Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Che cos'è la disforia sensibile al rifiuto?

Che cos'è la disforia sensibile al rifiuto?

0
59

A nessuno piace il rifiuto – che provenga da una cotta, da coetanei, da una famiglia o da colleghi. Può far male, eppure è una parte inevitabile della vita.

Alcune persone possono scrollarsi di dosso il rifiuto facilmente. Per altri, questa sensazione può innescare una travolgente risposta emotiva.

Nelle persone particolarmente sopraffatte, questo a volte viene chiamato disforia sensibile al rigetto o RSD. È caratterizzato da un'estrema sensibilità emotiva all'essere criticato o rifiutato, sia esso reale o percepito.

Questo può interessare chiunque, anche se è stato suggerito che le persone che hanno un disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e l'autismo sono più sensibili.

Quali sono le cause della disforia sensibile al rigetto?

Le persone che vivono con disforia sensibile al rifiuto sono più sensibili al rifiuto e facilmente innescate da determinate situazioni. Tuttavia, il motivo esatto per questo non è completamente compreso.

Non si ritiene che sia causato da un singolo fattore, ma piuttosto da più fattori.

Una possibile spiegazione per RSD è una storia di rifiuto o abbandono all'inizio della vita. Ciò può derivare dall'avere un genitore troppo critico o negligente, il che influisce sul modo in cui questi individui si vedono.

A causa di questa relazione genitoriale, alcune persone hanno una minore autostima e un'intensa paura del rifiuto e dell'abbandono nelle proprie relazioni.

Altre situazioni possono anche causare sensibilità al rifiuto. Ad esempio, essere preso in giro o vittima di bullismo da colleghi. Oppure, essere criticato o rifiutato da un partner romantico.

Si ritiene inoltre che alcune persone siano geneticamente predisposte alla disforia sensibile al rigetto. Può tramandare attraverso le famiglie. Quindi, se un genitore o un altro parente stretto ha RSD, puoi anche svilupparlo.

Qual è la connessione con ADHD e autismo?

Sembra esserci una connessione tra disforia sensibile al rigetto e ADHD o autismo.

Questo non significa che le persone con queste condizioni svilupperanno la sensibilità al rifiuto. Invece, avere entrambe le condizioni è un fattore di rischio.

Le persone con diagnosi di ADHD hanno spesso difficoltà a prestare attenzione, irrequietezza e impulsività.

I medici hanno anche riconosciuto problemi emotivi in ​​alcune persone con ADHD. Ciò è caratterizzato dall'incapacità di controllare le loro risposte emotive o ipersensibilità.

Dal momento che queste persone provano emozioni più intense, possono avere una risposta elevata a qualsiasi senso di rifiuto.

La disforia sensibile al rigetto ha anche una connessione con l'autismo.

Questo disturbo dello sviluppo neurologico colpisce il sistema nervoso e provoca una varietà di sintomi. Bambini o adulti con autismo possono avere difficoltà a comunicare e socializzare, e talvolta hanno difficoltà a comprendere le azioni degli altri.

Potrebbero anche affrontare la disregolazione emotiva e l'ipersensibilità agli stimoli fisici ed emotivi. Di conseguenza, qualsiasi sensazione reale o percepita di rifiuto o critica può farli diventare sconvolgenti in modo schiacciante.

Sintomi di RSD

I sintomi della disforia sensibile al rigetto sono complessi, quindi può essere difficile identificarli.

RSD a volte può assomigliare a determinate condizioni di salute mentale che includono:

  • depressione
  • fobia sociale
  • disordine bipolare
  • disturbo borderline di personalità
  • disturbo post traumatico da stress

I sintomi tipici di RSD (che possono verificarsi anche in alcune delle condizioni di cui sopra) includono:

  • bassa autostima
  • evitamento di contesti sociali
  • paura di sbagliare
  • grandi aspettative per se stessi
  • frequenti scoppi emotivi dopo essere stati feriti o respinti
  • sentimenti di disperazione
  • comportamento in cerca di approvazione
  • rabbia e aggressività in situazioni spiacevoli
  • ansia

Sebbene i sintomi di RSD possano imitare altre condizioni, un fattore distintivo è che i sintomi di RSD tendono ad essere brevi e innescati da cicli emotivi, piuttosto che da un evento reale.

Come diagnosticare RSD

Capire se hai RSD può essere una sfida. Il medico deve prima escludere se si tratta di un sintomo di una condizione di salute mentale sottostante.

La disforia sensibile al rigetto non è una diagnosi riconosciuta nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5), pertanto una diagnosi professionale potrebbe non essere sempre possibile.

Per valutare i sintomi, devi consultare un consulente, uno psicologo o un altro professionista della salute mentale.

Il medico può chiedere informazioni sulla storia familiare e sui sintomi. Probabilmente risponderai a una serie di domande su come reagisci e senti in determinate situazioni.

Le domande potrebbero includere:

  • Provi intensa rabbia o aggressività quando qualcuno ferisce i tuoi sentimenti?
  • Provi rabbia o rabbia quando sei stato respinto o criticato?
  • Pensi che non piaccia a nessuno?
  • Sei un gradito popolo?
  • Le persone dicono che sei troppo sensibile?

Il medico può anche chiedere qualsiasi diagnosi preventiva di ADHD o disturbo dello spettro autistico.

Se non ti sono state diagnosticate queste condizioni ma hai sintomi, il medico può raccomandare lo screening per comprendere meglio la causa sottostante delle tue reazioni emotive.

Trattamento per RSD

Poiché questo è associato all'autismo e all'ADHD, il medico può raccomandare di trattare prima qualsiasi condizione sottostante.

Non esiste una cura per queste condizioni. Ma i farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi associati come iperattività e depressione.

Terapia comportamentale cognitiva

L'intervento comportamentale può anche aiutare a ridurre l'ipersensibilità. Ciò può semplificare la gestione e la gestione del rifiuto e delle critiche. Pertanto, il medico probabilmente suggerirà la psicoterapia.

Questo è un metodo tradizionale per aiutare le persone a far fronte alla disforia della sensibilità al rigetto.

Un tipo di psicoterapia efficace è la terapia cognitivo comportamentale (CBT). Questo è un tipo di talk terapia che insegna tecniche di coping.

Imparerai come gestire situazioni stressanti, risolvere conflitti relazionali, migliorare la comunicazione e superare traumi emotivi o abusi.

farmaci

Insieme alla terapia, il medico può prescrivere farmaci per aiutare i sintomi.

Non ci sono farmaci approvati dalla FDA per RSD, ma alcuni possono essere prescritti off-label o per altre condizioni.

La guanfacina è un farmaco comune per RSD. Normalmente viene prescritto per abbassare la pressione sanguigna, ma interagisce anche con i recettori nel cervello, riducendo l'iperattività e le risposte emotive.

Cambiamenti nello stile di vita

Insieme alle terapie tradizionali, puoi fare alcune cose da solo per aiutarti a gestire la tua risposta emotiva al rifiuto e alle critiche.

Ad esempio, mantieni le tue emozioni in prospettiva. Comprendi che ciò che senti o percepisci come rifiuto o critica potrebbe non esistere davvero.

Comprensibilmente, può essere difficile controllare i sentimenti feriti. Ma invece di avere un'esplosione quando ti senti evitato, mantieni la calma e discuti razionalmente i tuoi sentimenti con l'altra persona.

Aiuta anche a ridurre il livello di stress generale, che può aiutarti a sentirti più calmo e a tuo agio. Questo rende più facile controllare le tue emozioni.

Puoi anche provare:

  • fare esercizio fisico regolare
  • mangiare una dieta sana ed equilibrata
  • dormire molto

Quando vedere un dottore

Tutti hanno giorni buoni e giorni cattivi, quindi avere uno sfogo occasionale o una risposta emotiva non significa necessariamente che è necessario consultare un medico.

Dovresti, tuttavia, fissare un appuntamento dal medico se hai sentimenti schiaccianti di dolore, ansia e rabbia ogni volta che ti senti rifiutato o criticato. Anche se questi sentimenti sono brevi.

L'intervento medico è particolarmente necessario quando la disforia sensibile al rigetto inizia ad avere un impatto sulla qualità della tua vita.

La sensibilità al rifiuto può portare a problemi nelle relazioni romantiche e può causare gelosia irrazionale con amici e familiari.

La paura del rifiuto provoca anche alcune persone a rimanere in relazioni malsane. Può anche portare ad altri problemi come la depressione e l'ansia.

La linea di fondo

Anche se la disforia sensibile al rigetto può essere collegata all'ADHD e all'autismo, può interessare chiunque.

I sintomi possono peggiorare se non trattati. Quindi, se sviluppi reazioni emotive intense o travolgenti dopo il rifiuto, i sentimenti feriti o le critiche, contatta un professionista della salute mentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here