’ammortizzatore posteriore è stato spostato sul lato destro e montato con un angolo più orizzontale per abbassare l’altezza del sedile. Il coperchio arancione del serbatoio ricavato dal pieno è un accessorio.

Come prima, le sospensioni della 390 Duke sono realizzate da WP di proprietà di KTM, ma per il 2024 vengono aggiornate con componenti Apex con specifiche superiori. La forcella rovesciata da 43 mm, tenuta in posizione da nuovi morsetti tripli, ora offre la regolazione dell’estensione e della compressione con clicker a cinque posizioni sopra i tappi della forcella. L’ammortizzatore posteriore a pistone separato ha cinque posizioni di regolazione dell’estensione oltre al precarico regolabile (entrambi facilmente eseguibili con il kit di attrezzi riposto sotto il sedile). La corsa delle sospensioni è aumentata da 5,6 a 5,9 pollici nella parte anteriore e rimane di 5,9 pollici nella parte posteriore.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Per il 2024, il freno anteriore Bybre monodisco è stato spostato sul lato destro della ruota e il disco da 320 mm è 20 mm più grande rispetto al modello dell’anno scorso. Le ruote riviste e i nuovi pneumatici Michelin Power 6 hanno ridotto il peso non sospeso di quasi 10 libbre.

Le ruote riviste in alluminio pressofuso da 17 pollici sono calzate con nuovi pneumatici Michelin Power 6 e la combinazione perde un notevole peso non sospeso di 9,5 libbre. Il peso a umido dichiarato per la bici, tuttavia, rimane lo stesso a 364 libbre. I freni a disco singolo anteriori e posteriori sono realizzati da Bybre, con una pinza anteriore radiale a 4 pistoncini che pizzica un disco da 320 mm (rispetto a 300 mm) e una pinza a 1 pistoncino. pinza posteriore con disco da 240 mm (rispetto a 230 mm). L’ABS con modalità Supermoto arretrata è standard.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Il nuovo design dei fari è simile a quello della KTM 990 Duke e 1390 Super Duke R Evo del 2024. Il coperchio del serbatoio, le leve e le leve anodizzate arancioni, nonché le protezioni delle leve sono accessori.

La 390 Duke ha un nuovo faro a LED con cornice DRL che ha la forma dei nuovi fari della 990 Duke e della 1390 Super Duke R Evo, e tutte e tre le bici condividono un display TFT a colori da 5 pollici. Con un prezzo consigliato di $6.299, l’elettronica è generalmente limitata in questa fascia di prezzo, ma la 390 Duke è dotata di acceleratore tramite cavo con due modalità di guida (Street e Rain) che regolano la risposta dell’acceleratore e il controllo della trazione adattivo magro, oltre al nuovo lancio controllo. I nuovi quadri e i menu rivisti sul TFT sono più facili da usare, ma è necessario premere più pulsanti per modificare la modalità di guida e altre impostazioni. Preferiremmo un solo pulsante per cambiare la modalità di guida al volo.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Il display TFT a colori da 5 pollici è condiviso con la 990 Duke e la 1390 Super Duke R Evo.

Com’è guidare? | KTM 390 Duca del 2024

Adoro le piccole moto sportive e ho una predilezione particolare per la 390 Duke. La mia avventura con la Duke è iniziata nel 2017, quando KTM ha ospitato il lancio di una versione aggiornata della 390 Duke a Torino, in Italia, dove abbiamo iniziato il nostro giro di prova facendo giri su una pista di prova con curve sopraelevate sul tetto dell’edificio del Lingotto, un massiccia struttura di cinque piani che è stata una fabbrica Fiat dal 1923 al 1982. Poi abbiamo girovagato per le strade di Torino prima di dirigerci verso le pendici delle Alpi. Nonostante la posizione interessante, è stata la cosa più divertente che avessi mai avuto su una bici così leggera ed economica. Il suo prezzo consigliato allora era di soli $5.299.

Recensione KTM 390 Duke 2024 - KTM 390 Duke 2017
In sella alla KTM 390 Duke 2017 su una delle curve sopraelevate della pista di prova sul tetto del Lingotto di Torino, Italia. (Foto di Sebas Romero e Marco Campelli)

Un anno dopo, abbiamo ricevuto una 390 Duke per un test sul nostro territorio, e ho strappato le chiavi a Jenny Smith abbastanza a lungo da darle una bella sferzata.

Questa volta, era una giornata fredda e limpida ad Almeria, in Spagna, quando il nostro gruppo multinazionale di giornalisti è salito su una flotta di nuove e scintillanti 390 Duke. Ne ho scelto uno in arancione KTM, con il colore brillante che si trova non solo sul serbatoio e sulla carrozzeria fortemente angolata, ma anche sul sedile, sul telaio e sulle ruote. Quando ho acceso la chiave, il quadro strumenti mi ha accolto con un’animazione “30 anni di Duke” esclusiva dei modelli 2024. Sebbene il sedile sia un po’ più basso, la 390 Duke non sembra delicata o sottodimensionata ma piuttosto snella e compatta.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Nel corso dei suoi 11 anni di storia, la KTM 390 Duke è stata aggiornata più volte. Il modello 2024 è nuovo al 90%.

Preparati

  • Casco: Shoei X-Quindici
  • Abito: Alpinestars Missile V2
  • Gilet airbag: Alpinestars Tech-Air 5
  • Guanti: Alpinestars SP-8 V3 Aria
  • Stivali: Alpinestars Supertech R ventilato

Il 390 Duke è un castoro impaziente, una macchina feroce che chiede di essere fustigata. Il suo singolo da 399 cc si accende rapidamente e si stabilizza in un dolce borbottio al minimo, ma il piccolo Duke si anima davvero quando l’acceleratore viene girato WFO. Con la potenza massima a 8.500 giri al minuto, la coppia massima a 7.000 giri al minuto e una linea rossa di 10.000 giri al minuto, vale la pena mantenere il motore in rotazione. Lascia che i giri scendano troppo e può essere difficile riprendere lo slancio su una strada tortuosa. Sebbene controbilanciato, il motore diventa ronzante agli alti regimi.

E credetemi, la Spagna ne ha più della sua giusta quota muoio strade tortuose.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
La KTM 390 Duke è una macchina compatta e stretta che è divertente da percorrere su strade strette e tecniche. L’approccio migliore è mantenere la velocità in curva e mantenere alti i giri.

Il soprannome di KTM per la 390 Duke è “Corner Rocket” ed è all’altezza del nome. Con soli 53,4 pollici tra gli assi, geometria dello sterzo sportiva e pneumatici stretti e aderenti (110/70 anteriori, 150/60 posteriori), il 390 gira quasi con la stessa rapidità con cui le sinapsi del tuo cervello trasmettono il comando alle tue mani. Sono necessari molti cambi di marcia per rimanere nella carne della fascia di potenza, e il cambio a 6 marce con frizione antisaltellamento/assistita esegue gli ordini del pilota con il minimo sforzo. Le bici che stavamo guidando avevano il Quickshifter+ opzionale installato, che ci permetteva di salire e scendere di marcia senza la frizione.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
La nuova elettronica per il 2024 include modalità di guida, controllo della trazione in curva e controllo del lancio.

La nuova sospensione Apex ha fatto un buon lavoro nell’assorbire i dossi e le rotazioni del telaio derivanti dall’essere costantemente accesi e spenti dal gas. Dato che i miei oltre 200 chili sono al di sopra della media, ho usato la chiave a gancio sotto il sedile per aumentare il precarico posteriore di alcuni clic. Allo stesso modo, i freni rallentavano abilmente la bici e il suo carico di grandi dimensioni, e le leve manuali regolabili erano apprezzate.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
Come per tutte le moto da strada KTM, il design della 390 Duke è ricco di angoli acuti.

Dopo un viaggio su strada di 75 miglia, siamo tornati in hotel, dove KTM aveva organizzato un corso di gimkana nel parcheggio. Coppie di corridori si sono affrontati testa a testa su un percorso di slalom di andata e ritorno, con il diritto di vantarsi ottenendo il tempo più veloce. Non sono un pilota, quindi anche se ho battuto l’altro pilota, non mi sono preoccupato di chiedere il mio tempo. Il giornalista più veloce è stato un ragazzo australiano che ha tagliato e tagliato a dadini il percorso in 34 secondi. Jeremy McWilliams, l’ex pilota della MotoGP, attuale pilota King Of The Baggers per Indian e pilota di sviluppo per KTM, ha battuto tutti gli avversari con un tempo di 32 secondi, mentre indossava jeans e scarpe da tennis. Dai un’occhiata alla sua pagina Instagram per vedere una foto di lui che perde l’anteriore, che ha salvato mentre si dirigeva verso la vittoria.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
KTM 390 Duke 2024 in colorazione arancione (senza accessori)

Aggiornamenti come modalità di guida, controllo della trazione in curva e sospensioni regolabili hanno spinto il prezzo della 390 Duke fino a $6.299, ma è comunque una bici dal prezzo ragionevole più divertente che mai. Ed è certamente degno dell’eredità trentennale del Duca.

Revisione della KTM 390 Duke del 2024
KTM 390 Duke 2024 in colorazione blu (senza accessori)

Scopri altre nuove bici inCavaliere‘s Guida all’acquisto di motociclette 2024

Specifiche della KTM 390 Duke 2024

  • Prezzo base: $6.299
  • Sito web: KTM.com
  • Garanzia: 2 anni, 24.000 miglia
  • Tipo di motore: Singolo trasversale raffreddato a liquido, DOHC con 4 valvole
  • Dislocamento: 399 cc
  • Alesaggio x Corsa: 89,0 x 64,0 mm
  • Potenza: 45 CV a 8.500 giri/min (dichiarazione di fabbrica)
  • Coppia: 28,8 lb-ft a 7.000 giri al minuto (dichiarazione di fabbrica)
  • Trasmissione: Frizione a bagno d’olio slittamento/assistenza a 6 velocità, azionata da cavo
  • Trasmissione finale: Catena
  • Passo: 53,4 pollici
  • Rastrello/sentiero: 24 gradi/3,7 pollici.
  • Altezza del sedile: 32,3 pollici
  • Peso umido: 364 libbre
  • Capacità del carburante: 4,0 galloni.
  • Consumo di carburante: 69 mpg (dichiarazione di fabbrica)