https://ridermagazine.com/2021/09/10/2021-yamaha-tracer-9-gt-top-10-review/

0
74

Giunto alla sua terza generazione (e terzo nome), lo sport-tourer Yamaha Tracer 9 GT 2021 è migliore sotto ogni punto di vista. (Foto di Joe Agustin)

Nel corso di tre generazioni, la moto sportiva di media cilindrata di Yamaha si è evoluta costantemente e, come un mutaforma, si è trasformata in tre diversi nomi di modello. Prima è arrivata la FJ-09 del 2015, poi la Tracer 900 GT del 2019 e ora la Yamaha Tracer 9 GT del 2021.

Con ogni iterazione, FJ/Tracer ha migliorato il suo gioco, con prestazioni migliori, capacità di più ampia portata e più funzionalità.

Ecco i nostri primi 10 punti salienti del 2021 Yamaha Tracer 9 GT:

1. Quella tripla!

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La Yamaha Tracer 9 GT 2021 ottiene la Triple 890cc più grande, più leggera e più efficiente nei consumi della MT-09.

In un mondo pieno di gemelli paralleli, gemelli V e quattro in linea, un triplo in linea marcia verso un batterista diverso. Produce una buona coppia dai bassi ai medi così come un rush di fascia alta, e il suo suono è davvero unico. La Tracer 9 GT ottiene la più grande 890cc CP3 (Cross Plane 3 cilindri) Triple dalla MT-09, che è più leggera (di 3,7 libbre), più efficiente nei consumi (del 9%) e più potente (con il 6% in più di picco coppia).

La configurazione dell’acceleratore Y-CCT (Yamaha Chip Controlled Throttle) di Yamaha ora utilizza un APSG (Accelerator Position Sensor Grip) per una connessione più fluida tra l’impugnatura rumorosa e la ruota posteriore. I problemi di alimentazione che affliggevano l’FJ-09 sono stati per lo più risolti sul Tracer 900 GT e il Tracer 9 GT sembra ancora più raffinato. Un aumento del 15% dell’inerzia dell’albero motore attenua ulteriormente le transizioni dell’acceleratore on/off.

Il D-Mode Yamaha, che regola la risposta e la potenza dell’acceleratore, ora ha quattro modalità preimpostate: 1 (risposta più nitida, piena potenza), 2 (risposta standard, piena potenza), 3 (risposta lieve, piena potenza) e 4 (risposta più lieve , potenza ridotta). La modalità 1 corrisponde a quella che su molte motociclette si chiamerebbe modalità “sportiva”, che è spesso eccessivamente brusca, ma non così sulla Tracer 9 GT. La risposta dell’acceleratore è immediata senza essere dura.

2. Il peso a vuoto è ancora di circa 500 libbre

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La leggerezza del 2021 Tracer 9 GT contribuisce alla sua agilità.

Gli sport tourer tradizionali come la Yamaha FJR1300, la BMW R 1250 RT e il Kawasaki Concours 14 hanno pesi a vuoto ben oltre 600 libbre. Il peso a vuoto dichiarato di Yamaha (senza le borse laterali) è di 485 libbre. Quando abbiamo testato la Yamaha Tracer 900 GT 2020, ha prodotto 102 cavalli alla ruota posteriore. Con la cilindrata di 43 cc, la Tracer 9 GT produce probabilmente 105-107 cavalli alla ruota posteriore.

Mentre il Tracer 9 GT manca della corsa di fascia alta di uno sport-tourer di classe aperta, il suo peso più leggero lo rende più reattivo e agile. Un nuovo telaio in alluminio pressofuso a riempimento controllato è più leggero e ha il 50% di rigidità laterale in più, migliorando ulteriormente la risposta dello sterzo.

3. Ha la posizione di seduta di una ADV ma la maneggevolezza di una sport-tourer

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La Yamaha Tracer 9 GT del 2021 potrebbe essere classificata come una bici da “avventura di strada” o “crossover” perché fonde lo stile / i sedili ADV con i modi di strada da turismo sportivo.

Attrezzatura di Greg:
Casco: Scorpion EXO-R1 Air
Giacca: Scorpione Optima
Guanti: Scorpion Havoc
Pantaloni: Jeans Scorpion Covert Pro
Stivali: Sidi Gavia Gore-Tex

Il Tracer 9 GT ha una posizione di seduta eretta che è più simile a un tourer avventuroso che all’ergonomia più sportiva di molti sport-tourer. Essere in grado di stare seduti dritti senza peso sui polsi del pilota, spalle rilassate e ampio spazio per le gambe rende piacevole accumulare miglia, ed è proprio questo che fa uno sport-tourer. Anche il parabrezza e i paramani regolabili con una sola mano offrono una buona protezione dal vento.

A differenza delle bici ADV, la Tracer 9 GT non ha pretese fuoristrada. Rotola su ruote da 17 pollici dotate di eccellenti pneumatici da turismo sportivo Bridgestone Battlax T32 GT. Yamaha ha sviluppato un nuovo processo chiamato “spinforging” per realizzare le ruote in alluminio a 10 razze, che consente di risparmiare 1,5 libbre di peso non sospeso e contribuisce all’agile maneggevolezza del Tracer 9 GT.

4. La nuova sospensione semi-attiva offre un giro su un tappeto magico

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
Le sospensioni semi-attive KYB sono un grande aggiornamento della Yamaha Tracer 9 GT 2021. La forcella utilizza un sensore di corsa per rilevare la posizione.

Le sospensioni semi-attive, in cui i sensori sulla forcella, sull’ammortizzatore e altrove sulla bici forniscono input a un’unità di controllo delle sospensioni che regola lo smorzamento in tempo reale, sono in circolazione da un po’ di tempo. Sul Tracer 9 GT, il KYB Actimatic Damping System (KADS) regola elettronicamente lo smorzamento in compressione ed estensione nella forcella e lo smorzamento in estensione nell’ammortizzatore posteriore, e ci sono due modalità di sospensione: A-1 (sport) e A-2 (comfort ). Il precarico della molla deve essere regolato manualmente utilizzando un attrezzo per la forcella (è nella cassetta degli attrezzi) e una manopola remota per l’ammortizzatore.

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
L’ammortizzatore posteriore utilizza un sensore di posizione angolare per rilevare la posizione.

Con 5,1/5,3 pollici di corsa delle sospensioni anteriore/posteriore, Tracer 9 GT ha un sacco di corsa disponibile per assorbire urti, cuciture, buche e altre irregolarità della pavimentazione. Adattandosi alle mutevoli condizioni, la sospensione KADS offre una guida flessibile e conforme e si rassoda rapidamente secondo necessità per prevenire un eccessivo passo del telaio in frenata e accelerazione. Ciò mantiene le gomme a contatto con il terreno e contribuisce ulteriormente alla guida sicura del Tracer 9 GT.

5. La sua elettronica derivata da R1 e abilitata per IMU è ad alta tecnologia

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La Yamaha Tracer 9 GT 2021 ha una suite elettronica personalizzabile abilitata per IMU derivata dalla R1.

La Tracer 900 GT era dotata di acceleratore a filo, più modalità per regolare la risposta e la potenza dell’acceleratore, il controllo della trazione multimodale e l’ABS. Oltre alle sue nuove sospensioni semi-attive, il Tracer 9 GT ha una suite più completa di ausili elettronici per il pilota derivati ​​dalla moto sportiva YZF-R1. I dati di un’unità di misurazione inerziale (IMU) a 6 assi informano il controllo della trazione, il controllo dello scorrimento, il controllo dell’ascensore e l’ABS, con un intervento adattato all’angolo di piega e ad altri input. Tutta l’elettronica ha più modalità e l’unico sistema che non può essere disattivato è l’ABS, o Brake Control System (BC) nel gergo Yamaha.

L’IMU fornisce anche input per nuove luci di svolta a LED, che illuminano l’interno della curva quando l’angolo di piega supera i 7 gradi.

6. Dispone di cruise control, manopole riscaldate e cambio rapido

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
Il controllo della velocità di crociera viene azionato tramite un pulsante e l’interruttore sul quadro sinistro. Un pulsante di modalità sulla parte anteriore del pod e le funzioni del menu di controllo su/giù.

Queste caratteristiche erano standard sul Tracer 900 GT e tutte sono apprezzate. Il cruise control funziona a velocità superiori a 31 mph in 4a, 5a e 6a marcia e la velocità impostata può essere aumentata con incrementi di 1 mph (premendo brevemente il pulsante) o continuamente (premendo a lungo). Oltre ai cambi di marcia, il cambio rapido ora offre scalate senza frizione con un auto-blipper. E le manopole riscaldate ora offrono 10 livelli di regolazione.

Il Tracer 9 GT ha un’illuminazione a LED completa, una presa da 12 volt dietro il cruscotto e un cavalletto centrale, che aiuta con la manutenzione della catena e dei pneumatici, nonché con il carico e lo scarico delle borse laterali. A 49 mpg dichiarati di Yamaha, il suo serbatoio da 5 galloni dovrebbe produrre un’autonomia di quasi 250 miglia.

7. Le borse laterali più grandi contengono un casco integrale in ogni lato

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La Yamaha Tracer 9 GT 2021 ha borse laterali da 30 litri più grandi che conterranno ciascuna un casco integrale.

Le borse laterali della Tracer 900 GT contenevano 22 litri ciascuna. Le borse laterali più grandi del Tracer 9 GT contengono 30 litri ciascuna, che è abbastanza grande per un casco integrale. Le borse possono essere lasciate sbloccate per un comodo accesso, bloccate per sicurezza o rimosse per trasportarle in una stanza d’albergo o per alleggerire il carico per il mitragliamento all’apice. I cilindri della serratura possono essere un po’ complicati (che è stato a lungo un problema con i bagagli Yamaha), ma con la pratica funzionano bene.

Yamaha ha anche rinforzato il telaio ausiliario per consentire il montaggio di un bauletto accessorio (39 o 50 litri) insieme alle borse laterali, piuttosto che l’impostazione o/o sul modello precedente.

8. Vedo doppio

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La Yamaha Tracer 9 GT 2021 ha due display a colori TFT da 3,5 pollici. Le informazioni visualizzate sul display di destra possono essere personalizzate. La leva sopra il cruscotto regola l’altezza del parabrezza.

Yamaha ha dotato il Tracer 9 GT di un esclusivo display TFT a doppio pannello, con ogni schermo che misura 3,5 pollici. Il tachimetro, il contagiri, l’indicatore di marcia e altre funzioni si trovano sul pannello di sinistra. Il pannello di destra ha una griglia di quattro display più piccoli che possono essere personalizzati per mostrare le informazioni preferite del pilota, anche se le informazioni vengono mostrate anche sul pannello di sinistra.

Il testo prevalentemente bianco su nero è nitido e chiaro, ma parte del testo è piccolo. I pannelli TFT hanno una superficie lucida che riflette la luce del sole e può far apparire gli schermi troppo fiochi (la luminosità non è regolabile). A seconda della posizione del sole, a volte tutto ciò che potevo vedere era il riflesso della mia giacca da equitazione.

9. Il comfort di pilota e passeggero è migliorato

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La Yamaha Tracer 9 GT 2021 ha una sella pilota/passeggero aggiornata. Anche l’altezza della sella del pilota, la posizione del manubrio e la posizione delle pedane sono regolabili.

Yamaha ha aggiornato la sella del pilota con un materiale di copertura di qualità superiore e ha aggiunto cuciture in tinta. La sella del pilota a doppia altezza può essere impostata su 31,9 o 32,5 pollici. Per adattarsi a motociclisti di diverse corporature o preferenze, il manubrio e le pedane possono essere regolati. La rotazione dei morsetti del riser della barra consente di spostare il manubrio in alto di 4 mm e in avanti di 9 mm e le staffe delle pedane possono essere spostate in alto di 14 mm e indietro di 4 mm. Il sedile del passeggero è ora più spesso e più largo e c’è una nuova maniglia di presa integrata in un unico pezzo.

10. Costa di più, ma ne vale la pena

Recensione 2021 Yamaha Tracer 9 GT
La Yamaha Tracer 9 GT 2021 è disponibile in Liquid Metal (a sinistra) e Redline (a destra) per $14.899.

I numerosi aggiornamenti del Tracer 9 GT hanno aumentato il prezzo a $14.899, che è $1.900 in più rispetto al Tracer 900 GT dell’anno scorso. Per coloro che fanno acquisti incrociati, la F 900 XR di BMW (con i pacchetti Select e Premium ma senza borse laterali) costa $15.045 e la Versys 1000 SE LT+ di Kawasaki costa $18.199. Più costoso, sì, ma comunque a prezzi competitivi e nessuna caratteristica importante è stata tralasciata dalla scheda tecnica. E il prezzo è lo stesso in entrambi i colori, Liquid Metal con ruote blu o Redline con ruote nere.

Pubblicheremo presto la nostra recensione completa, quindi restate sintonizzati! Scorri verso il basso per altre foto….

Specifiche Yamaha Tracer 9 GT 2021

Prezzo base: $14.899
Sito web: yamahamotorsports.com
Tipo di motore: Triple in linea trasversale, raffreddato a liquido, DOHC con 4 valvole per cilindro.
Dislocamento: 890cc
Alesaggio x Corsa: 78,0 mm x 62,1 mm
Trasmissione: Frizione a bagno d’olio a 6 marce, azionata tramite cavo
Trasmissione finale: Catena
Interasse: 59,1 pollici
Rastrello/Sentiero: 25 gradi/4,3 pollici.
Altezza del sedile: 31,9/32,5 pollici
Peso a umido: 485 libbre. (rivendicato, non include i casi laterali)
Capacità carburante: 5,0 galloni.

.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here