Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi 7 modi in cui la malattia di Peyronie può influenzare la tua...

7 modi in cui la malattia di Peyronie può influenzare la tua vita sessuale

0
3

La malattia di Peyronie è quando le placche (tessuto cicatriziale) si formano sotto la pelle del pene e lo fanno piegare. Vivere con questa condizione spesso include dolore e cambiamenti nella funzione sessuale che possono influenzare l’intimità personale, le relazioni e la salute mentale.

Comprendere i modi in cui la malattia di Peyronie può influenzare la tua vita sessuale e il tuo partner può aiutarti a sapere cosa aspettarti dalla malattia, insieme a come le opzioni di trattamento possono aiutare.

Ecco sette cose da sapere sulla malattia e sul sesso di Peyronie.

1. Ottenere e mantenere un’erezione può essere difficile

La disfunzione erettile è più comune tra le persone con malattia di Peyronie. Uno studio del 2020 su 656 uomini che ricevevano cure presso una clinica di urologia in Brasile ha rilevato che quasi il 60% degli uomini con la malattia di Peyronie aveva una disfunzione erettile, rispetto al 46% degli uomini senza la condizione.

Ci sono alcune possibili ragioni per la connessione tra la malattia di Peyronie e la disfunzione erettile. Per alcuni, le cicatrici possono rendere difficile l’erezione.

Le erezioni possono anche essere difficili se i nervi oi vasi sanguigni del pene sono stati danneggiati da infiammazioni o traumi al pene, associati alla malattia di Peyronie.

Molte persone che vivono con l’ansia e la depressione di Peyronie a causa della condizione. Questi sentimenti possono anche portare a sfide con la funzione sessuale, quindi i sintomi spesso si complicano a vicenda.

Infine, il dolore (soprattutto durante la fase attiva della malattia) può contribuire alla disfunzione erettile per alcune persone con la Peyronie.

2. Il tuo partner potrebbe provare dolore e disagio

La malattia di Peyronie causa spesso dolore durante le erezioni. Ma quella condizione non solo causa dolore a coloro che convivono con essa, ma può anche rendere il sesso scomodo per i loro partner.

Uno studio del 2020 ha rilevato che quasi la metà delle partner sessuali femminili di uomini con la condizione ha sperimentato dolore o disagio almeno moderato durante il rapporto vaginale.

In alcuni casi, le coppie non potevano impegnarsi in determinate attività sessuali di cui godevano prima dell’inizio di Peyronie.

Detto questo, l’aspetto del tuo pene potrebbe non essere un grosso problema per il tuo partner. La ricerca ha rilevato che quasi il 60% degli uomini con la malattia di Peyronie era molto o estremamente infastidito dall’aspetto del loro pene eretto, mentre solo il 20% delle loro partner sessuali femminili si sentiva allo stesso modo.

3. La comunicazione può aiutare le coppie a far fronte

Sebbene possa essere difficile parlare della malattia di Peyronie, la comunicazione è la chiave per mantenere l’intimità con il tuo partner e trovare nuovi modi per essere sessuale.

Ecco alcuni modi per rendere la conversazione più facile, secondo l’Association of Peyronie’s Disease Advocates (APDA):

  • Discuti la condizione e i suoi effetti in diverse conversazioni. Non pensare di dover coprire tutto in una volta sola.
  • I tuoi sentimenti e sintomi possono cambiare nel tempo, quindi potresti dover rivedere gli argomenti nelle conversazioni future. Cerca di essere onesto su quello che stai passando.
  • Assicurati che la conversazione sia un dialogo, non un monologo. Per quanto condividi le tue preoccupazioni, ascolta il tuo partner esprimere come la tua condizione le sta influenzando.

L’APDA incoraggia anche le persone con la malattia di Peyronie a coinvolgere i loro partner nell’esplorazione delle opzioni di trattamento e negli appuntamenti dal medico.

4. Le coppie potrebbero aver bisogno di esplorare nuove forme di intimità

Se la malattia di Peyronie rende difficile fare sesso nel modo in cui sei abituato, potrebbe essere il momento di esplorare nuove tecniche.

I partner possono utilizzare posizioni diverse o esplorare altre forme di intimità e piacere oltre al rapporto per raggiungere la soddisfazione.

Parlare con un terapista o un consulente sessuale può aiutare entrambe le persone nella relazione a condividere i loro bisogni e desideri sessuali e ad affrontare le sfide nella relazione.

5. I farmaci da banco (OTC) possono fornire sollievo dal dolore

I trattamenti per la malattia di Peyronie, che vanno dalle iniezioni alla chirurgia e alle protesi peniene, di solito hanno l’obiettivo di ridurre la curvatura e migliorare la funzione sessuale.

Tuttavia, non tutte le persone con questa condizione necessitano di cure mediche. Se il dolore è il tuo sintomo principale, gli analgesici da banco, come i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l’ibuprofene (Advil) o il naprossene (Aleve), potrebbero essere tutto ciò di cui hai bisogno per avere un’erezione più confortevole.

6. I trattamenti possono aumentare la soddisfazione sessuale

Esistono numerosi trattamenti chirurgici e non chirurgici per la malattia di Peyronie. Sebbene siano tipicamente concentrati sull’inversione della curvatura e sulla rottura delle placche, alcuni trattamenti hanno l’ulteriore vantaggio di aumentare la soddisfazione per i partner delle persone affette da questa condizione.

UN Revisione 2020 di piccoli studi ha rilevato che il 70% delle partner femminili di uomini con malattia di Peyronie trattati con iniezioni di collagenasi di clostridium histolyticum ha sperimentato una maggiore soddisfazione sessuale.

Anche la soddisfazione sessuale della partner femminile è aumentata dal 34% all’88% quando gli uomini sono stati trattati con plicatura del pene, dal 90% al 100% dopo aver subito l’incisione della placca o l’escissione parziale con innesto e dal 40 al 75% dopo l’impianto di protesi peniena (un trattamento tipicamente riservato a persone con grave malattia di Peyronie e disfunzione erettile).

È importante notare che la ricerca disponibile ha esaminato solo le donne che erano intime con uomini con la malattia di Peyronie, quindi sono necessari ulteriori studi per determinare in che modo la condizione e i trattamenti possono influenzare i partner non femminili.

7. Parlare con gli altri può farti sentire meglio

Gli impatti psicologici della malattia di Peyronie possono influenzare il tuo benessere emotivo, così come la tua capacità di essere intimo.

Secondo l’APDA, la condizione può cambiare il modo in cui una persona vede se stessa e ferire la propria autostima.

Le persone con la malattia di Peyronie possono evitare l’intimità, perdere interesse per il sesso e ritirarsi emotivamente. Ciò può causare una serie di sfide psicologiche per entrambe le persone nella relazione.

Superare l’isolamento emotivo e sociale può aiutare a ridurre l’impatto della condizione sulla tua vita sessuale e sul benessere generale. Considera l’idea di parlare con altre persone affette da questa condizione o di unirti a un gruppo di sostegno.

Un professionista della salute mentale, come uno psicologo o un terapista, può anche darti uno spazio sicuro per affrontare le preoccupazioni e trovare modi per affrontarle.

Porta via

La malattia di Peyronie può avere un grande impatto sulla vita sessuale di una persona, sia a causa dei sintomi fisici che dell’impatto emotivo della condizione.

La condizione può anche avere un impatto sul comfort e sulla soddisfazione del tuo partner durante il sesso.

Esplorare le opzioni di trattamento, avere conversazioni aperte e oneste e vedere un terapista sessuale sono alcuni dei modi per ridurre gli effetti della malattia di Peyronie sull’intimità.

Puoi anche prendere in considerazione l’idea di unirti a un gruppo di supporto per entrare in contatto con altre persone affette da questa condizione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here