Home Notizia Mondo La terapia è efficace quanto i farmaci per le persone con malattie...

La terapia è efficace quanto i farmaci per le persone con malattie cardiache…

0
30

Un terapista parla con una donna
Gli esperti affermano che la terapia è un trattamento efficace per le persone con malattie cardiache che soffrono anche di depressione. SPETTRO VISIVO/Stocksy
  • Circa la metà delle persone affette da insufficienza cardiaca negli Stati Uniti soffrono anche di depressione.
  • I ricercatori riferiscono che la terapia di attivazione comportamentale e gli antidepressivi possono aiutare a migliorare i sintomi depressivi.
  • La terapia di attivazione comportamentale è un trattamento basato sull’evidenza per la depressione che si concentra sull’impegno del paziente in attività piacevoli.

Secondo un nuovo studio, la terapia di attivazione comportamentale è efficace quanto gli antidepressivi nel trattamento della depressione nelle persone con insufficienza cardiaca studio pubblicato sulla rivista Rete JAMA aperta.

I ricercatori hanno notato che negli Stati Uniti ce ne sono circa 6 milioni di adulti con insufficienza cardiaca. Circa la metà di loro manifesta sintomi di depressione.

I ricercatori hanno affermato che le persone con insufficienza cardiaca e depressione hanno una funzione cardiaca inferiore, più visite al pronto soccorso, più ricoveri ospedalieri, un maggiore carico di assistenza e una qualità della vita inferiore rispetto alle persone con insufficienza cardiaca senza depressione.

Dettagli dallo studio sull’insufficienza cardiaca e sulla depressione

I ricercatori, del Dipartimento di Psichiatria e Neuroscienze Comportamentali del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, hanno seguito 416 persone per un anno per determinare se ci fosse una differenza nei risultati quando venivano usati la terapia di attivazione comportamentale o gli antidepressivi per trattare la depressione. nelle persone con insufficienza cardiaca.

La metà dei soggetti dello studio ha ricevuto antidepressivi e l’altra metà ha partecipato alla terapia di attivazione comportamentale. Non sono state riscontrate differenze statistiche nelle caratteristiche demografiche tra i due gruppi.

Ai partecipanti che ricevevano la terapia di attivazione comportamentale è stato assegnato un incontro con un assistente sociale formato per fornire questo tipo di terapia.

Coloro che ricevevano antidepressivi venivano assegnati a un’infermiera professionale come responsabile dell’assistenza per fornire farmaci.

Entrambi i gruppi hanno ricevuto una sessione introduttiva di 50 minuti con il professionista assegnato e poi sessioni settimanali per 12 settimane.

Durante questo periodo iniziale di 12 settimane, il gruppo di terapia comportamentale ha continuato ad avere sessioni di 50 minuti mentre il gruppo di terapia ha avuto sessioni settimanali di 15 minuti. Dopo le prime 12 settimane, entrambi i gruppi hanno ricevuto sessioni mensili per tre mesi, seguite da sessioni in base alle necessità per altri 6 mesi.

Le sessioni sono state fornite tramite telemedicina, riducendo il carico di trasporto e il tempo per il paziente e l’assistente, cosa che secondo i ricercatori ha migliorato l’aderenza e la qualità della vita senza compromettere l’efficacia dell’assistenza sanitaria.

Alla fine dell’anno, i ricercatori hanno riferito che non vi era alcuna differenza statistica nell’efficacia tra i due gruppi. Entrambi i gruppi hanno avuto una riduzione di oltre il 50% nella gravità dei sintomi depressivi.

“Questo studio, condotto in un contesto reale, dimostra che è del tutto fattibile incorporare il trattamento psichiatrico nelle cure mediche specialistiche. Integrare il trattamento psichiatrico nell’assistenza medica è un modo efficace per ridurre lo stigma, aumentare l’accesso e migliorare i risultati per le persone che lottano con problemi di salute mentale insieme alle loro condizioni mediche croniche”, ha affermato il dottor Itai Danovitch, professore al Cedars-Sinai Medical Center e un coautore dello studio, in un comunicato stampa. “La maggior parte delle persone che soffrono di depressione non ricevono cure efficaci. È fondamentale aumentare lo screening per le condizioni psichiatriche e garantire che i pazienti abbiano accesso a cure di salute mentale efficaci e di alta qualità”.

Reazione allo studio sul trattamento della depressione

Il dottor Richard Wright, un cardiologo del Providence Saint John’s Health Center in California, non coinvolto nella ricerca, è d’accordo ma ha detto che avrebbe preferito che lo studio includesse un gruppo di controllo, uno che ricevesse un trattamento standard per l’insufficienza cardiaca e possibilmente un antidepressivo. ma senza terapia.

“È anche discutibile se ciò sia pratico. In questo paese, almeno, abbiamo una carenza di professionisti della salute mentale”, ha detto Wright Notizie mediche oggi. “Sarebbe impossibile che ogni persona con insufficienza cardiaca riceva un’ora di consulenza una volta alla settimana per 12 settimane. Sarebbe molto difficile trovare assistenza sanitaria mentale di questo livello per le persone che beneficiano di Medicare”.

“La depressione è stata a lungo associata all’insufficienza cardiaca, quindi suggerisco di camminare, prendere un animale domestico, andare al cinema, riunirsi con gli amici e impegnarsi in altre attività che trovano divertenti”, ha detto Wright.

“Il messaggio da portare a casa è che la depressione può essere trattata, migliorata e i miglioramenti mantenuti”, ha aggiunto. “Un altro vantaggio della terapia di attivazione comportamentale è che non richiede farmaci aggiuntivi. All’età in cui si verifica l’insufficienza cardiaca, molte persone assumono diversi farmaci e tutti hanno potenziali interazioni con altri farmaci. Avere una terapia che non richiede l’aggiunta di farmaci è positivo”.

Comprendere la terapia di attivazione comportamentale

La terapia di attivazione comportamentale è un trattamento basato sull’evidenza per la depressione che promuove l’impegno in attività che il paziente trova piacevoli.

Per lo studio, i partecipanti assegnati in modo casuale a questo tipo di terapia hanno lavorato con un terapista per sviluppare un elenco personalizzato di attività che portassero loro gioia e soddisfazione.

Esempi di attività includono:

  • Pranzare con un amico
  • Fare una passeggiata
  • Volontariato
  • Ascoltando la loro musica preferita

I soggetti hanno partecipato alle attività scelte regolarmente.

Il trattamento si concentrava sull’aumento del livello di divertimento e delle attività gratificanti svolte ogni settimana per 12 settimane e sulla loro integrazione nel programma quotidiano.

I ricercatori hanno riferito che i partecipanti che hanno ricevuto l’intervento di psicoterapia hanno mostrato qualche miglioramento nella qualità della vita correlata alla salute fisica e mentale, che era un risultato secondario dello studio.

Inoltre hanno avuto meno visite al pronto soccorso e hanno trascorso meno tempo in ospedale durante il periodo di studio rispetto a quelli che avevano ricevuto farmaci antidepressivi. Non è stata riscontrata alcuna differenza statistica nella mortalità tra i gruppi.

Una possibile causa del minor numero di visite al pronto soccorso e di ricoveri ospedalieri era che il gruppo che riceveva la terapia comportamentale veniva incoraggiato a essere fisicamente attivo in misura più significativa rispetto al gruppo che riceveva antidepressivi.