L'ex capo di stato maggiore dell'Egitto rilasciato dopo quasi due anni di detenzione

0
74

FOTO FILE – Il capo di stato maggiore delle forze armate egiziane Sami Anan durante una riunione al Cairo, Egitto, 29 marzo 2011. REUTERS / Khaled Desouki / Pool / File Photo

CAIRO – L'ex capo di stato maggiore dell'Egitto Sami Anan è stato rilasciato dalla detenzione domenica quasi due anni dopo il suo arresto a seguito dei suoi piani per competere nelle elezioni presidenziali del 2018, ha detto il suo direttore dell'ufficio su Twitter.

Anan, ora a casa secondo il direttore, è stato detenuto in un carcere militare fino a quando non ha subito un ictus nel luglio 2018 e poi è stato trasferito in un ospedale militare nel sobborgo di Maadi al Cairo, dove è rimasto fino alla sua liberazione.

La sua salute è migliorata, ha detto una fonte che ha familiarità con la questione. Il motivo del suo rilascio non è ancora chiaro.

Anan, visto come il principale sfidante di Sisi in quelle elezioni, fu arrestato e fermò la sua offerta presidenziale dopo che i militari lo accusarono di candidarsi per un incarico senza permesso, che secondo lui era una violazione della legge militare. Il portavoce di Anan ha negato di aver infranto qualsiasi legge.

Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi è stato rieletto per un secondo mandato nel 2018, vincendo il 97% dei voti con un'affluenza del 41%. Le elezioni hanno visto solo un altro candidato, un ardente sostenitore di Sisi, dopo che i contendenti dell'opposizione hanno sospeso le loro campagne a gennaio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here