Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Morbillo vs varicella: come distinguerli

Morbillo vs varicella: come distinguerli

0
9

La varicella e il morbillo sono infezioni virali. Entrambi sono altamente contagiosi e un tempo erano considerati condizioni infantili comuni nei bambini di età inferiore ai 12 anni.

Sia la varicella che il morbillo causano eruzioni cutanee rosse sul corpo. Entrambi possono anche causare febbre. Questo è il motivo per cui alcune persone confondono le due condizioni, soprattutto nei primi giorni dell’infezione.

Riconoscere altri sintomi di queste due condizioni può aiutarti a determinare quale probabilmente hai tu o tuo figlio. Questo articolo esamina i sintomi e i trattamenti comuni che possono aiutare entrambe le condizioni. Esamina anche come prevenire l’una o l’altra infezione.

Quali sono le cause della varicella e del morbillo?

La varicella, nota anche come varicella, è causata dal virus varicella-zoster (VZV). Il morbillo, noto anche come rubeola, è causato dal virus del morbillo.

Sia la varicella che il morbillo sono altamente contagiosi. Lo afferma il Centers for Disease Control and Prevention (CDC). 90 per cento di contatti stretti che non hanno avuto la varicella o il suo vaccino svilupperanno la condizione.

Lo stesso vale per il morbillo: 9 su 10 le persone non vaccinate svilupperanno la condizione se vicino a qualcuno che ce l’ha.

Entrambi i virus sono dispersi nell’aria. Ciò significa che puoi contrarre il virus se inspiri goccioline respiratorie da qualcuno che ha la condizione. Potresti anche acquisire entrambi i virus se tocchi una superficie o un oggetto con cui qualcuno con la condizione è entrato in contatto. Il liquido delle vesciche rotte può anche diffondere la varicella.

Entrambi i virus sono anche contagiosi prima che compaiano i segni visibili della condizione.

Le persone con la varicella possono trasmettere il virus ad altri fino a 2 giorni prima che compaia un’eruzione cutanea, secondo il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie. Rimangono in grado di trasmettere il virus fino a quando tutte le vesciche non si sono rotte e si sono formate croste.

La tipica infezione da varicella dura Da 4 a 7 giorni. Le persone in gruppi ad alto rischio, come quelle con un sistema immunitario indebolito, possono avere la condizione più a lungo. Queste persone possono anche avere complicazioni a causa dell’infezione.

Le persone con il morbillo possono trasmettere il virus ad altri fino a 4 giorni prima che appaia un’eruzione cutanea. Sono quindi in grado di trasmettere il virus per altri 4 giorni dopo la comparsa dell’eruzione cutanea.

Il morbillo può richiedere più tempo per essere eliminato, a volte da 2 a 3 settimane. Le complicazioni del morbillo includono:

  • infezioni alle orecchie
  • polmonite
  • bronchite
  • encefalite (gonfiore e irritazione del cervello)

Morbillo Varicella
Periodo di incubazione 10-12 giorni 10-21 giorni
Periodo contagioso Da 4 giorni prima dell’eruzione cutanea a 4 giorni dopo l’eruzione cutanea 2 giorni prima dell’eruzione cutanea fino a quando tutte le vesciche non si formano croste

Quali sono i sintomi della varicella e del morbillo?

Sia il morbillo che la varicella causano eruzioni cutanee, ma queste eruzioni cutanee differiscono abbastanza che la comprensione delle due condizioni dovrebbe renderle più facili da distinguere.

La tipica eruzione cutanea da varicella inizia con macchie rosse sul petto, sullo stomaco, sul viso e sulla schiena. Può diffondersi anche in altre parti del corpo.

In 2 o 4 giorni, un’eruzione cutanea da varicella si svilupperà in vesciche piene di liquido, chiamate vescicole. Questi dossi sollevati sono pruriginosi e si romperanno e perderanno liquido. Non è raro che qualcuno abbia Da 250 a 500 blister.

Le vesciche rotte si crosteranno. Una volta che tutti i dossi hanno sviluppato una crosta, non sei più in grado di trasmettere il virus a qualcun altro.

Altri sintomi della varicella includono febbre, affaticamento, perdita di appetito e mal di testa. Le vesciche possono svilupparsi anche in bocca.

D’altra parte, un’eruzione cutanea da morbillo inizia come un’eruzione cutanea piatta rossa e macchiata all’attaccatura dei capelli della fronte. Può diffondersi e le macchie possono iniziare a correre insieme. In alcune persone possono svilupparsi piccole macchie piene di liquido.

Altri sintomi del morbillo includono naso che cola, tosse, mal di gola e occhi arrossati e infiammati (congiuntivite). Le persone con morbillo possono anche sviluppare macchie di Koplik, che sono piccole macchie rosse con centri blu-bianchi all’interno della bocca e sulle guance.

Sintomo Morbillo Varicella
febbre può arrivare fino a 40°C (104°F) tipicamente 101–102°F (38–39°C)
eruzione cutanea macchie rosse, inizialmente in genere sul petto, sul viso e sulla schiena, che possono diffondersi eruzione cutanea rossa e macchiata lungo l’attaccatura dei capelli della fronte che può diffondersi
rinorrea No
mal di gola No
tosse No
congiuntivite (occhi rossi e infiammati) No
lesioni in bocca Macchie Koplik (piccole macchie rosse con centri blu-bianchi) vesciche che possono formarsi in bocca
male alla testa No
perdita di appetito No
fatica No
durata 10-12 giorni o forse diverse settimane 4–7 giorni

Nelle persone con carnagioni scure, entrambe le eruzioni cutanee potrebbero non apparire visibilmente rosse. Invece, possono sembrare più scuri della pelle attorno alle eruzioni cutanee. La varicella sulle persone con la pelle più scura può assomigliare a protuberanze o brufoli in rilievo.

I sintomi della varicella negli adulti sono generalmente simili ai sintomi nei bambini. Tuttavia, gli adulti corrono un rischio maggiore di sintomi e complicazioni gravi.

Immagini di varicella e morbillo

Come vengono trattati la varicella e il morbillo?

Poiché la varicella e il morbillo sono infezioni virali, gli antibiotici non sono un trattamento efficace. Invece, il trattamento per queste due condizioni si concentra sull’attenuazione dei sintomi e sulla riduzione del rischio di complicanze.

Le persone con varicella possono assumere un antistaminico da banco (OTC), come Benadryl. Questo farmaco può aiutare a ridurre il prurito.

Un medico può prescrivere un antivirale alle persone ad alto rischio di complicanze della varicella. Questo farmaco, l’aciclovir, può ridurre la gravità dell’infezione. Dovresti prenderlo entro pochi giorni dal contatto con qualcuno che ha la condizione, altrimenti è improbabile che sia efficace.

Le persone a rischio di complicanze della varicella includono:

  • quelli con sistema immunitario indebolito
  • persone in gravidanza
  • neonati
  • persone con condizioni di indebolimento immunitario cronico come la leucemia
  • adulti che non sono stati vaccinati contro la varicella

Come posso gestire i sintomi della varicella o del morbillo a casa?

Per la maggior parte di tutti coloro che soffrono di varicella o morbillo, il focus del trattamento è in realtà sulla gestione dei sintomi. Questo può essere fatto a casa e di solito senza cure mediche.

Aiuta a ridurre e gestire i sintomi:

  • riposando molto
  • bere liquidi per mantenersi idratati
  • stare a casa da scuola, dall’asilo nido o dal lavoro per prevenire la diffusione del virus
  • prendendo antistaminici per ridurre il prurito

Altre tecniche di gestione domiciliare possono affrontare i sintomi della varicella e del morbillo:

  • Utilizzare riduttori di febbre da banco, come paracetamolo e ibuprofene. Non somministrare l’aspirina ai bambini, poiché può causare la sindrome di Reye.
  • Usa un umidificatore per alleviare il mal di gola e la tosse.
  • Indossa i guanti, soprattutto durante il sonno, per evitare di graffiare. Tieni le unghie tagliate e pulite per ridurre il rischio di infettare le vesciche.
  • Fai bagni freddi o usa impacchi freddi per ridurre il prurito. Aggiungi i prodotti di farina d’avena OTC, disponibili nelle farmacie e nelle farmacie, per lenire la pelle.
  • Evitare cibi piccanti o acidi se si sviluppano vesciche in bocca.

I vaccini sono efficaci contro la varicella e il morbillo?

La varicella e il morbillo sono entrambi facilmente prevenibili con la vaccinazione. I vaccini per entrambi i virus fanno parte dei normali programmi di vaccinazione infantile.

Ogni vaccino ha due dosi. Gli operatori sanitari in genere somministrano la prima dose di età compresa tra 12 e 15 mesi. La seconda dose, un richiamo, viene generalmente somministrata tra i 4 ei 6 anni.

In data odierna, 90 per cento dei bambini riceve la prima dose per entrambi i virus all’età di 2 anni. Il vaccino contro la varicella da solo previene 3,5 milioni di casi ogni anno. Significa anche 9.000 ricoveri in meno e 50 decessi in meno ogni anno.

Molte persone oggi potrebbero non aver avuto il vaccino contro la varicella da bambini. È diventato disponibile nel 1995. Prima di allora, era una condizione infantile molto comune.

Tuttavia, i loro figli possono essere vaccinati e possono essere certi che è altamente efficace. Secondo il CDC, ottenere due dosi del vaccino contro la varicella lo è più del 90 per cento efficace nel prevenire la varicella.

Se sei un adulto che non ha avuto la varicella da bambino e non sei vaccinato, puoi comunque ottenere il vaccino. Ti proteggerà dalla varicella e ti aiuterà a evitare di diffonderla potenzialmente ad altre persone nella tua comunità.

Evitare un’infezione da varicella può aiutarti a evitare un’altra condizione più avanti nella vita: l’herpes zoster. Il virus varicella-zoster, che causa la varicella, rimane nel corpo dopo che l’infezione è finita. Va in letargo nel sistema nervoso e può poi riattivarsi come fuoco di Sant’Antonio, un’eruzione cutanea dolorosa.

I bambini vaccinati contro la varicella hanno molte meno probabilità di sviluppare l’herpes zoster quando sono più grandi. Un vaccino contro l’herpes zoster è disponibile anche per le persone che hanno avuto la varicella.

Allo stesso modo, il vaccino contro il morbillo è molto efficace. Dopo una dose, lo è 93 per cento efficace nel prevenire le infezioni e, dopo due dosi, è efficace al 97%.

Il morbillo è stato dichiarato eliminato negli Stati Uniti nel 2000. Tuttavia, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie riporta che i casi di morbillo sono aumentati negli ultimi anni poiché le persone non vaccinate viaggiano all’estero e portano l’infezione a casa.

Come con qualsiasi vaccinazione, sia il vaccino contro il morbillo che quello contro la varicella comportano un certo rischio di lievi effetti collaterali. Loro includono:

  • dolore e arrossamento intorno al sito di iniezione (più comune negli adulti rispetto ai bambini)
  • dolore temporaneo e rigidità articolare
  • una lieve eruzione cutanea
  • la febbre

Le complicanze più gravi della vaccinazione sono rare.

Può verificarsi una reazione allergica o anafilassi e può essere pericolosa per la vita. I sintomi includono difficoltà respiratorie, orticaria, battito cardiaco accelerato e debolezza.

Se tu o tuo figlio mostrate segni di una reazione allergica a seguito di una vaccinazione, chiamate i servizi di emergenza.

Veduta

La varicella e il morbillo erano una volta infezioni infantili comuni. Entrambi iniziano come eruzioni cutanee rosse, ma l’aspetto e la posizione delle eruzioni cutanee possono dirti molto su quale infezione stai probabilmente riscontrando.

Oggi, le vaccinazioni hanno notevolmente ridotto i casi di varicella e morbillo negli Stati Uniti. In effetti, il morbillo è così raro che a un certo punto è stato considerato eliminato. Tuttavia, gli individui non vaccinati continuano a reintrodurre il virus nella popolazione e a diffonderlo.

Se hai avuto la varicella in passato, è improbabile che la sviluppi di nuovo. Possono verificarsi infezioni rivoluzionarie nelle persone vaccinate contro la varicella, ma i sintomi tendono ad essere più lievi, con poche o nessuna vescica.

Il morbillo, in media, è una condizione più lunga e le complicazioni possono essere più comuni. Tuttavia, una volta che hai il morbillo, non puoi prenderlo di nuovo.

I vaccini sia per la varicella che per il morbillo sono altamente efficaci e sicuri. Possono aiutare a prevenire la malattia a te o a tuo figlio e a ridurre la diffusione di queste infezioni nella vostra comunità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here