Recensione del libro: "My Lost Cuba" di Celso Gonzalez-Falla

0
52

"My Lost Cuba" si concentra su una ricca famiglia di agricoltori durante gli anni '50. Mike, il figlio maggiore, viene convocato a Cuba dai suoi studi universitari negli Stati Uniti per dare una mano nell'azienda di famiglia. A differenza di suo padre, è molto più a suo agio con i lavoratori e sembra ansioso di vedere i cambiamenti a Cuba. È attraverso Mike che impariamo molto sulla vita dell '"uomo comune" durante questo periodo storico

Come un pezzo che fornisce informazioni sulla storia sociale di Cuba, questo libro è sorprendente. Come romanzo, tuttavia, ho scoperto che mancava. La storia è semplicistica e il tono è piuttosto didattico. E in alcuni punti si presenta come un libro destinato a insegnare la storia. Le crisi emergono per mostrare al lettore la precarietà del governo cubano piuttosto che inoltrare la trama. Alla fine non ho capito come ogni singolo individuo che avesse bisogno di trovare un interesse amoroso entro la fine del libro.

Questo libro ha sicuramente soddisfatto il mio bisogno di capire di più sulla Cuba pre-comunista. Era perspicace e interessante da un punto di vista storico. Non è, tuttavia, il tipo di libro che consiglierei di portare in vacanza al mare a Cuba. A meno che normalmente non ti prendi il sole a bordo piscina con un enorme tomo di storia, My Lost Cuba non andrà bene. È un libro più per gli appassionati di storia di quelli che cercano un gioco letterario in cui potrebbero imparare qualcosa.

Divulgazione completa: questo libro è stato fornito al volontario dall'editore in cambio di una recensione corretta e onesta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here