Montgomery, Alabama – Civil Rights, Slavery, Lynching and the Legacy Museum (Video # 98)

0
121

Di recente sono stato a Montgomery, in Alabama, per l'apertura del nuovo Legacy Museum e del Memorial to Truth and Justice (il "memoriale linciaggio"). Il museo Legacy documenta la storia degli afroamericani da "La schiavitù all'incarcerazione di massa". Questo è un ottimo inizio per un viaggio a Montgomery che mette in evidenza la storia dei diritti civili.

Sommario: (Nascondere)

Storia

Montgomery, Alabama - Civil Rights, Slavery, Lynching and the Legacy Museum | Monument to Truth and Justice #alabama #montgomery #history #lynching #museum # civil-rights #itinerary # cose da fare in # rosa-Parks # luoghi da visitare #travel #trip #vacationPer prepararci a visitare il museo e darci una rapida comprensione della storia della città, Meg Lewis, direttore del turismo e progetti speciali per la Convenzione di Montgomery in Alabama e l'Ufficio VIsitor, ci ha portato all'angolo tra Commerce Street e Dexter Avenue. Se ti trovi alla fontana del mercato in quell'angolo, sei in piedi in un posto che è stato testimone di alcuni dei momenti più importanti della storia dell'Alabama e della storia americana.

La fontana è nel sito di una sorgente, dove due città (New Philadelphia e West Alabama) si sono fuse per diventare Montgomery. Scelsero il nome Montgomery dopo il generale Richard Montgomery che morì nella guerra rivoluzionaria nella battaglia del Quebec.

Dove ora si trova la fontana era il mercato della città. È qui che, tra le altre cose, le persone hanno acquistato e venduto nelle aree due prodotti più importanti: il cotone e gli schiavi che potrebbero coltivare il cotone.

Guerra civile

Alla tua destra, lungo Dexter Avenue, si trova la capitale dell'Alabama che fu anche la prima capitale della Confederazione. Sui suoi passi, Jefferson Davis prestò giuramento d'ufficio.

Dall'altra parte della strada sulla sinistra, dove si trova un alto edificio bancario, nel 1861 si trovava il sito dello Exchange Hotel, dove i delegati discutevano della decisione di sparare contro le truppe dell'Unione a Fort Sumter. Quando quella fatidica decisione fu presa, fu emessa dall'edificio dietro di te che era l'ufficio del telegrafo.

(Embed) https://www.youtube.com/watch?v=d1oQ2BMzQ_g (/ embed)

Diritti civili

Nel 1955, all'inizio di quella che sarebbe stata una battaglia diversa, una sarta stanca di nome Rosa Parks uscì da uno degli edifici sulla destra e salì su un autobus all'angolo di fronte a te. Due isolati alla tua sinistra, fu arrestata per non aver ceduto il posto a un uomo bianco quando l'autista glielo disse.

Si è sparsa la voce sull'arresto e il lunedì successivo è stata lanciata una chiamata per un boicottaggio di un autobus di un giorno. Lunedì è stato tenuto un incontro lungo la strada, proprio di fronte alla capitale, nella chiesa battista di Dexter Avenue, e si è deciso di continuare il boicottaggio. Si sentì la necessità di organizzare il boicottaggio, così si formò la MIA (Montgomery Improvement Association). Al pastore della chiesa, il 26enne Martin Luther King, è stato chiesto di guidare il gruppo in quello che si è trasformato in uno sciopero di oltre un anno e anche all'inizio del moderno movimento per i diritti civili.

Quella lotta sarebbe durata più di un decennio. Fu su quegli stessi passi capitolari che il Governatore George Wallace avrebbe proclamato "la segregazione oggi, la segregazione domani, la segregazione per sempre".

Ma anche in questa stessa strada, un gruppo di manifestanti sarebbe arrivato nel 1965 da Selma. Furono guidati dal dottor King e vennero proprio oltre il punto in cui fu arrestato Rosa Parks, oltre il sito dell'ex mercato degli schiavi, proprio oltre la chiesa e fino agli stessi gradini dell'edificio della capitale per protestare pacificamente per i diritti di voto.

Questa è l'eredità di Montgomery. Non schiavitù o libertà, non guerra o pace, ma entrambi.

Il Museo Legacy

Schiavitù

Un nuovo museo è stato recentemente aperto a Montgomery, a pochi isolati da dove abbiamo iniziato il nostro tour, per ricordare un po 'di quel retaggio o almeno un filo di quel retaggio. Il museo è stato creato da EJI, la Equal Justice Initiative. È ospitato in un edificio che un tempo ospitava schiavi che dovevano essere venduti al mercato locale degli schiavi.

Quando entri nel museo inizi il tuo viaggio con la storia della schiavitù nel sud in generale e in particolare a Montgomery. Passi davanti a celle in cui i video mostrano schiavi che lamentano la separazione dei loro cari "venduti lungo il fiume". Più della metà delle famiglie di schiavi erano divise in qualche momento.

Imparerai a conoscere l'economia della schiavitù e il commercio interno di schiavi, le rivolte degli schiavi e infine la fine della schiavitù.

La libertà?

Ma poi impari non sulla libertà ma su una nuova forma di schiavitù perché le nuove clausole contro la schiavitù hanno esentato i prigionieri. Molti giovani neri furono arrestati, a volte con accuse truccate, e condannati a bande di catene che furono prese in affitto dal governo. Questi detenuti erano per molti versi trattati peggio degli schiavi. Se uno schiavo era di tua proprietà, allora aveva un certo valore. I convitti potrebbero essere sostituiti facilmente. In alcune contee fino al 20-40% del lavoro forzato sarebbe morto in un dato anno.

Terrore

Il museo documenta anche la storia dei linciaggi usati per terrorizzare la popolazione nera che alla fine della guerra civile ebbe un numero maggiore negli stati del profondo sud come l'Alabama. Il museo documenta non solo quando le persone sono state uccise dalla "giustizia" della mafia senza processo o indagine, ma anche quando le persone sono state uccise per aver protestato contro qualcuno che veniva linciato o per il semplice atto di voto.

Il museo ha una collezione di terreni provenienti da tutto il paese provenienti da 800 diverse contee in cui hanno documentato linciaggi.

War on Drugs

Quando Richard Nixon dichiarò una guerra alla droga nel 1971, le vittime di questa guerra furono sproporzionatamente nere. Il tasso medio di incarcerazione dal 1925 al 1972 negli Stati Uniti era di 110 per 100.000 persone. Nel 2012 è cresciuto a 707 per 100.000 persone. Gli Stati Uniti hanno la più grande popolazione carceraria al mondo e il secondo tasso di incarcerazione pro capite più alto, dietro le Seychelles

Il museo traccia anche una linea dalla schiavitù, attraverso il lavoro forzato ai tempi moderni, quando un ragazzo nero su 3 può aspettarsi di essere incarcerato in qualche momento della sua vita. Racconta una storia di una continua ricerca di giustizia che è la missione della Equal Justice Initiative.

L'ultima parte del museo si occupa di rispondere alla domanda "cosa posso fare al riguardo?"

Il museo è ben presentato e fa riflettere. Penso che sia un museo che è meglio visitare con un gruppo. Ammira il museo da solo al tuo ritmo, ma è un museo che porterà alla discussione.

Memoriale per la verità e la giustizia

Su una collina che domina Montgomery, a breve distanza a piedi da Piazza del Mercato, nello stesso momento in cui è stato aperto il Museo Legacy, EJI ha anche costruito il commovente Memoriale della Verità e della Giustizia che potresti anche sentire chiamato Lynching Memorial.

Il memoriale ha 800 monoliti in acciaio sospesi al soffitto. Ogni monolito è inscritto con il nome di una particolare contea negli Stati Uniti che ha almeno un caso documentato di linciaggio dalla ricostruzione al 1952. Ognuno porta il nome o i nomi delle vittime quando i nomi erano noti.

Fuori dal memoriale, ogni monolite ha un gemello che attende di essere portato a casa e esposto dalla contea iscritta su di esso. Sarà interessante vedere quali contee rivendicano questa oscura eredità. Montgomery ha. Il terreno per il monumento è stato acquistato dalla città e la città ha contribuito alla promozione sia del museo che del monumento.

Biblioteca e museo di Rosa Parks

Dopo aver visitato il Legacy Museum e il Memorial to Truth and Justice, suggerirei di tornare a Dexter Avenue, dove a due isolati da dove siamo partiti, nel punto in cui è stato arrestato Rosa Parks è la Biblioteca e il Museo Rosa Parks.

Questo museo fa un ottimo lavoro nel spiegare il boicottaggio degli autobus Montgomery e l'inizio del movimento per i diritti civili. È presentato molto bene. Dopo un video di apertura, entri in una stanza con un autobus di dimensioni standard. Mentre guardi alle finestre di questo autobus, tutto il dramma si svolge di nuovo. È abbastanza efficace. Le sale successive spiegano le "richieste" del boicottaggio se tali obiettivi limitati potessero essere chiamati richieste:

  1. Essere trattati con dignità
  2. Non è necessario rinunciare ai sedili posteriori
  3. Assumi alcuni driver neri

Non hanno nemmeno chiesto la desegregazione degli autobus, anche se alla fine è quello che hanno fatto alla fine di più di uno sciopero di un anno.

Il museo documenta anche le azioni vigorose e talvolta violente contro il boicottaggio, nonché l'organizzazione di carpools e altre strategie.

La chiesa battista commemorativa del re Dexter Avenue

Se puoi organizzare il tuo programma per visitare la chiesa, che ora porta il nome del dottor King, dovresti. Salvalo per ultimo, perché se senti di aver bisogno di un abbraccio dopo tutta la storia oscura che stai elaborando, questo è dove … letteralmente … ne otterrai uno.

La chiesa ha un ministero del turismo che inizia nel seminterrato dove si trovava l'ufficio del dottor King e dove si svolgevano gli incontri per organizzare il boicottaggio degli autobus. Imparerai a conoscere la gente del posto, compresi non pochi membri della chiesa, che hanno preso parte al boicottaggio e al movimento per i diritti civili.

Montgomery, Alabama - Civil Rights, Slavery, Lynching and the Legacy Museum #musuem # civil-rights #montgomery #alabama #slavery #memorial #lynching

Il nostro tour è terminato tenendosi per mano e cantando. Basti dire che questo non è un tour tipico.

Conclusione

L'Alabama era uno stato che, devo ammettere, avevo una certa riluttanza a visitare. Sono cresciuto negli anni '60 e ho visto la lotta per i diritti civili svolgersi di notte sulle notizie notturne. Sembrava tutto così estraneo alla mia esperienza di giovane ragazzo bianco cresciuto in California.

La mia prima visita in Alabama è stata un anno e mezzo fa e questa è stata la mia terza visita in uno stato che, con mia sorpresa, mi sono innamorato. Visitare i siti dei diritti civili come questi è qualcosa che penso dovrebbero fare americani di ogni colore, ma non limitare la tua visita a questo Montgomery del passato. Inoltre, prenditi del tempo per esplorare il Montgomery che è ancora in corso. È una città che ha posseduto la sua eredità ma sta scegliendo di costruirne una nuova