Home Notizia Mondo Diminuiscono le morti per cancro, ma non quelle per cancro al colon:...

Diminuiscono le morti per cancro, ma non quelle per cancro al colon: gli esperti…

0
22

Primo piano di un dispositivo di infusione medica che fornisce fluidi, farmaci, sangue ed emoderivati ​​ai pazienti attraverso la flebo.
Gli esperti affermano che lo screening del cancro è fondamentale per prevenire un numero crescente di decessi per cancro al colon. Mo Lindsey Rivera/Stocksy
  • Nuovi dati dell’American Cancer Society mostrano che le morti per cancro del colon-retto hanno continuato ad aumentare.
  • Nel frattempo, i decessi complessivi per cancro sono diminuiti negli Stati Uniti.
  • Il cancro del colon è oggi la principale causa di morte per cancro negli uomini sotto i 50 anni e la seconda tra le donne sotto i 50 anni negli Stati Uniti

L’American Cancer Society ha recentemente pubblicato il suo Statistiche sul cancro 2024 rapporto dettagliato sugli ultimi fatti e tendenze sul cancro.

Mentre il rapporto mostra che i decessi complessivi per cancro hanno continuato a diminuire negli Stati Uniti, alcuni tumori specifici – principalmente il cancro del colon-retto – hanno registrato un aumento delle morti per cancro.

Nuovi dati mostrano che il cancro del colon-retto, noto anche come cancro del colon, è ora la principale causa di morte per cancro negli uomini di età inferiore ai 50 anni e la seconda nelle donne sotto i 50 anni negli Stati Uniti.

Perché sono aumentate le morti per cancro al colon?

Secondo Rebecca Siegel, MPHDirettore scientifico senior della ricerca di sorveglianza presso l’American Cancer Society e autore principale di questo rapporto, il successo del controllo del tabacco e un forte calo delle morti per cancro ai polmoni sono una parte importante del motivo per cui le morti per cancro del colon-retto sono aumentate sia negli uomini che nelle donne sotto l’età di 50 anni.

“Ma è anche a causa dell’aumento dell’incidenza del cancro del colon-retto nelle persone nate dopo gli anni ’50, per ragioni che sono attualmente allo studio di molti ricercatori ma che potrebbero includere un aumento dell’obesità, cambiamenti nella dieta e/o nel microbioma intestinale compreso il consumo di alimenti altamente trasformati, un aumento stile di vita sedentario, uso eccessivo di antibiotici e persino esposizione intestinale a microplastiche, ecc.”, ha detto Siegal Notizie mediche oggi.

“L’aumento del cancro del colon-retto nelle persone sotto i 50 anni è lo stesso negli uomini e nelle donne, suggerendo fortemente che la causa non è ormonale o endogena, ma dovuta a cambiamenti ambientali o comportamentali esterni”, ha aggiunto.

Il dottor Anton Bilchik, oncologo chirurgico, primario di medicina e direttore del programma gastrointestinale ed epatobiliare presso il Saint John’s Cancer Institute di Santa Monica, California – che non è stato coinvolto in questo studio – ha affermato che un’altra teoria per questo aumento delle morti per cancro al colon potrebbe essere infiammazione.

“È stato dimostrato che l’infiammazione provoca un aumento delle malattie cardiovascolari e del cancro”, ha detto il dott. Bilchik MNT. “La preoccupazione è che gran parte di ciò inizia in età molto giovane e che l’educazione deve iniziare davvero in età prescolare in termini di ciò che mangiano i bambini e dell’importanza di non vivere uno stile di vita sedentario”, ha aggiunto.

Il dottor Steven Lee-Kong, professore di chirurgia e capo della divisione di chirurgia colorettale presso l’Hackensack University Medical Center nel New Jersey – anch’egli non coinvolto in questo studio – ha affermato alcuni potenziali fattori che potrebbero essere coinvolti nell’aumento del cancro al colon i decessi potrebbero essere, “una scarsa adesione agli esami di screening sanitario preventivo, una scarsa copertura assicurativa sanitaria, la mancanza di familiarità con la storia familiare – poiché ciò può contribuire ad aumentare il rischio di cancro del colon-retto – e la mancanza di familiarità con la recente riduzione dell’età in cui i pazienti sono schermato.”

Cosa sapere sul cancro del colon-retto o del colon

Il cancro del colon-retto colpisce il colon – una parte dell’intestino crasso – e il retto.

Attualmente è il terzo cancro più comune nel mondo.

Il cancro del colon viene normalmente riscontrato negli anziani di età superiore ai 50 anni. Tuttavia, può verificarsi a qualsiasi età e studi precedenti mostrano che le diagnosi di cancro del colon-retto sono quasi raddoppiate tra i giovani adulti.

I sintomi tipici del cancro del colon includono:

  • feci insanguinate
  • diarrea o stitichezza frequenti
  • mal di stomaco, crampi e/o gonfiore
  • fatica
  • perdita di peso inspiegabile

Questo tipo di cancro normalmente inizia da grumi cellulari chiamati polipi che crescono all’interno del colon. Anche se non sono automaticamente cancerosi, col tempo possono trasformarsi in cancro al colon.

I polipi possono essere rilevati durante i regolari test di screening, raccomandati per gli adulti dai 45 ai 75 anni e poi rimosso.

Quanto prima viene individuato il cancro del colon-retto, migliori sono le opzioni di trattamento e il potenziale risultato tasso di sopravvivenza a cinque anni è del 91% se il cancro viene scoperto prima che si diffonda al di fuori del colon o del retto.

Ridurre il rischio di cancro del colon-retto è fondamentale per prevenire le morti

Alla domanda su come fermare questo aumento delle morti per cancro al colon, Siegel ha detto che è una sfida perché la causa non è nota.

“Ma ci sono molti modi per ridurre il rischio di cancro del colon-retto in generale sottoporsi allo screening secondo le raccomandazioni, mantenere un peso corporeo sano, essere fisicamente attivi, limitare il consumo di carne rossa/lavorata e alcol e non fumare”, ha continuato.

“È importante consultare il medico anche se si hanno sintomi persistenti come sangue nelle feci o nel retto, dolore addominale, cambiamento nelle abitudini intestinali o nella forma delle feci, ecc.”, ha aggiunto Siegel.

Il dottor Lee-Kong ha affermato di essere sempre più allarmato dal continuo, e poco compreso, aumento dell’incidenza del cancro del colon-retto nei giovani adulti.

“Assieme alle continue disparità osservate nei pazienti di colore, è necessario comprendere meglio l’incidenza e la mortalità del cancro del colon-retto”, ha aggiunto.

Gli screening per il cancro al colon possono aiutare a ridurre le morti?

Per gli screening del cancro del colon-retto, Siegel ha affermato che dovrebbero essere seguite alcune azioni.

“Aumentare lo screening prima dei 45 anni per le persone a rischio più elevato entro i 45 anni per tutti gli altri”, ha spiegato. “Aumentare la consapevolezza dell’aumento del rischio e dei sintomi in modo che le persone vadano dal medico e ricevano una diagnosi prima, quando il trattamento avrà più successo. E ridurre lo stigma in modo che le persone si sentano più a loro agio nel parlare della malattia e dei suoi sintomi”.

Il dottor Bilchik ha affermato che la conclusione è che le persone devono riconoscere che tumori come il cancro al colon e alla prostata sono prevenibili e che esistono ottimi metodi di screening.

“Disponiamo di test domestici molto sensibili basati sulle feci, che hanno una sensibilità superiore al 92% nel rilevare le cellule tumorali”, ha continuato. “Quindi non deve essere solo una colonscopia. È molto più semplice in termini di possibilità di non dover fare una preparazione intestinale ed essere testati a casa.

“Sebbene la colonscopia sia ancora il gold standard e certamente raccomandata nei soggetti ad alto rischio, esistono alternative molto più semplici, meno costose e più convenienti”, ha aggiunto il dottor Bilchik.

Come posso proteggermi dal cancro al colon?

Quando si tratta di proteggersi dal cancro al colon, il dottor Lee-Kong consiglia di “discutere attivamente la storia familiare con il proprio medico di base, non ignorare i cambiamenti nelle abitudini intestinali o il sanguinamento anale e (e) sottoporsi allo screening a partire dall’età di 45 anni. .”

E il dottor Bilchik ha fornito questi suggerimenti di base per difendersi dal cancro del colon-retto:

  • Esercitati almeno cinque giorni alla settimana per 30-40 minuti alla volta
  • Evita il più possibile gli alimenti trasformati
  • Limitare il consumo di carne rossa, come ricerca precedente dimostra che troppa carne rossa è associata al cancro al colon
  • Non ignorare sintomi come sanguinamento rettale, mal di stomaco e perdita di peso
  • Evitare di fumare
  • Quando vai al supermercato, fai la spesa all’esterno, dove si trovano frutta, verdura e cibi più sani, piuttosto che all’interno, dove si possono trovare molti alimenti trasformati