Piemonte Wine Tours – Langhe Wine Region

0
116

L'Italia è sempre stata nella tua lista dei desideri? In tal caso, ti piacerà conoscere una delle gemme nascoste in Italia, una destinazione che devi assolutamente conoscere prima di prenotare il tuo viaggio. Lontano dalle folle di turisti, in una terra in cui il tempo rallenta e solo la natura è il re, le colline delle Langhe conquisteranno semplicemente la tua attenzione e ruberanno il tuo cuore.

Sommario: (Nascondere)

Langhe

Le Langhe sono una rinomata regione vinicola famosa per i suoi vini rossi e bianchi, la sua cucina eccellente e il bellissimo paesaggio con la più alta densità di vigneti in tutto il mondo. A differenza del nostro vicino francese, usiamo il dialetto locale "sorì" e non "cru" per indicare i migliori vigneti. Questi sono quelli con la migliore esposizione e quelli che prestano il loro nome all'etichetta della bottiglia. Nel dialetto locale, la parola "sorì" significa "luogo soleggiato". Una volta che sei stato nelle Langhe dovrai solo chiudere gli occhi e immaginare il dolce calore del sole sul tuo viso per far finta di essere di nuovo qui.

Scopri un viaggio unico attraverso la storia e il vino nel cuore della regione vinicola delle Langhe, patrimonio mondiale dell'UNESCO dal 2014 (insieme alle regioni vinicole limitrofe del Roero e del Monferrato). Le Langhe sono una piccola area di circa 24.700 acri in Piemonte, o Piemonte, come la chiamiamo noi, nel nord-ovest dell'Italia, dove il paese confina con Francia e Svizzera.

Le Langhe sono il paesaggio di campagna ondulata che è la culla di uno dei migliori vini del mondo, il "re dei vini", Barolo. Nessuno conosce con certezza l'origine del nome Langhe. Alcuni credono che significasse "collina" nel dialetto locale; altri insistono sul fatto che la gente chiamerebbe i castelli che decorano le colline. Ultimamente, il nome Langhe è stato paragonato al detto "Andar per Langa"Che significa vagare dalla cima di una collina alla successiva. Le Langhe hanno una grande storia, una straordinaria cultura del vino e un'eccellente tradizione culinaria. La zona è ricca di boschi, dolci pendii, tartufi naturali e, naturalmente, vigneti.

Alba

La città di Alba è il cuore delle Langhe. Alba, a sole due ore da Milano, è rinomata per i suoi tartufi bianchi, i migliori al mondo. Il tartufo bianco d'Alba viene rasato delicatamente su uova o primi piatti di pasta dopo la caccia al tartufo durante la stagione autunnale. Il prezzo di questi tartufi varia a seconda della disponibilità del mercato. In media, un tartufo bianco di Alba pesa 50 grammi (1,7 once) e il suo costo varia da $ 220 a $ 1190. Ad Alba nel 1929, Giacomo Morra iniziò l'ormai famosa Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba che si tiene ogni anno in città.

La città di Alba è anche la sede della fabbrica della Nutella. Infatti, raccoglie la maggior parte delle nocciole dalla terra circostante per diffondere la sua famosa.

Vigneti La Morra

Cantine piemontesi

La regione Piemonte rivendica 1.800 aziende vinicole. Se mai ti ritrovi a pianificare un viaggio in Italia, assicurati di trascorrere almeno un paio di giorni nelle colline delle Langhe, dove puoi assaggiare alcuni dei vini più incredibili del mondo. La zona delle Langhe è facilmente raggiungibile da ogni parte del Piemonte, così come dalle vicine regioni della Liguria e della Lombardia.

Quando visitare le Langhe

Scrivendo da Torino, la capitale del Piemonte, posso facilmente dire che i periodi migliori dell'anno per visitare questa parte della mia regione sono la tarda primavera e l'autunno, anche se il mio momento preferito per essere nelle Langhe è sicuramente l'autunno. Da settembre a novembre, puoi assistere alla più bella trasformazione: le foglie della vite diventano gialle, dorate, rosse; ogni collina cambia aspetto; la regione vinicola si trasforma in una terra infuocata.

Monforte Vinyards

Monforte Vinyards

Città Storiche

Ci sono tre città da non perdere nel tuo viaggio in questo ipotetico tour del vino sulle colline delle Langhe: la Morra, Barolo e Monforte. La maggior parte dei borghi che decorano la cima di queste colline si sono sviluppati con un'influenza francese. Tuttavia, oggi rimangono villaggi molto piccoli, che comprendono solo un castello e una chiesa, di solito vicino al municipio e una scuola. Il principale gareggiare (strade) e piazze (quadrati) riecheggiano gli stessi tre nomi ovunque: via Roma, via XX Settembre e via Cavour. Questi sono, rispettivamente, riferimenti alla capitale italiana, data del 22 settembreND 1870, quando l'esercito italiano conquistò lo Stato del Vaticano subito dopo l'unificazione del paese, e ad una figura politica molto importante, il Conte di Cavour.

La Morra

La Morra

Iniziamo il nostro viaggio da La Morra. Questa città ha il miglior punto panoramico delle Langhe. Con un'altitudine di 1.680 piedi, La Morra si affaccia sui principali vigneti del Barolo, sulla Pianura Padana (il fiume più lungo d'Italia a 650 km) e sulle Alpi. Il nome della città significa "cortile", prova dell'importanza dell'agricoltura nel territorio.

Da Piazza Martiri, che un tempo era il vivace Mercato Vecchio, una stradina pittoresca, si estende davanti a te, che prende il nome da uno dei 19esimo secolo Savoy Kings ed è pieno di deliziosi caffè e gelaterie. Una passeggiata da qui ti porterà al principale piazza, Piazza Castello. Il campanile è aperto al pubblico e offre una vista mozzafiato sui tetti e sui vigneti lontani. Altrettanto incantevole è la vista dalla piazza stessa, soprattutto se sei comodamente seduto su una delle tante panchine bagnate dal sole.

Da La Morra, puoi vedere i castelli medievali di Barolo, Castiglione Falletto e Serralunga, tra i più famosi monumenti delle Langhe. Ogni volta che inizio i miei tour da qui, cerco un posto dove fare colazione o comprare pane e grissini freschi. Perfetto per quando inizieremo presto il nostro tour del vino.

La Morra

Cantine La Morra

Tra le numerose cantine di La Morra dovresti assolutamente visitare la storica cantina Cordero di Montezemolo e la cantina Renato Ratti, entrambe idealmente situate su colline panoramiche. Essendo il centro della produzione vinicola del Barolo, le cantine La Morra hanno tradizioni molto lunghe.

La cantina Ratti si trova nella zona storica di Marcenasco, vicino al 14esimo secolo dell'Abbazia dell'Annunziata dove Renato acquistò il suo primo appezzamento di terreno negli anni '60. I loro vini eleganti includono il Barolo docg Marcenasco, il Barolo DOCG Conca, il Cedri, Villa Pattono e il Barolo docg Rocche dell'Annunziata. Qui, un'appassionata guida locale ti accompagnerà in un tour delle cantine e ti delizierà con una degustazione dei loro migliori vini nella famosa sala di degustazione di fronte ai vigneti. Puoi scegliere tour privati ​​o tour di gruppo a seconda del budget.

Su una collina vicina, la famiglia Montezemolo gestisce la tenuta sulla collina del Monfalletto da quasi 20 generazioni, dalla metà del 14esimo secolo. Sulla parte più alta della collina, c'è un albero iconico, un altro punto di riferimento delle Langhe. È l'albero di cedro del Libano. L'enorme albero fu piantato intorno al 1856 come segno d'amore per un matrimonio e si erge ancora alto e feroce circondato da vigneti. Oggi non è accessibile al pubblico, ma puoi ancora camminarci molto vicino e scattare una foto memorabile con il gigante sullo sfondo. Giovanni Cordero di Montezemolo ha ottenuto lo status di patrimonio mondiale dell'Unesco in quanto l'architettura della cantina è stata in grado di mantenere la struttura antica dopo i recenti lavori di ristrutturazione. Tra i vini di Montezemolo troverete le Langhe Nebbiolo, il Barolo Monfalletto, il Barbera d'Alba, le Langhe Arneis e le Langhe Chardonnay Elioro. Le visite alla loro cantina sono educative e divertenti.

Arneis, barbera, dolcetto e nebbiolo sono i vitigni più tipici delle Langhe, ma ogni azienda ha il suo modo speciale di produrre i propri vini. Il terreno delle Langhe ha una composizione unica: 23% sabbia, 52% terra e 25% argilla. Milioni di anni fa l'intera area era sottomarina, in altre parole era un fondale marino. Questo spiega il terreno davvero insolito e l'unicità dei vini piemontesi. Il più famoso di questi è Barolo, che prende il nome dall'omonima città, a soli quindici minuti da La Morra, e la nostra prossima fermata.

a Barolo

Barolo

Mentre il castello di La Morra fu distrutto durante l'occupazione francese, Barolo è ancora dominato dal suo elegante castello costruito per la prima volta nel 10esimo secolo. Settecento persone vivono in città e adorerai passeggiare vicino alle loro case sulla strada per il castello. Fiori e piccoli negozi rendono le strade tortuose accoglienti e accoglienti. Il castello è il cuore della città. All'interno delle sue mura si trova il WIMU, il rinomato Museo del Vino dedicato – ovviamente – ai segreti della produzione vinicola locale.

Nel 1250 la casa Falletti acquistò il castello e la moglie di Carlo T. Falletti, la marchesa Juliette Colbert, divenne una delle protagoniste della storia del vino Barolo. Insieme all'enologo Luis Oudart, il Marchese e il Conte di Cavour trasformarono un vino che era molto difficile da conservare nel Barolo che conosciamo oggi.

Il Barolo è prodotto con uve Nebbiolo e per essere considerato un vino Barolo deve invecchiare per un minimo di trentotto mesi. Dopo una passeggiata nel soleggiato Barolo, c'è la possibilità di fare una breve sosta al divertente museo del cavatappi fuori dal castello. Lo riconoscerai subito grazie al vecchio cartello a forma di classico apribottiglie. Guardiamo dentro? Il negozio di articoli da regalo all'ingresso è una vera attrazione.

Vigneti Barolo

Cantine Barolo

Da qui ci sono due cantine nella nostra lista di cose da fare. La prima cantina è più per i tradizionalisti, mentre la seconda è decisamente più un'opera d'arte contemporanea.

Il primo si trova nel comune di Barolo. Proprio sulla strada principale, possiamo trovare il Marchesi di Barolo azienda vinicola, che offre un tour del vino davvero classico e opportunità di degustazione. L'elegante tenuta ospita 18esimo cantine del secolo con una superba collezione di 30.000 bottiglie di Barolo. Tra i loro vini c'è il Barolo DOCG Cannubi che costa in media 50 € a bottiglia.

La nostra seconda cantina, L'Astemia Pentita si trova a soli cinque minuti di distanza. Una struttura unica, nel momento in cui la proprietà appare alla nostra destra, inizierai a chiederti chi ha avuto quell'idea. La cantina sembra sovrapposta a due casse di vino giganti. C'è una grande terrazza all'ingresso e Giorgio ci aspetterà sui gradini anteriori. Ci accompagnerà in un tour dei quattro piani della cantina, ognuno dipinto e decorato secondo una delle quattro stagioni. I colori sono brillanti e le bottiglie sono tutte modellate in stili unici. Questo è il posto giusto dove stare se vuoi sperimentare qualcosa di "diverso" e provare alcuni sapori speciali. I loro vini includono Barbera d'Alba, Dolcetto d'Alba, Langhe Doc Nascetta e, naturalmente, Barolo Cannubi. La collina di Cannubi è, infatti, proprio accanto alla tenuta.

Anfiteatro di Montforte

Monforte

Dopo La Morra e Barolo, dovremmo dirigerci verso Monforte, la terza città di cui ho parlato prima. Monforte ha le sue origini in epoca romana, ma fu durante il periodo medievale che il Mons Fortis – fu costruito il castello fortificato che gli dà il nome. La vista da qui è particolarmente stimolante nel tardo pomeriggio, proprio prima del tramonto. Le mura della città sono ancora visibili e solide e le strade molto ripide che si arrampicano sulla cima della collina sono famose per i loro eccellenti ristoranti. Ce ne sono molti tradizionali osterie (taverne), ristoranti moderni e ristoranti più grandi spesso scelti per ricevimenti di nozze. Per citarne solo alcuni, non dovresti perdere l'Osteria dei Catari e Le Case della Saracca.

Nel punto più alto di Monforte, riposa il 13esimo campanile del secolo, ancora intatto, due 17esimo chiese del secolo e un altro splendido punto di riferimento delle Langhe: l'anfiteatro. L'anfiteatro di Monforte prende il nome dal famoso pianista M. Horszowski (1892-1993) e ogni estate ospita un festival jazz insieme a molti altri spettacoli e concerti grazie alla sua acustica perfetta. È una parte della città da non perdere. I grandi gradini dell'anfiteatro ospitano ora uno strato di soffice erba verde e con il campanile e le chiese in mattoni nelle vicinanze, è uno dei luoghi più magici e romantici della zona.

Vigneti La Morra

Cantine Monforte

La cantina Giacomo Conterno a Monforte è, a mio avviso, una delle più raffinate di questa parte delle colline delle Langhe. La tenuta fu fondata nel 1908 dal padre di Giacomo, Giovanni Conterno. Giovanni ha iniziato tutto quando ha aperto un'enoteca nel vicino villaggio di San Giuseppe. Oggi producono uno dei più grandi vini italiani, il Barolo Monfortino. A differenza di altri vini Barolo che invecchiano per circa quattro anni, il Barolo Monfortino raggiunge i sette anni di affinamento prima dell'imbottigliamento.

Vino italiano

La legge italiana sul vino ha due classificazioni di qualità suprema: DOC e DOCG, e puoi trovare entrambi questi termini sulle etichette dei vini. DOC sta per Denominazione di Origine Controllata (Denominazione di Origine Controllata). DOCG sta per Denominazione di Origine Controllata e Garantita (Denominazione di Origine Controllata e Garantita). Le due designazioni furono introdotte a distanza di vent'anni, rispettivamente nel 1960 e nel 1980. Il DOCG è stato aggiunto per rendere le normative più restrittive. Il DOC identifica la zona in cui il vino può essere prodotto, mentre il DOCG riduce la resa massima consentita dell'uva. Ci sono 330 vini italiani DOC e 77 DOCG, 31 dei quali sono solo in Piemonte e Veneto.

Conclusione

Visitare il Piemonte può essere affascinante in tanti modi. Il tour del vino che ho appena descritto può essere prolungato e durare fino a tre giorni se decidi di esplorare le regioni del vicino Langhe e che sono altrettanto sorprendenti. Ma il Piemonte è anche ricco di storia antica, castelli gloriosi, musei di fama mondiale, giardini botanici, laghi tranquilli e pittoresche isolette. Consiglio di concedere 6-7 giorni per scoprire veramente la gemma nascosta dell'Italia che è il Piemonte e di pianificare in anticipo per sfruttare al meglio la tua vacanza italiana. Scegli il tuo ritmo: puoi viaggiare comodamente seduto in un'auto privata, esplorare i dintorni in sella a una bicicletta o persino volare in campagna in mongolfiera.

Tour dei vini piemontesi - Regione vinicola delle Langhe | Tour enogastronomici in Italia nel nord Italia #wine #tour #italy #piedmont #piedmonte #langhe # what-to-do-in

Tour dei vini piemontesi - Regione vinicola delle Langhe | Tour enogastronomici in Italia nel nord Italia #wine #tour #italy #piedmont #piedmonte #langhe # what-to-do-in

Immagine di nirolfix da Pixabay

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here