Il giudice canadese respinge le accuse di aggressione contro l'ex ostaggio talebano

0
86

– Un giudice di Ottawa giovedì ha respinto tutte le 19 accuse contro l'ex ostaggio talebano Joshua Boyle, che è stato accusato di aggressione sessuale alla moglie estranea, Caitlan Coleman.

FOTO FILE: L'ex ostaggio talebano Joshua Boyle, che sta affrontando accuse penali in Canada relative a incidenti dopo il suo rilascio dalla prigionia, arriva al tribunale di Ottawa, Ontario, Canada, 27 marzo 2019. REUTERS / Chris Wattie / File Photo

Boyle ha negato tutte le accuse e il suo avvocato ha affermato che Coleman era quello abusivo nella relazione.

L'avvocato di Boyle, Lawrence Greenspon, aveva sostenuto che c'erano abbastanza dubbi ragionevoli sul conto di Coleman da rendere impossibile una colpevolezza. Il giudice Peter Doody ha dichiarato di non aver creduto che Boyle fosse credibile o che Coleman fosse affidabile, e quindi non è stato possibile accertare la colpa.

"Questo è stato, in gran parte, un" ha detto, ha detto "- c'erano prove di conferma molto, molto poco", ha detto Greenspon a Reuters. "E alla fine, (il giudice) non ha creduto a Caitlan e aveva molti dubbi sulla testimonianza di Josh."

Coleman è stato "devastato" dal verdetto, ha detto a Reuters il suo avvocato Ian Carter. "Penso che il caso sia un esempio delle sfide che un denunciante deve affrontare quando fanno accuse di violenza sessuale o violenza domestica, almeno per quanto riguarda i tribunali penali", ha detto Carter.

Boyle e Coleman sono stati rapiti nell'ottobre 2012 durante uno zaino in spalla in Afghanistan. Trascorsero cinque anni in cattività, durante i quali nacquero i loro tre figli.

Boyle ha detto che un quarto figlio è stato assassinato e il suo coniuge violentato dopo la loro cattura da parte della rete di Haqqani alleata dei talebani. I talebani hanno negato le accuse di stupro e omicidio.

Boyle fu arrestato pochi mesi dopo il ritorno della famiglia in Canada.

Greenspon ha dichiarato che il suo cliente ora cercherà di riottenere l'accesso e la custodia dei suoi figli.

"Ha trascorso cinque mesi in custodia, l'abbiamo tirato fuori su cauzione, ha vissuto con i suoi genitori con un braccialetto elettronico di monitoraggio 24/7. Quindi la decisione di oggi è stata un grande sollievo per lui e la sua famiglia ".