Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Ordine di nascita e personalità: la scienza dietro la sindrome del bambino...

Ordine di nascita e personalità: la scienza dietro la sindrome del bambino di mezzo

0
88

Se sei un bambino di mezzo o hai un fratello che è un bambino di mezzo, ti starai chiedendo se la “sindrome del bambino di mezzo” sia una cosa reale.

La sindrome del bambino medio è la convinzione che i bambini di mezzo siano esclusi, ignorati o addirittura trascurati a causa del loro ordine di nascita. Secondo la tradizione, alcuni bambini possono avere determinate caratteristiche di personalità e relazione a causa dell'essere il bambino di mezzo.

In questo articolo, esploreremo se la sindrome del bambino di mezzo è una caratteristica reale e comune dei bambini di mezzo, e cosa la scienza dice sull'ordine di nascita e sulla sindrome del bambino di mezzo.

È una cosa reale?

Nel 1964, Alfred Adler sviluppò a teoria sull'importanza dell'ordine di nascita per lo sviluppo della personalità. Nella sua teoria, afferma che sebbene i bambini possano nascere nella stessa famiglia, il loro ordine di nascita influenza notevolmente il loro sviluppo psicologico.

Secondo la teoria dell'ordine di nascita di Adler, un bambino può avere diverse caratteristiche di personalità, a seconda del suo ordine di nascita. Per esempio:

  • Il figlio maggiore è più autoritario e si sente onnipotente a causa delle elevate aspettative spesso stabilite dai genitori.
  • Il figlio più piccolo viene trattato come un bambino viziato e non può mai elevarsi al di sopra degli altri fratelli.
  • Il figlio di mezzo ha un temperamento uniforme, ma ha problemi di adattamento a causa di un sandwich tra i fratelli più giovani e quelli più grandi.

Questa teoria ha spianato la strada a uno sguardo più approfondito su come l'ordine di nascita influisce sullo sviluppo psicologico di qualcuno. Tuttavia, la teoria di Adler era solo una teoria e da allora la ricerca ha mostrato risultati contrastanti sull'impatto dell'ordine di nascita.

Caratteristiche dei bambini di mezzo

In che modo l'essere un bambino di mezzo può influenzare la personalità e le relazioni di qualcuno? Di seguito sono riportate alcune idee comuni sulle caratteristiche dei bambini di mezzo.

Personalità

I bambini di mezzo hanno personalità spesso messe in ombra dagli altri fratelli. Il fratello maggiore è volitivo e il fratello minore è il bambino, che lascia il bambino di mezzo in mezzo. La loro personalità può essere offuscata dai loro fratelli, rendendoli tranquilli e di temperamento uniforme.

Le relazioni

I bambini di mezzo possono avere difficoltà a sentirsi uguali ai loro fratelli nelle relazioni dei genitori. Il fratello maggiore ha spesso maggiori responsabilità e il fratello minore è ben curato dai genitori. Al bambino di mezzo non viene data la stessa attenzione.

Rivalità

Il bambino di mezzo sente spesso il bisogno di competere con il fratello più giovane e quello più anziano per l'attenzione dei genitori. Potrebbero competere per l'attenzione tra i fratelli, poiché rischiano di essere ignorati dall'uno o dall'altro. Mentre si trovano nel mezzo di tutto, possono anche diventare il pacificatore.

Favoritismo

I bambini di mezzo generalmente non si sentono il figlio prediletto della famiglia. Il favoritismo può esistere per il bambino più grande che viene visto come speciale o per il bambino più piccolo che viene visto come il bambino. Il bambino di mezzo cade da qualche parte nel mezzo e non è in grado di essere il preferito di entrambi i genitori.

In che modo colpisce gli adulti?

Alcuni ritengono che la sindrome del bambino di mezzo possa avere un impatto duraturo sui bambini man mano che crescono negli adulti. Se le caratteristiche sopra elencate sono vere, essere un bambino di mezzo potrebbe causare una cascata di effetti negativi fino all'età adulta. I tratti di personalità e relazione che li definivano come un bambino possono svilupparsi in tratti simili nelle loro relazioni adulte.

Ad esempio, i bambini di mezzo che sentono di essere stati trascurati possono lottare con la co-dipendenza nelle relazioni degli adulti. Potrebbero ritrovarsi a continuare a essere il pacificatore nella vita adulta, forse al lavoro o a casa.

La loro personalità potrebbe essere offuscata rispetto alla personalità degli altri adulti che li circondano. Potrebbero anche avere difficoltà a pensare di poter essere la persona "preferita" del migliore amico o partner.

Cosa dice la scienza?

Nonostante queste credenze nella sindrome del bambino di mezzo, la scienza che circonda l'ordine delle nascite è ancora in fase di studio. I ricercatori hanno testato gli effetti dell'ordine di nascita su molte condizioni, tra cui DOC, schizofrenia, depressione, autismo e persino anoressia. La maggior parte di questa ricerca copre tutti i possibili ordini di nascita, incluso l'impatto dell'essere un bambino di mezzo.

Una delle credenze più comuni sui bambini di mezza età è che hanno relazioni distanti con i loro genitori. Uno Studio del 2019 hanno scoperto che i bambini di mezza età avevano meno probabilità (rispetto ai bambini di primogenito o di ultimo nato) di sentirsi a proprio agio a parlare con i genitori sull'educazione sessuale.

Detto questo, i risultati di questo ampio sondaggio (di oltre 15.000 persone) sono stati vicini tra le donne, con il 30,9% delle donne nate che hanno riferito che era facile parlare con i genitori del sesso all'età di 14 anni e 29,4 delle donne di mezza età notando lo stesso.

Tra gli uomini, il 17,8 per cento degli uomini di mezza età ha trovato facile parlare con i genitori del sesso, mentre il 21,4 per cento degli uomini di ultima generazione ha trovato facile.

Ricerche precedenti del 1998 hanno scoperto che i bambini di mezza età hanno meno probabilità di dire di essere i più vicini alle loro madri. La revisione degli studi ha rilevato che anche i nati di mezza età hanno meno probabilità di dire che si rivolgerebbero ai loro genitori quando sono in difficoltà.

Un più recente studia dal 2016 ha esplorato gli effetti dell'ordine di nascita su 320 studenti universitari. Nella loro recensione, i ricercatori hanno scoperto che i bambini di mezza età avevano maggiori probabilità di essere meno orientati alla famiglia rispetto ai loro fratelli maggiori.

Avevano anche maggiori probabilità di sviluppare il perfezionismo disadattivo, che è caratterizzato dal costante desiderio di far andare le cose come previsto.

Questa ricerca non dice necessariamente l'intero quadro né dimostra nemmeno che l'ordine di nascita determina la personalità. In una revisione della letteratura, l'autore ha scoperto che alcune ricerche mostrano che i bambini di mezzo sono 33 percento hanno maggiori probabilità di assumere comportamenti delinquenti rispetto al fratello maggiore.

Tuttavia, l'autore ha concluso che il suo studio ha dimostrato che questi risultati non erano significativi, nel senso che erano semplicemente dovuti al caso piuttosto che all'ordine di nascita.

Gli autori di un altro studio mettono in luce risultati opposti sulla relazione tra ordine di nascita e depressione. Spiegano che uno studio del 2003 ha scoperto che i bambini di mezzo avevano maggiori probabilità di sviluppare la depressione. Tuttavia, uno studio di follow-up nel 2016 ha scoperto che i bambini più grandi sembrano avere maggiori probabilità di sviluppare malattie mentali come la depressione.

Lo studio ha proseguito affermando che i bambini di "nascita" (non necessariamente di mezza età) erano ad aumentato rischio di tentativi di suicidio e disturbi psichiatrici durante l'adolescenza.

È importante notare che la terminologia "bambini di mezzo" può significare tutti i bambini che non sono i più grandi o i più piccoli della famiglia. Questo può essere molto diverso da un singolare bambino di mezzo e potrebbe avere un impatto sullo sviluppo e sulla personalità.

Inoltre, alcune ricerche sull'ordine di nascita in generale, come a Studio 2015 di oltre 20.000 persone in Gran Bretagna, Stati Uniti e Germania, hanno scoperto che l'ordine di nascita "non ha effetti duraturi su ampi tratti della personalità" come estroversione, stabilità emotiva o piacevolezza.

Dato questo fatto e che molti studi hanno pubblicato risultati contraddittori, è impossibile dire se esiste o meno la sindrome del bambino di mezzo. È molto più probabile che molti fattori diversi determinino lo sviluppo di qualcuno.

La linea di fondo

La sindrome del bambino medio è un termine popolare usato per descrivere come essere un bambino di mezzo modella la propria personalità e la propria visione della vita. Alcune persone credono che i bambini di mezzo vengano spesso ignorati o trascurati, il che può avere effetti negativi nell'età adulta.

Mentre alcune ricerche suggeriscono che potrebbe esserci qualche influenza sulla personalità dall'ordine di nascita, i risultati sono contraddittori e sono necessarie ulteriori ricerche.

In definitiva, i risultati della personalità e della vita sono definiti da una varietà di influenze sociali, finanziarie e familiari, ma non necessariamente dall'ordine di nascita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here