Una strada diversa per Lhasa

0
78

Dopo otto viaggi in Cina, l'anno scorso io e mia moglie abbiamo deciso di visitare la regione autonoma cinese del Tibet. Questo è un viaggio che ho voluto fare per molti anni, ma mia moglie era riluttante, principalmente a causa delle sue preoccupazioni per affrontare i potenziali effetti del mal di montagna. A un'altitudine di 12.000 piedi (3.650 m) e oltre, il Tibet può essere una sfida per coloro che trascorrono la maggior parte della loro vita a livello del mare. Le mie esperienze passate con viaggi in zone di alta quota mi hanno convinto che nessuna persona può mai prevedere gli effetti del mal di montagna. Dopo molte discussioni, consultazioni e ricerche, abbiamo finalmente deciso di affrontare la sfida del Tibet.

BasumTsoLake9

Per il nostro viaggio, abbiamo deciso di cercare una strada diversa per il Tibet. Tradizionalmente i turisti entrano in Tibet attraverso Lhasa volando direttamente lì o prendendo il treno da Chengdu. Entrambi questi percorsi generalmente comportano il passaggio in alta quota in un giorno. La nostra decisione è stata quella di volare da Chengdu all'aeroporto di Linzhi (noto anche come aeroporto di Nyingchi Mainling) nella parte inferiore orientale del Tibet. Abbiamo ipotizzato che sarebbe meglio iniziare a un'altitudine più bassa di circa 27000 m (9000 piedi) e poi passare i due giorni successivi a raggiungere le quote più alte di Lhasa. Un altro obiettivo del nostro viaggio era cercare opportunità per sperimentare la bellezza naturale della regione, piuttosto che concentrarci sui monasteri del Tibet. Molti turisti che visitano il Tibet spesso scoprono che gran parte del loro viaggio è costituito da visite a monasteri, templi e altri siti spirituali dentro e intorno a Lhasa. Ci piacciono questi siti, ma la mia esperienza passata in Cina si è dimostrata simile a quella che ho vissuto in Europa. In passato, ho scoperto che quando sono arrivato alla mia terza o quarta cattedrale, hanno iniziato a sembrare tutti simili. Credo che le guide chiamino questa fatica della cattedrale. Mi sembra di sperimentare gli stessi fenomeni con i monasteri in Cina.

LulangForest2

La nostra spedizione è stata complicata da pianificare perché pochissimi turisti occidentali viaggiano in Tibet attraverso la regione orientale. L'ingresso in Tibet è fortemente limitato per tutti i turisti non cinesi. È necessario un permesso da parte del governo cinese e tutti i turisti devono seguire un itinerario pianificato con una guida autorizzata dall'Ente per il turismo cinese. In genere questo permesso viene rilasciato solo pochi giorni prima dell'ingresso in Tibet ed è sempre ritirato in Cina. Abbiamo deciso di ritirare il nostro permesso a Chengdu dove sarebbe iniziato il nostro viaggio in Tibet. C'erano altre considerazioni di pianificazione per il nostro viaggio. Quasi tutti i driver e le guide hanno sede a Lhasa. Può essere difficile e costoso ottenere un autista e una guida per viaggiare da Lhasa al Tibet inferiore. Siamo stati fortunati che il nostro agente è stato in grado di individuare due eccellenti professionisti con esperienza.

BasumTsoLake11

Dopo esserci assicurati il ​​permesso e aver trascorso una deliziosa giornata a Chengdu, abbiamo preso l'unico volo mattutino per l'aeroporto di Linzhi. Quando arrivammo pioveva, ma le previsioni meteorologiche future richiedevano un tempo soleggiato e asciutto. Abbiamo notato immediatamente alcuni effetti dell'altitudine quando lasciavamo l'aereo, ma non era poi così male. Ci siamo davvero goduti il ​​nostro primo giorno alla scoperta di Bayi Town.

LulangForest3

Il nostro viaggio il giorno successivo nella foresta primitiva di Lulang è stato emozionante. La nostra Land Rover ha scalato precariamente il lato di una strada di montagna e alla fine ha raggiunto un'altitudine di circa 4000 metri. Sono diventato un po 'lento a questa altitudine, ma mia moglie stava bene. Entrambi siamo rimasti sorpresi dall'abbondanza di bandiere di preghiera tibetane che punteggiavano il paesaggio. Ogni ruscello e passo montano sembravano ondeggiare con pezzi di stoffa rossi, gialli, blu, verdi e bianchi. Abbiamo visto solo una piccola parte della foresta di Lulang. La strada d'ingresso principale era piena di buche e crateri, quindi era difficile spostarsi lontano nel parco. Sono sicuro che le valli e le cime della foresta fossero eccellenti per le escursioni e il campeggio. Semplicemente non avevamo il tempo o l'energia per esplorare molto a piedi. Durante il nostro viaggio, abbiamo visto un'abbondanza di pellegrini e persone in cerca di avventura che percorrevano le strade di montagna fino ai 15.000 passi. È stato stimolante osservarli e sono rimasto impressionato dalla resistenza che deve aver impiegato per completare questo viaggio. I miei ricordi preferiti della foresta di Lulang erano quelli di una cena calda con pollo locale in un villaggio vicino all'ingresso del parco e di lanciare frecce contro obiettivi con i tibetani locali. Tutto sommato, è stato un ottimo inizio per la nostra avventura.

BasumTsoLake6

Il nostro secondo giorno si è rivelato altrettanto interessante. Il nostro obiettivo mattutino era il Lago Basso Tso, noto per la sua altitudine e un bellissimo tempio che si trova su un'isola nel lago. Il viaggio lì fu mozzafiato ma lento. I cinesi in Tibet hanno imposto severe restrizioni di viaggio sulla velocità e sull'accesso a varie strade. Ad esempio, c'erano molti punti di controllo lungo il nostro percorso. Il nostro autista ha dovuto ottenere un timbro sul primo checkpoint e quindi passare al checkpoint successivo. Ai conducenti viene assegnato un determinato periodo di tempo per raggiungere ciascun punto di controllo, ma non possono entrare prima del loro tempo assegnato o possono ricevere biglietti per eccesso di velocità. La logica era che se hai raggiunto il checkpoint successivo troppo rapidamente, devi aver accelerato. Sfortunatamente, i tempi obbligati dettavano velocità incredibilmente lente. Spesso arrivavamo al prossimo checkpoint con largo anticipo rispetto al tempo a nostra disposizione, quindi dovevamo sederci a bordo strada e aspettare prima di poter passare attraverso il checkpoint successivo.

BasumTsoLake8

Alla fine siamo arrivati ​​a Basum Tso Lake. Era bello come ci è stato descritto. Come molti parchi nazionali in Cina, abbiamo dovuto parcheggiare l'auto all'ingresso e prendere gli autobus per raggiungere i siti del parco. Il lago era incontaminato e circondato da montagne innevate. L'attrazione principale sul lago era l'isola di Tashi, che ospitava un piccolo tempio di Nyingma. Anche se questa zona era turistica, era ancora molto panoramica. Abbiamo esplorato molti percorsi sull'isola che offrono splendide viste sulle vicine montagne innevate. Ogni sentiero tortuoso è stato trasformato in un labirinto da un'abbondanza di bandiere di preghiera tibetane. Sulla via del ritorno dall'isola, abbiamo visto alcuni motoscafi e abbiamo deciso di fare un giro del lago. Ne è valsa la pena il tempo e il denaro. La nostra barca scivolò in tutto il lago e alla fine visitò il santuario di un monaco che si trovava in una grotta vicino al litorale. In tutto, abbiamo trascorso circa un'ora a cavallo intorno al lago.

LulangForest1

Dopo questo, era ora di pranzo e il nostro viaggio verso Lhasa. Siamo rimasti affascinati dalla bellezza paesaggistica locale e sorpresi dai moderni complessi di appartamenti che sorgono in quasi tutte le principali città che abbiamo attraversato. Il pranzo era in un piccolo ristorante cinese in una piccola città lungo la strada. Ho mangiato un pasto semplice perché sapevo che se mi fossi ammalato non ci sarebbero state comodità moderne lungo il percorso in auto. Sapevo anche che gli standard di risanamento nella Cina rurale sono molto diversi rispetto agli Stati Uniti. Dopo pranzo, abbiamo iniziato il nostro viaggio a Lhasa. Si è rivelato essere un lungo viaggio. Ci è stato detto che la distanza di 250 – 300 km richiederebbe circa 6 ore. In effetti, ci sono volute circa 15 ore. Lo scenario era mozzafiato, ma il viaggio era mentalmente e fisicamente difficile.

LulangForest4

È stato un ottimo modo per arrivare a Lhasa? Bene, sì e no. Il viaggio per arrivarci è stato estenuante. Non c'è da sottovalutare la burocrazia cinese. Le restrizioni di viaggio sulla strada e il caos assoluto fabbricato ai posti di blocco andavano oltre la tolleranza mentale di una persona normale normale e sana. I conducenti si sono comportati male e le strade di montagna non sono mai state costruite per il traffico di camion che si trascina pericolosamente su e giù ogni giorno. Quando arrivammo a Lhasa a tarda notte, il Potala Palace illuminato sembrava un miraggio che si alzava dalle montagne. Non sembrava reale. Era magico e abbiamo notato che sembrava che stessimo arrivando in un regno da favola. Questa piccola pepita di timore reverenziale era il gioiello che stavamo cercando tutto il giorno.

BasumTsoLake7

Il nostro intelligente piano di regolazione dell'altitudine ha funzionato? Non proprio. Il nostro secondo giorno a Lhasa (il nostro quarto giorno in Tibet), mia moglie si ammalò di mal di montagna e alla fine dovette sottoporsi a un trattamento con ossigeno in un ospedale cittadino. Trascorse il resto del viaggio a letto a riprendersi. D'altra parte, non ho sperimentato praticamente alcun effetto dell'altitudine e alla fine ho viaggiato verso un valico innevato che raggiungeva il picco a 16.700 piedi (5109 m).

BasumTsoLake10

Il nostro viaggio in Tibet è stato qualcosa che ameremo sempre, per molte ragioni. Innanzi tutto, è stata una sfida ed eravamo entusiasti di poter vedere una parte del Tibet che pochi occidentali sperimentano. Abbiamo anche appreso che il Tibet orientale cambierà drasticamente nei prossimi anni. I cinesi stanno trasformando totalmente la valle del fiume Lhasa. Già i fiumi sono arginati da progetti idroelettrici e enormi torri metalliche con linee elettriche corrono lungo i ripidi fianchi delle pareti della valle del fiume. In molti luoghi c'erano fino a quattro file di torri e linee elettriche su ciascun lato della valle. Inoltre, il governo cinese completerà presto una moderna autostrada a quattro corsie nel 2016 che si snoderà attraverso il centro della valle del fiume Lhasa come un nastro di cemento. Questo cambierà per sempre l'aspetto e il flusso del traffico attraverso il Tibet. I progressi stanno avanzando come un treno ad alta velocità in ogni area della Cina. Il Tibet non sarà mai più lo stesso e questa zona subirà un diluvio di turisti domestici. Il Tibet è davvero un tesoro che vale la pena esplorare e sono davvero felice di aver avuto l'opportunità di sperimentare una piccola parte della sua bellezza naturale di questo paradiso montano prima che il mondo moderno lo trasformi con cemento e acciaio.

BasumTsoLake12

Una strada diversa per Lhasa. Prendendo una strada diversa in Tibet in Cina #travel #trip #vacation #lhasa #tibet #china #itinerary

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here