Home Notizia Mondo Cancro al colon: la frutta utilizzata nella medicina cinese si dimostra promettente...

Cancro al colon: la frutta utilizzata nella medicina cinese si dimostra promettente come…

0
24

I lavoratori agricoli raccolgono le bacche di magnolia
Un nuovo studio ha scoperto che un frutto utilizzato nella medicina cinese contiene un composto molto efficace che potrebbe aiutare a curare il cancro al colon. Tao Ming/Xinhua tramite Getty Images
  • Secondo un nuovo studio, un frutto utilizzato nella medicina cinese contiene un composto molto efficace contro il cancro al colon.
  • Il composto si chiama Schisandrin B e si trova in una pianta conosciuta come bacca dai cinque sapori o bacca di magnolia.
  • Il composto antitumorale ha funzionato particolarmente bene quando introdotto nelle cellule tumorali del colon in stadio avanzato.
  • La pianta è già ampiamente disponibile online, anche se dovrebbe essere assunta solo sotto controllo medico a causa di numerose interazioni farmacologiche avverse note.

Secondo il Società americana contro il cancro, il cancro del colon-retto è la seconda causa più comune di cancro tra uomini e donne messi insieme. Il cancro del colon è la terza causa di morte tra i maschi e la quarta tra le femmine. L’ACS stima che quest’anno 53.010 americani moriranno di cancro del colon-retto.

Cancro del colon o cancro del colon-retto sono usati in modo intercambiabile poiché il cancro del retto inizia tipicamente con la formazione di polipi nel colon o nel retto.

Le morti per cancro del colon-retto stanno leggermente diminuendo a causa dello screening più diffuso, da cui l’ACS raccomanda di iniziare 45 anni per le persone con un rischio medio di malattia.

Come per altri tipi di cancro, la diagnosi precoce del cancro del colon è fondamentale per il successo del trattamento.

Un nuovo studio rileva che un polifenolo presente in una pianta utilizzata nella medicina cinese conosciuta come schisandra o “bacca di magnolia” potrebbe aiutare a curare il cancro al colon, in particolare negli stadi avanzati della malattia.

I risultati sono stati recentemente pubblicati inACS Farmacologia e scienza traslazionale.

Il composto delle bacche di magnolia può aiutare a curare il cancro al colon

Schisandra chinensisnoto anche come Schisandrin B o Sch B, è un frutto utilizzato nella medicina tradizionale cinese (MTC) per trattare problemi al fegato, problemi di stomaco e come tonico per aumentare la vitalità.

Sch B cresce principalmente nelle foreste della Russia orientale, della Cina settentrionale, della Corea e in alcuni luoghi del Giappone e ha diversi nomi, tra cui:

  • ishisandra
  • bacca di magnolia
  • bacca a cinque sapori
  • wu wei zi

La ricerca precedente ha suggerito che Sch B o bacca di magnolia può contenere proprietà antitumorali contro il cancro al seno, al fegato, alle ovaie, alla cistifellea e allo stomaco.

Per il presente studio, gli autori hanno testato Sch B sia su cellule tumorali di cancro del colon umano in vitro e utilizzando modelli animali.

Utilizzando varie forme di analisi molecolare e cellulare, i ricercatori hanno determinato che Sch B attivava una risposta allo stress nelle cellule tumorali legate alle proteine ​​spiegate e mal ripiegate, che portavano alla morte delle cellule tumorali. Questi risultati potrebbero aiutare a spiegare il meccanismo alla base delle proprietà antitumorali della bacca di magnolia.

“Si è scoperto che Sch B causa la morte cellulare tramite apoptosi – un processo di morte cellulare programmato anziché casuale – nelle nostre cellule umane e nei modelli animali di cancro al colon”, l’autore dello studio Dr. Hani El-Nezami, professore associato presso la School of Scienze Biologiche presso l’Università di Hong Kong, spiegato a Notizie mediche oggi.

I ricercatori hanno inoltre identificato il coinvolgimento di una particolare proteina, CHOP. Quando la proteina veniva bloccata, Sch B era meno efficace, suggerendo che la proteina CHOP è in qualche modo fondamentale per la capacità di Sch B di combattere i tumori cancerosi.

Sch B ha mostrato anche una tossicità molto bassa contro le cellule sane rispetto ai farmaci antitumorali attualmente disponibili.

Tuttavia, gli effetti promettenti di Sch B contro le cellule tumorali in stadio avanzato rimangono alquanto misteriosi per il Dr. El-Nezami.

“Non sappiamo perché la Schisandrin B sia particolarmente efficace per lo stadio avanzato del cancro al colon. Si basava esclusivamente sulla nostra osservazione con l’uso di linee cellulari di cancro del colon a diversi stadi”, ha osservato.

Il dottor Francisco Contreras, direttore, presidente e presidente dell’Ospedale e Centro di ricerca sul cancro Oasis of Hope di Tijuana, in Messico, non coinvolto nello studio, ha affermato che i risultati non sono una sorpresa totale, sottolineando che il composto naturale presente nel frutto è supportato da sufficienti evidenze scientifiche.

“Il potere delle sostanze fitochimiche non è nuovo. C’è una pletora di ricerche che pubblicizzano [phytochemicals’] benefici nel trattamento del cancro, il composto della bacca di magnolia è uno di quelli in cui sono stati osservati effetti anticancerogeni, come effetti antiproliferativi (limitando la crescita del tumore) e proapoptotici (imponendo una condanna a morte per le cellule maligne).”

— Dr. Francisco Contreras, oncologo

Sono necessarie ulteriori ricerche sulla bacca di magnolia

Gli integratori Shisandra sono ampiamente disponibili per l’acquisto online. Tuttavia, sono state segnalate interazioni avverse con alcuni farmaci e shisandra (bacca di magnolia) e dovrebbe essere assunto solo sotto la supervisione di un medico.

Lo shisandra utilizzato nel nuovo studio è stato ottenuto commercialmente e testato senza lavorazioni speciali. Il dottor Contreras ha suggerito che i risultati potrebbero essere replicati negli esseri umani, ma sono necessari ulteriori studi.

“È troppo presto per raccomandare questo frutto per il trattamento del cancro al colon”. Ha osservato il dottor El-Nezami.

Ha aggiunto che il suo gruppo di ricerca – in collaborazione con l’Università di Portsmouth e il Portsmouth Hospital NHS Trust – ha recentemente ricevuto finanziamenti dall’Accademia di Finlandia per esplorare ulteriormente Sch B utilizzando modelli di colture cellulari derivati ​​da topi e pazienti.

“Ci auguriamo che la riuscita dimostrazione dell’efficacia di questi modelli possa supportare l’avvio dell’intervento umano [and] studi clinici per esplorare gli effetti nei pazienti affetti da cancro al colon”, ha affermato il dott. El-Nezami.

I prodotti naturali non sono approvati per uso medico

Il dottor Contreras ha affermato che qualsiasi farmaco che utilizzi Sch B o fiore di magnolia dovrebbe essere approvato per l’uso sui pazienti negli Stati Uniti.

Poiché Sch B è un composto naturale, il dottor Contreras ha suggerito che il costo degli studi clinici per dimostrarne l’efficacia e la sicurezza potrebbe essere insormontabile.

“L’unico modo in cui un laboratorio potrà farlo [back] come [an] La spesa”, ha detto il dottor Contreras, “è se ottengono un brevetto in modo da poter recuperare i soldi spesi. Altrimenti, senza brevetto, qualsiasi altro laboratorio potrà realizzare il prodotto senza spendere soldi”.

“Nessuno spenderà 800 milioni di dollari per dimostrare che un farmaco naturale sia ‘sicuro ed efficace'”, ha affermato il dottor Contreras, sottolineando che la Food and Drug Administration (FDA) non può estendere i brevetti per i prodotti naturali poiché sono in gran parte non regolamentati.

“Spero che in futuro la FDA e agenzie simili in tutto il mondo trovino un modo per approvare i prodotti naturali in modo equo ed efficiente a beneficio dei milioni di persone che muoiono di cancro in tutto il mondo. Il costo della cura del cancro sarebbe più efficace, meno costoso e più umano”, ha concluso il dottor Contreras.