"Anvil of God, Book One of the Carolingian Chronicles" di J. Boyce Gleason

0
70

Adoro la storia ma il tempo di Charles Martel è uno dei miei soggetti più deboli, quindi quando "Anvil of God, Book One of the Carolingian Chronicles" mi è venuto in mente, ho colto l'occasione per leggerlo. A 440 pagine è stato un po 'intimidatorio, ma l'amante della storia in me si è tuffato per primo in testa. E ragazzo ero contento di averlo fatto. L'autore racconta una storia intrigante di battaglia e intrighi politici che eguaglia gran parte della finzione attualmente popolare a Hollywood. Solo che questo è basato nella realtà!

Il prologo si apre nel 740 nel pieno della battaglia. Charles Martel ("The Hammer") è ancora una volta vittorioso, ma sembra che non stia bene. Il primo capitolo salta avanti di un anno e Charles e i suoi figli stanno tornando a casa. Purtroppo, questa non è la storia di Charles ma la storia dei suoi discendenti e presto ci viene raccontata la storia della sua morte. Prima che arrivi la morte apprendiamo che Charles vuole dividere il regno tra i suoi due figli maggiori che lo hanno raggiunto in battaglia, così come il loro fratellastro molto più giovane. Ha anche promesso alle sue figlie di sposare un'alleanza. Questo pone le basi per l'intrigo politico che ci porta attraverso il libro.

Poco dopo la morte di Charles, ciascuno dei suoi figli è andato per la propria strada. Il libro segue ognuno di loro nel loro "viaggio". Il libro fa un lavoro fantastico nel passare da una delle quattro storie senza sopraffare il lettore. Come nel caso dei grandi momenti della storia, in realtà ci sono molti personaggi che compongono la storia. In questo caso alcuni sono reali e alcuni sono immaginari dell'autore. In seguito ho dovuto consultare la sua lista per conoscere la differenza. Quando tutto converge per le parti successive della storia, il lettore ha il privilegio di poter vedere le cose da tutte le direzioni.

Il signor Gleason intreccia perfettamente la storia con la finzione per darci le ragioni degli eventi storici. La storia ti coinvolge e dimentichi che non tutto ciò che stai leggendo è un fatto storico. I personaggi forti, anche se non necessariamente gradevoli, ci danno un'idea di come potrebbero essere stati questi personaggi storici. Mette carne sulle ossa del Medioevo.

La fiction storica "riempi gli spazi vuoti" sembra diventare un sotto-genere popolare di fiction storiche. Se questo libro è un esempio di cosa aspettarsi, lo accolgo con favore. Quando ero a un quarto di distanza dal libro, volevo sapere cosa è successo ai personaggi e che ha fatto girare le pagine piuttosto rapidamente. Non posso certo aspettare il secondo libro. Questo libro certamente non ha completato la storia dei figli di Charles. Posso capire perché questo doveva essere esaminato da un sito web di viaggi. Con questo libro di fronte a te, potresti non notare che il tuo volo è stato ritardato!

Divulgazione: una copia gratuita di questo libro è stata consegnata al volontario con l'aspettativa che ne sarebbe stata scritta una recensione corretta e onesta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here