Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Sex After Baby: Un po 'spaventoso, forse imbarazzante, ma sicuramente possibile

Sex After Baby: Un po 'spaventoso, forse imbarazzante, ma sicuramente possibile

0
55

Oh sì, ci andiamo. E poi qualche. Perché la luce verde di 6 settimane dal tuo OB non significa che sei davvero pronto.

Se acquisti qualcosa tramite un link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Come funziona

Sesso. Tre lettere minuscole. Un argomento enorme, poliedrico, emotivo. Soprattutto dopo il parto.

Il viaggio inizia con il check-up post partum di 6 settimane. Sei guarito o vicino ad esso? Grande. Avrai il via libera per riprendere i rapporti sessuali penetrativi (tra le altre attività di routine) e discuterai del controllo delle nascite se questo è il tuo caso.

Ma sei davvero pronto?

Ecco il super importante cosa che voglio che tu sappia: un pollice in su medico nella tua zona perineale non significa di per sé tu siamopronto per la penetrazione sessuale. Questa è un'altra equazione mente-corpo.

Ciò significa che clinicamente parlando, sei meno suscettibile alle infezioni e ai danni ai tessuti indebiti se dovessi impegnarti in un sesso penetrativo.

Se stai per partire per 6 settimane e stai facendo sesso indolore e lussurioso, beh, più potere per te! (E presto ospiterai un seminario? Perché sì, dovresti.)

Per altri – molti, molti altri – la funzione e il desiderio sessuale sono una lotta. In uno studio postpartum condotto da BMC in gravidanza e parto di 832 persone alla nascita per la prima volta, il 47% ha riferito di una mancanza di interesse per l'attività sessuale, il 43% aveva secchezza vaginale e il 38% aveva dolore con penetrazione 6 mesi dopo la nascita.

Non ho bisogno di dirti quanto sia significativo. Guarda quei numeri.

Se suona come te, prendi una sedia e chattiamo ancora un po '.

Non sei il tuo sé pre-bambino, e va bene

"Il sesso è un argomento così tabù e viene fornito con così tanti" dovresti "una volta che sarai autorizzato dal punto di vista medico", afferma Mallory Becker, una psicologa specializzata in ansia, relazioni e salute mentale materna.

"C'è questa aspettativa che le donne siano la stessa persona che erano prima di essere incinta, prima che partorissero un bambino … ma hai attraversato un grande viaggio ed è un tale cambiamento di identità. Il tuo corpo pre-gravidanza non esiste più. Non c'è proprio. Anche se sembri lo stesso (come facevi una volta), il tuo corpo ha vissuto un'impresa meravigliosa e miracolosa, ed è solo diverso. "

Il postpartum è diventato, in molti modi, definito da un inseguimento elusivo – e probabilmente dannoso – verso cosa Usato essere. Per alcuni, il sesso può simboleggiare che sei di nuovo "te", o almeno provare a esserlo. Ma cosa succede se hai letteralmente gettato quell'aspettativa fuori dalla finestra?

Questo è ciò che Gina Senarighi, PhD, CPC, sostiene nella sua pratica come consulente per la sessualità ed esperta di intimità. "Suggerirei di smettere di pensare qualunque cosa fosse" come prima ". I nostri corpi dovrebbero crescere e cambiare nel corso di una vita, e normalizzare quei cambiamenti (incluso, per molti, il parto) ci aiuterà a rimanere connessi sessualmente nel tempo. "

La funzione e il desiderio sessuale sono due cose separate

I tuoi pezzi hanno il via libera, ma la tua bestia sessuale interiore? Andato, piccola, andato. Sì. Questo è comune. Allo stesso modo la mancanza di stimolo è fonte di paura o sensazione di fallimento. Va qualcosa del genere: Il mio dottore ha detto che fare sesso era OK, ma non voglio / Non sono interessato / Non mi sento / Ho paura / Sono troppo stanco. Cosa c'è di sbagliato in me?

Non c'è niente di sbagliato in te.

Il pedaggio fisico ed emotivo della nascita, gli ormoni fluttuanti, i punti o il tessuto cicatriziale, la mancanza di sonno – tutti veri e propri blocchi stradali per essere in vena. E se stai allattando al seno, la secchezza vaginale può essere un problema, così come il fatto che il tuo petto è ora di utilità contro piacere.

Ecco perché è utile separare la funzione sessuale dal desiderio sessuale e guardare il tuo corpo postpartum in modo olistico.

Kathe Wallace, PT, BCB-PMD, associata presso la Pelvic Health Clinic di Seattle, WA, co-fondatrice dell'Herman e Wallace Pelvic Rehabilitation Institute, e autore di "Reviving Your Sex Life After Childbirth", inizia con una serie di e domande emotive. “Se faccio l'auto-tocco è scomodo? C'è qualcosa di cui sono preoccupato? Ho problemi intestinali? Ho una perdita urinaria? Ho cose che non mi fanno sentire sexy? Sono preoccupato per l'attività sessuale? "

È importante riflettere su se stessi per determinare se senti il ​​desiderio sessuale, ma stai soffrendo con la funzione sessuale o stai sperimentando il contrario (o forse entrambi).

Il tuo corso d'azione è molto diverso, a seconda

Fisicamente, "i muscoli che hanno attraversato il parto hanno bisogno di un certo periodo di tempo per guarire e hanno anche bisogno di attivazione e rinnovamento", afferma Wallace. La terapia del pavimento pelvico può essere qualcosa di cui alla fine hai bisogno, ma prima, inizia a casa con l'auto-esplorazione e il massaggio.

Come scrive in "Rianimare la tua vita sessuale dopo il parto": "Anche se non tutte le lacrime dopo il parto richiedono punti per la riparazione, di solito c'è una certa quantità di stiramento e / o lacerazione dei tessuti che può creare cicatrici. Questa cicatrizzazione può essere dolorosa e limitare la mobilità della pelle se non viene spostata. Spostare la cicatrice, attraverso la mobilizzazione e il massaggio, è una buona idea prima di tentare l'attività sessuale. È pratica comune massaggiare le cicatrici dopo interventi chirurgici ortopedici per il ginocchio o la spalla, ma raramente a una nuova mamma vengono insegnate tecniche per massaggiare una cicatrice da episiotomia o una lacrima del parto. "

Nel suo libro, Wallace prosegue nel dettaglio quattro tecniche di mobilità che puoi fare su te stesso: fianco a fianco, su e giù, cicatrici che rotolano e spazzano.

Il desiderio sessuale, d'altra parte, riguarda l'eccitazione. Quando eccitati, accadono due cose: la ghiandola di Bartolini fornirà lubrificazione e la tua vagina si allungherà da 1 a 2 pollici in un processo chiamato tendaggio vaginale.

Cosa può ostacolare l'eccitazione? Oh, circa un milione di cose, specialmente nel primo anno.

"La maggior parte delle coppie è sopraffatta e confusa dall'enorme volume di energia che va alla genitorialità precoce, oltre alla guarigione fisica e alla gestione della vita di tutti i giorni", afferma Senarighi. "Trovare un modo per rimanere connessi nella nebbia di quelle prime settimane e gestire una casa e tutto il nuovo apprendimento che sta accadendo di solito porta le coppie ad alcuni conflitti piuttosto intensi".

Dopo mesi di attesa del parto e del legame come famiglia, può essere una scossa quando la vita reale non è all'altezza di ciò che hai immaginato. "In verità, la maggior parte delle volte (le coppie) possono sentirsi disconnesse, poiché i partner di nascita e di non nascita avranno esperienze molto diverse con un nuovo bambino."

Ora, a proposito di quella secchezza vaginale

Il genitore Kate C. ha lottato con questo per un anno dopo il parto: “La mia prima figlia è nata molto velocemente con l'assistenza del vuoto perché la sua frequenza cardiaca è scesa pericolosamente. Hanno dovuto fare un'episiotomia e ho finito con una lacrima di terzo grado. Mi aspettavo che facesse male per un po ', ma nessuno mi ha preparato per quanto il sesso doloroso sarebbe stato – e sarebbe rimasto – fino a quando non avrei smesso di allattare, quando i miei livelli di estrogeni sono tornati alla normalità e il tessuto cicatriziale si è allentato. "

Kate aggiunge: "Ho dovuto ottenere una prescrizione per la crema paralizzante – sì, quindi non potevo davvero sentirla – così potevamo fare sesso per il primo anno. È stato terribile e non avevo mai sentito nessuno parlarne in anticipo. "

La secchezza, a quanto pare, è abbastanza comune. “Il periodo postpartum, specialmente nelle donne che allattano, è caratterizzato da una diminuzione degli estrogeni circolanti. La riduzione degli estrogeni può far sì che i tessuti della vagina diventino più sottili, asciutti e meno elastici ”, spiega la dott.ssa Stephanie Liu, MSc.

“Per alcune donne con significativa secchezza vaginale possono richiedere estrogeni topici a basse dosi. Tuttavia, per le donne che allattano al seno, consiglio di monitorare l'apporto di latte poiché gli estrogeni possono essere assorbiti e potenzialmente ridurre l'apporto di latte ".

Rendi lubrificante il tuo migliore amico in questo momento

I lubrificanti non sono solo sicuri da usare, sono anche incoraggiati!

"La secchezza vaginale durante l'allattamento è ciò che mi oppone in questi giorni", condivide la nuova madre Kristen S. "Sono 4 mesi dopo il parto e sta diventando un problema. Stavo per usare K-Y Jelly, ma mio marito ha letto che non deve essere usato dalle mamme che allattano. "

La dottoressa Liu afferma di non essere a conoscenza di alcun motivo medico per cui la K-Y tradizionale non sarebbe adatta durante l'allattamento. Tuttavia, nella sua pratica, raccomanda di usare lubrificanti a base d'acqua.

Molti marchi leader offrono formule a base d'acqua, come AstroGlide, che di recente è uscito con una miscela priva di glicerina e parabeni con ingredienti minimi. (Qualunque marca scegliate, evitate profumi, aromi e lubrificanti con effetti stimolanti.)

"Alcune persone pensano che la lubrificazione sia un fallimento e non lo è", aggiunge Wallace. "Sperimenta diversi tipi di lubrificazione e sii disposto a non essere limitato nel suo utilizzo, specialmente durante il primo postpartum!"

Una nascita traumatica può avere un impatto su entrambi

“Mi ci è voluto un anno intero per essere abbastanza OK per iniziare a provare a fare sesso penetrante, e onestamente le prime due volte non sono stato solo a disagio per alcune parti, ma anche terrorizzato a causa del trauma mentale di tutto ciò. Vorrei che avessero raccomandato di vedere un terapista del sesso o qualcosa per capire come tornare nel solco ”, condivide il genitore Priscilla B.

Aggiungi a questo il fatto che quasi un terzo delle persone alla nascita sperimentano un trauma durante il parto. Il trauma è associato a problemi di salute mentale postpartum che, secondo un Studio 2017, "Altera il senso di sé di una donna e interrompi le relazioni familiari".

"Soprattutto quando è coinvolto un trauma alla nascita, la mia raccomandazione per tutti, anche se potresti star bene, è quella di sottoporsi a un trattamento traumatologico certificato, suggerisce Becker. "In psicologia diciamo," i neuroni che si accendono si legano insieme "."

Becker incoraggia il trattamento del trauma in modo che il tocco sessuale non diventi un fattore scatenante e la persona che ha avuto il parto ha spazio per elaborare ciò che è successo con il travaglio e il parto. "Se non trattato, può causare molti problemi, come la paura di avere figli futuri, problemi di intimità o sintomi costanti di PTSD."

D'altro canto, anche i partner possono sperimentare una forma di trauma, in particolare se il travaglio e il parto sono stati difficili, ci sono state complicazioni o sono stati testimoni di parto vaginale e non intendevano farlo. "Vedo che succede anche di frequente", afferma Becker. Ciò può manifestarsi a distanza emotiva o mancanza di interesse sessuale.

Qui vale la stessa guida: comunica, fai piccoli passi verso l'intimità e, se si adatta alla tua situazione, cerca un aiuto professionale da qualcuno con esperienza con le coppie postpartum. “Entrambi siete diversi. Sei diventato genitori ed è diverso. Ma "diverso" non significa male. Significa che devi creare una nuova aspettativa e un nuovo modo di ballare insieme ai tuoi ruoli ", afferma Becker.

Lavora fino al sesso

Cominciando dall'inizio. Non "devi" nulla al tuo partner, questo non è un "dovere" e non devi "provare" nulla. Il consenso emotivo e fisico sono, come sempre, una necessità.

quando tu siete pronti ad andare nell'intimità, e voi due avete comunicato apertamente al riguardo, a partire dalle basi. Come in zero o prima base.

"Ti consiglio di iniziare lentamente", afferma Senarighi. “Per alcuni genitori alla nascita, semplicemente eccitarsi può sembrare inizialmente spaventoso. Consenti a te stesso di essere eccitato senza la pressione di fare sesso penetrativo. E quando / se includi la penetrazione, assicurati di farcela gradualmente – specialmente per le persone che hanno subito un trauma alla nascita. ”

Coccolare. Tenere le mani. Parla di esperienze memorabili. Crea un elenco di cose che ti sono piaciute insieme prima del bambino. In altre parole: Data! E poi, quando sei pronto per il passaggio successivo, gioca.

"Le coppie con cui ho lavorato che hanno già una solida pratica di parlare di sesso ed esplorare il piacere e la connessione significativa con il rapporto sessuale non penetrante meglio quando si riconnettono con l'intimità dopo il parto", dice Senarighi.

Come tante altre parti dell'essere un nuovo genitore, vai piano con te stesso. Hai vissuto un evento che ti ha cambiato la vita. Questa fase non durerà per sempre.

Pezzi del puzzle per il nuovo te

“Ci sono così tanti cambiamenti che avvengono biologicamente, emotivamente e relazionalmente. I pezzi del puzzle sono cambiati, quindi devi capire come appare la nuova immagine. Cerchiamo di inceppare i vecchi pezzi insieme e alcuni di essi non si adattano più ", afferma Becker. "Ecco perché è così importante andare piano, parlare delle cose e assicurarsi che ti senti amato e connesso, oltre ad avere desiderio prima di aggiungere qualcosa di fisico."


Mandy Major è una mamma, giornalista, certificata doula postpartum PCD (DONA) e fondatrice di Motherbaby Network, una community online per il supporto postpartum. Seguila su @ motherbabynetwork.com.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here