Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Quali sono le mie opzioni terapeutiche per l'insufficienza cardiaca sistolica? Parla con...

Quali sono le mie opzioni terapeutiche per l'insufficienza cardiaca sistolica? Parla con il tuo medico

0
56

Panoramica

L'insufficienza cardiaca sistolica è una condizione in cui il cuore non si pompa normalmente. Se il ventricolo sinistro non si contrae abbastanza bene, potresti avere un'insufficienza cardiaca sistolica.

I sintomi dell'insufficienza cardiaca sistolica comprendono affaticamento, mancanza di respiro, aumento di peso e tosse.

Esistono alcuni altri tipi di insufficienza cardiaca. L'insufficienza cardiaca diastolica si verifica quando il ventricolo sinistro non si rilassa normalmente. L'insufficienza cardiaca ventricolare destra si verifica quando il lato deossigenato non si contrae normalmente.

Se ti è stata diagnosticata un'insufficienza cardiaca sistolica, probabilmente hai molte domande sulla condizione e su come viene trattata. Continua a leggere per le risposte alle domande più frequenti e considera l'utilizzo di questi punti come guida per iniziare le discussioni con il tuo medico.

Se ho un'insufficienza cardiaca sistolica, quali sono le mie opzioni terapeutiche?

L'insufficienza cardiaca sistolica deve essere trattata con diversi tipi di farmaci. L'obiettivo della terapia per questo tipo di insufficienza cardiaca è ridurre il carico sul cuore e interrompere le sostanze chimiche che possono portare all'indebolimento del cuore nel tempo. A sua volta, il tuo cuore dovrebbe funzionare in modo più efficiente e migliorare la qualità della vita.

I farmaci includono:

I beta-bloccanti

Questo tipo di farmaco è utile per rallentare la frequenza cardiaca, ridurre la pressione sanguigna, ridurre la forza con cui il cuore si contrae e persino invertire il danno cardiaco. Questi farmaci agiscono bloccando i recettori beta, che possono essere stimolati dall'epinefrina o dalla noradrenalina.

Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE)

L'angiotensina è un ormone prodotto dal tuo corpo. Stabilizza la circolazione restringendo i vasi sanguigni. Questo aumenta la pressione sanguigna.

Quando hai un cuore sano, l'angiotensina aiuta a garantire che la pressione del sangue non si abbassi troppo. In caso di insufficienza cardiaca, la regolazione dell'angiotensina è disturbata e i livelli possono essere eccessivi.

Con insufficienza cardiaca sistolica, abbassare la pressione sanguigna può ridurre il carico sul cuore. Gli ACE-inibitori interrompono l'enzima di conversione dell'angiotensina, che rilassa i vasi sanguigni e riduce la ritenzione idrica. Questo abbassa la pressione sanguigna e fa riposare il tuo cuore, quindi il tuo cuore non deve lavorare sodo per far circolare il sangue.

Bloccanti del recettore dell'angiotensina II

Questo farmaco, spesso abbreviato in "ARB", ha benefici molto simili agli ACE-inibitori in quanto funziona sulla stessa via. Se non è possibile tollerare ACE-inibitori a causa di una reazione come tosse o gonfiore, il medico può invece prescrivere bloccanti del recettore dell'angiotensina II. Gli ACE-inibitori e i bloccanti del recettore dell'angiotensina II non vengono usati insieme.

Inibitori del recettore-neprilisina dell'angiotensina

Questo tipo di combinazione di farmaci, in breve denominata "ARNi", abbina un bloccante del recettore dell'angiotensina con un inibitore della neprilisina. In alcune persone, questo tipo di trattamento di combinazione può essere l'opzione più efficace.

Un esempio di questo tipo di trattamento è un trattamento che combina valsartan e sacubitril (Entresto). Funziona per allargare i vasi sanguigni, riducendo anche il liquido in eccesso nel corpo.

diuretici

Conosciuto comunemente come pillole per l'acqua, questo farmaco aiuta a prevenire l'accumulo di liquidi in eccesso nel corpo. Potresti avere aumento della sete e della minzione.

I potenziali benefici includono una respirazione più semplice e gonfiore o gonfiore ridotto. Questi farmaci vengono somministrati solo per alleviare i sintomi e non aiutano a vivere più a lungo o a modificare il decorso della malattia.

Antagonisti dell'aldosterone

Questo farmaco agisce anche sul sistema dell'ormone dello stress che si attiva in caso di insufficienza cardiaca. Di solito fa parte della combinazione di farmaci usati per trattare l'insufficienza cardiaca sistolica.

Inoltre, questo farmaco può causare alti livelli di potassio. Potrebbe essere necessario prestare molta attenzione alla dieta in modo da non accumulare troppo potassio.

digossina

Chiamato anche digitale, questo farmaco rallenta il battito cardiaco aumentando la forza della contrazione del muscolo cardiaco. Il medico può prescrivere questo farmaco in caso di problemi del ritmo cardiaco come la fibrillazione atriale.

Questo farmaco è stato collegato ad alcuni esiti avversi e tossicità, quindi deve essere usato con cura.

inotropi

Si tratta di una classe di farmaci per via endovenosa generalmente somministrati in ambito ospedaliero. Aiutano a mantenere la pressione sanguigna e migliorare l'azione di pompaggio del cuore. Questi farmaci sono raccomandati solo per un uso a breve termine.

vasodilatatori

Un altro importante tipo di terapia cardiaca è il vasodilatatore, come l'idralazina e i nitrati. Questi trattamenti aiutano a dilatare o rilassare i vasi sanguigni. Quando i vasi sanguigni si rilassano, la pressione del sangue si abbasserà. Questo aiuta il tuo cuore a pompare più facilmente il sangue.

Il medico può anche prescrivere un fluidificante del sangue per ridurre il rischio di coagulazione, soprattutto se si hanno problemi di ritmo cardiaco, come la fibrillazione atriale.

Il trattamento probabilmente si concentrerà anche sull'affrontare condizioni di salute correlate, come ipertensione, diabete e colesterolo alto. Ad esempio, il medico può raccomandare statine per il trattamento del colesterolo.

Importa se ho un'insufficienza cardiaca sistolica o diastolica?

L'insufficienza cardiaca sistolica è anche nota come insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta (HFrEF). La frazione di eiezione misura la quantità di sangue che fluiva nel ventricolo sinistro viene pompato ad ogni battito cardiaco.

La frazione di eiezione normale è generalmente maggiore del 55 percento. Con insufficienza cardiaca sistolica, il tuo cuore non può pompare tanto sangue dal ventricolo sinistro come dovrebbe. Disfunzione sistolica lieve significa una frazione di eiezione del ventricolo sinistro dal 40 al 50 percento. La condizione è considerata moderata dal 30 al 40 percento e grave a meno del 30 percento.

L'altro tipo di insufficienza cardiaca del ventricolo sinistro è chiamato insufficienza cardiaca diastolica, noto anche come insufficienza cardiaca con frazione di eiezione conservata (HFpEF). In questo caso, il ventricolo sinistro può pompare correttamente ma non è in grado di rilassarsi normalmente tra i battiti.

A differenza del trattamento per l'insufficienza cardiaca sistolica, il trattamento dell'insufficienza cardiaca diastolica tende a concentrarsi sul trattamento di condizioni correlate. Ciò può includere ipertensione, apnea notturna, diabete, ritenzione di sale e obesità. Tutte queste condizioni contribuiscono all'insufficienza cardiaca.

Per questo motivo, è utile conoscere la tua diagnosi specifica. Il medico può dirti se ha lasciato l'insufficienza cardiaca del ventricolo e se è sistolica o diastolica.

Cosa può succedere se non prendo medicine?

Quando si verifica insufficienza cardiaca sistolica, il corpo non riesce a far circolare correttamente il sangue. Senza farmaci, il tuo corpo cerca di compensare e ripristinare questa circolazione. Il tuo il sistema nervoso simpatico si attiva e aumenta la gittata cardiaca facendo battere il cuore più forte e più forte.

Questa risposta di compensazione non è pensata per essere continuamente attivata. Questo fa sì che i recettori nel tuo cuore che attivano il sistema nervoso simpatico si riducano. Il tuo cuore non può tenere il passo con la domanda in corso e la compensazione si trasforma in scompenso. L'insufficienza cardiaca peggiora e il ciclo continua.

I farmaci rallentano la progressione dell'insufficienza cardiaca interrompendo la risposta del sistema nervoso simpatico. Aiuta a ridurre il carico sul tuo cuore. Svolge anche un ruolo nella regolazione della gittata cardiaca e nella stabilizzazione della circolazione.

I farmaci hanno effetti collaterali?

La maggior parte dei farmaci ha effetti collaterali, quindi chiedi al tuo medico cosa aspettarsi dai farmaci che stai assumendo.

Gli effetti collaterali comuni dei farmaci per l'insufficienza cardiaca comprendono vertigini, nausea, mal di testa e alterazioni dell'appetito. Alcuni effetti collaterali sono innocui mentre altri richiedono una pronta assistenza medica. Il medico può spiegare quali effetti collaterali sono un problema e quando farli valutare dal punto di vista medico.

Prenderò più di un tipo di farmaco?

Un approccio terapeutico efficace per l'insufficienza cardiaca prevede l'assunzione di più di un farmaco, generalmente una combinazione di farmaci.

Per esempio, trial hanno dimostrato che gli ACE-inibitori riducono del 17% il rischio di morte per insufficienza cardiaca. Ma l'aggiunta di un farmaco beta-bloccante migliora tale riduzione del rischio fino al 35 percento. Includere l'antagonista dell'aldosterone spironolattone migliora ancora di più il risultato.

Una terapia farmacologica combinata può ridurre il rischio di morte per insufficienza cardiaca nei prossimi due anni di altrettanto 50 percento.

Come posso rendere i miei farmaci più efficaci?

Per aiutare i tuoi farmaci a funzionare bene, prendili come prescritto. Prendi la quantità raccomandata dal tuo medico, nei tempi giusti.

Presta attenzione alle istruzioni aggiuntive del tuo medico o farmacista. Ad esempio, nota se puoi assumere i farmaci con il cibo e se determinati alimenti, bevande o integratori vitaminici possono interferire con il funzionamento del farmaco. Chiedi sempre al tuo medico prima di assumere integratori.

Annota tutti i farmaci che prendi e mantieni l'elenco con te. In caso di domande, annota anche quelle e assicurati di chiedere al tuo medico.

L'asporto

L'insufficienza cardiaca sistolica o l'insufficienza cardiaca con ridotta frazione di eiezione, sono curabili con i farmaci. Senza farmaci, l'insufficienza cardiaca tende a peggiorare. L'obiettivo del trattamento è migliorare la qualità della tua vita, ridurre il rischio di essere ricoverato in ospedale, ridurre i sintomi e migliorare la funzione del tuo cuore.

Prendi sempre le tue medicine come prescritto. Il medico può dirti di più su come funziona il farmaco e perché lo raccomandano per te.