Luoghi storici a Delhi

0
75

Delhi, la vibrante capitale dell'India, è una città ricca di storia e cultura, ma traboccante di modernità e ritmo incessante della vita. La città meravigliosamente caotica ha molto dietro ogni angolo; che si tratti di esplorare i frenetici bazar di strada, cavalcare un risciò automatico o assaporare i piatti stuzzicanti del paese, Delhi è un'esperienza che ti rimarrà in mente molto tempo dopo il tuo ritorno.

Forse l'aspetto più affascinante della città è la vasta gamma di monumenti storici. Con templi secolari, tombe e altre rovine sparse in tutta la città, si potrebbero trascorrere settimane alla scoperta del vivido passato di Delhi e dell'antica India. La città è stata governata da numerosi imperi e dinastie nel corso della storia – che hanno lasciato affascinanti reliquie che mostrano uno scorcio dell'India classica.

Sommario: (Nascondere)

Per gli appassionati di storia, ecco alcuni dei luoghi storici più importanti di Delhi che dovresti annotare sul tuo itinerario. I siti sono elencati in ordine cronologico e raggruppati per chi governava Delhi al momento della loro costruzione.

Impero di Gupta

Fondato dal Maharaja Sri Gupta, l'antico impero di Gupta governava Delhi e gran parte dell'India settentrionale da qualche tempo tra il 200 e il 590. Mentre l'Impero Gupta espanse il suo territorio attraverso la guerra, il regno dell'impero ha inaugurato un periodo di pace e sono stati fatti grandi passi i campi di arte, architettura, scienza, letteratura e religione. La crescita e il successo continuarono per due secoli e mezzo e gli storici si riferiscono comunemente al periodo come "l'Età dell'Oro" nella storia del paese.

The Iron Pillar of Delhi - Delhi, India

La colonna di ferro di Delhi

Il pilastro di ferro di Delhi si trova all'interno del complesso di Qutub e il biglietto d'ingresso è combinato. Il suo aspetto semplice smentisce il suo significato storico. Il fatto che sia stato creato più di 1500 anni fa e non si sia arrugginito, sebbene sia situato all'aperto, dimostra la raffinatezza dell'arte della lavorazione del ferro e dell'ingegneria al momento della sua creazione.

È rimasto un oggetto di fascino per archeologi e metallurgisti. Il pilastro di ferro sale a 24 piedi e pesa sei tonnellate a causa della composizione in ferro battuto al 98%. La base e la parte superiore della colonna di ferro presentano intricate incisioni mentre le iscrizioni in sanscrito ne coprono il resto.

Biglietto d'ingresso: 10 rupie – indiani | 250 rupie – turisti stranieri

Ore: Dalle 6 alle 18, da domenica a sabato

Sultanato di Delhi

Il sultanato di Delhi governò Delhi e l'India del Nord per tre secoli, a partire dal XIII secolo. Nel corso del suo regno, il Sultanato fu governato da 5 dinastie.

      • Qutb al-Din Aibak, uno schiavo generale turco, fondò la prima dinastia che fu la dinastia mamelucca. Regnarono Delhi durante il periodo 1150-1210.
      • Jalal ud din Firuz Khalji fondò la dinastia Khalji che governò dal 1290 al 1320. Il Khalji combatté con successo contro un'invasione mongola.
      • Ghazi Malik, che era Tukro-indiano, iniziò la dinastia Tughlaq che governò Delhi dal 1320 al 1413. Il Sultanato di Delhi governò gran parte dell'odierna India moderna in questo periodo.
      • Khizr Khan fondò la dinastia Sayyid che governò dal 1414 al 1451. I sovrani in questa dinastia affermarono di essere discendenti del profeta Maometto attraverso sua figlia Fatima.
      • Bahlul Khan Lodi fondò la dinastia Lodi che governò Delhi dal 1451 al 1526.

Quando l'ultimo sultano della dinastia Lodi morì durante una guerra, il sultanato di Delhi crollò.

Complesso di Qutub - - Delhi, India

Complesso di Qutub

Situato nella regione abitata più antica di Delhi, il complesso Qutub ospita numerosi siti storici degni di nota. La seconda attrazione più visitata in India, è stata costruita dai turchi, che ha annunciato la regola del sultanato. Offre uno dei migliori scorci nella prima architettura e storia del Sultanato.

La moschea Qubbat-ul-Islam e il Qutub Minar – patrimonio mondiale dell'UNESCO – rimangono i punti salienti del complesso, ma monumenti come Alai Gate, Alai Minar e i numerosi templi Jain e le tombe dei sovrani sono tutti luoghi che sicuramente incuriosiranno amanti della storia.

Biglietto d'ingresso: 30 rupie – indiani | 500 rupie – turisti stranieri

Ore: Dalle 7 alle 17, da domenica a sabato

Qutub Minar - Delhi, India

Qutub Minar

Una delle più grandi meraviglie architettoniche del tredicesimo secolo, il Qutub Minar è un brillante esempio della potenza architettonica dell'India. Con i suoi 72 metri (239,5 piedi), è il minareto in mattoni più alto del mondo ed è stato costruito per celebrare la vittoria del turco contro la dinastia Chauhan. La costruzione fu iniziata sulla torre nel 1192 dal fondatore del sultanato di Delhi Qutab-Ud-Din-Aibak.

Lo stile architettonico utilizzato è di particolare interesse poiché ha innescato l'inizio della fusione di stili architettonici indiani e dell'Asia occidentale. La struttura è stata costruita prevalentemente con arenaria rossa, il che spiega la tonalità rossa sulla superficie dell'edificio.

Il primo piano della torre presenta complesse sculture floreali che si fondono con le sculture dei versetti del Corano, mentre squadrate squisite squame di pietra completano una fusione affascinante di stili indiani e islamici. I visitatori sono autorizzati a raggiungere la cima, ma dovranno raggiungere una scala di 379 gradini per arrivarci.

Biglietto d'ingresso: 30 rupie – indiani | 500 rupie – turisti stranieri

Ore: Dalle 7 alle 17, da domenica a sabato

Tomba di Shish Gumbad - Lodi Gardens - Delhi, India

Tomba di Shish Gumbad – Lodi Gardens

Giardini di Lodi

Giardini di Lodi

Per coloro che cercano un po 'di pace e tranquillità dalle affollate strade di Delhi, l'oasi verde e rilassante che è Lodi Gardens è il posto perfetto dove stare. La gamma di fontane, stagni, ruscelli artificiali e prati e arbusti ben curati sono sicuri di lenire anche le anime più agitate. I giardini sono inoltre costellati di cimeli del XV secolo tra cui tombe, moschee, ponti e strutture belliche come torri di avvistamento che si aggiungono al fascino mistico e ultraterreno del parco.

Questi splendidi giardini ospitano tombe tra cui:

      • Tomba di Mohammed Shah – dinastia Sayyid – costruita nel 1444
      • Tomba di Sikandar Lodi – Dinastia Lodi – regnò dal 1489 al 1517
      • Tomba di Bara Gumbad – Dinastia Lodi – costruita nel 1490
      • Tomba di Shish Gumbad – Dinastia Lodi – costruita tra il 1489 e il 1517

Biglietto d'ingresso: Gratuito

Ore: 6: 00-19: 30, da domenica a sabato

Sur Empire

L'Impero Mughal iniziò prima dell'Impero Sur, che ebbe vita breve, ma sto elencando prima l'Impero Sur perché tutti i siti Mughal di Delhi risalgono al periodo successivo all'Impero Sur.

Dopo che Babar, il primo imperatore di Mughal, conquistò gran parte dell'India, suo figlio Humayun ne perse gran parte, inclusa Delhi, per il breve impero di Sur Empire. Sher Shah Suri sconfisse Humayun per conquistare l'intero Impero Mughal. Il regno dell'Impero Sur ebbe vita breve. Durò solo 16 anni, dal 1540 al 1555. Gli storici osservano che l'impero ha visto un significativo slancio nell'economia e Sher Shah Suri ha portato a numerose riforme per minimizzare la corruzione e l'oppressione pubblica.

Humayun riprenderà presto Delhi, ma lo splendore di Sher Shah Suri e l'Impero Sur forniscono un breve interludio e si aggiungono alle crescenti attrazioni culturali di Delhi.

Isa Khan Niyazi's Garden Tomb - Delhi, India

Tomba del giardino di Isa Khan Niyazi

Questa è la tomba del giardino di un nobile pashtun dell'Impero Sur. La tomba fu uno dei primi esempi di progettazione di un giardino sommerso che sarebbe stato successivamente utilizzato per la costruzione del Taj Mahal.

Oltre alla tomba ottagonale, il complesso murato è costituito da una moschea costruita in architettura in stile Sur. Secondo le iscrizioni sulla tomba, il complesso fu costruito tra il 1547 e il 1548 d.C.

La tomba del giardino di Isa Khan Niyazi fa parte del complesso della tomba dell'imperatore Mughal Humayun ed è combinata nella tariffa d'ingresso per quel sito. È la prima struttura quando si entra nel sito del patrimonio.

Biglietto d'ingresso: 30 rupie – indiani | 500 rupie – turisti stranieri

Ore: Dalle 6 alle 18, da domenica a sabato

Purana Qila

Forte di Purana Qila

Forte del XVI secolo in pietra, Purana Qila Fort ha avuto un ruolo chiave nella storia dell'India. Immerso nella storia, l'area intorno al forte è stata abitata dal 300 a.C. Fu inizialmente costruito dall'imperatore Mughal Humayun e poi completato da Sher Shah Suri dopo aver deposto il primo. Il forte contiene un gradino, una biblioteca – dove l'imperatore di Mughal Humayun inciampò e morì dopo aver ripreso il controllo di Delhi – e una moschea in stile Sur che servì da moschea privata di Sher Shah Suri. Oh, e se tutto ciò non sembra abbastanza intrigante, le cronache di Mughal affermano che il forte si trova sul sito di Indraprastha – la capitale dei Pandava – una storia che si colloca tra mito e realtà.

Oggi, il forte è il luogo per un bellissimo spettacolo di suoni e luci che si svolge ogni sera (tranne il venerdì) dalle 19:00 alle 20:00 per la versione hindi e dalle 20:30 alle 21:30 per la versione inglese.

Biglietto d'ingresso: 20 rupie – indiani | 200 rupie – turisti stranieri | 25 per videocamere

Ore: 7: 00-17: 00, da martedì a domenica

Impero Mughal

Il presente non è l'unica volta in cui Delhi è stata la capitale. Nel 1526 l'India fu invasa dai Moghul. Il primo degli imperatori Mughal fu Babur che nacque in quello che oggi è l'Uzbekistan moderno. Era un discendente dell'imperatore Timur (Tamerlano) che aveva conquistato la Persia alla fine del 1300. I Mughal conquistarono gran parte dell'attuale Pakistan, India e Bangladesh e avrebbero governato gran parte della popolazione indiana fino al 1740. Al culmine della loro forza, l'Impero Mughal era considerato uno dei più grandi imperi sulla Terra.

Humayan, il figlio di Babur, perse il controllo dell'impero nel 1540 a causa dell'Impero Sur guidato da Sher Shah Suri. Tuttavia, nel 1555 riuscì a riprendere il controllo di Delhi. Poco dopo, suo figlio Akbar salì al trono e quindi iniziò il "periodo classico" dell'Impero Mughal.

Akbar, che è considerato uno dei più grandi sovrani dell'India, prese il trono quando aveva 13 anni e alla fine espanse il suo impero nel Nord, Ovest e nelle parti centrali del paese. Era ampiamente riconosciuto per la sua fede nella tolleranza religiosa. Ha nominato molti indù ad alte posizioni e ha costantemente lavorato per conquistare la popolazione indù nel paese.

Molto interessati all'arte e all'apprendimento, i sovrani dell'impero Mughal sponsorizzavano spesso tali progetti, lasciando dietro di sé una miniera d'oro di dipinti, letteratura e strutture storiche come il Taj Mahal.

Complesso della tomba dell'imperatore Mughal Humayun - Delhi, India

Tomba dell'imperatore Mughal Humayun

Questo sito patrimonio mondiale dell'UNESCO è stato costruito nel 1570 e ha un significato speciale per il fatto che è stata la prima tomba da giardino in Asia meridionale. È servito da ispirazione per molte altre strutture che hanno raggiunto il loro apice nel Taj Mahal. Ma mentre l'interno del Taj Mahal è buio, l'interno della tomba di Humayun è leggero e arioso con il suo semplicissimo sarcofago in marmo bianco al centro sotto la cupola.

Tomba dell'imperatore Mughal Humayun - Delhi, India

Commissionata dal figlio di Humayun, la tomba fu costruita con arenaria rossa a forma di ottagono e sormontata da una cupola di marmo alta 42,5 m.

Altri membri della famiglia di Humayun sono sepolti nel complesso così come altri successivi imperatori tra cui Jahandar Shah, Farrukhsiyar, Rafi Ul-Darjat, Rafi Ud-Daulat, Muhammad Kam Bakhsh e Alamgir II.

Biglietto d'ingresso: 30 rupie – indiani | 500 rupie – turisti stranieri

Ore: Dalle 6 alle 18, da domenica a sabato

The Red Fort - Delhi, India

Il forte rosso

Un tempo palazzo dei sovrani Mughal, il Forte Rosso fu la capitale dell'impero per due secoli. Prende il nome dall'arenaria rossa utilizzata per costruire il forte, il palazzo presenta opulente sculture in marmo, splendidi giardini, musei e decorazioni che includevano il diamante Kohinoor. È ampiamente considerato l'apice dell'architettura Mughal ed è persino usato oggi per importanti occasioni governative – il Primo Ministro dell'India tiene il suo discorso del Giorno dell'Indipendenza alla Porta di Lahore del palazzo.

Oltre alla fusione degli stili architettonici Mughal e persiani, una visita al Forte Rosso di Delhi è un modo eccellente per conoscere la vita quotidiana degli antichi sovrani che hanno modellato il corso dell'India.

PROTIP; L'area che circonda il Forte Rosso comprende numerose aree per lo shopping e rende interessante una visita.

Biglietto d'ingresso: 35 rupie – indiani | 500 rupie – turisti stranieri | 25 per videocamere

Ore: Dalle 9.30 alle 16.30, dal martedì alla domenica

Moschea Jama Masjid, Delhi, India

Moschea Jama Masjid

La moschea Jama Masjid si trova nella Vecchia Delhi. Fu costruito dall'imperatore Mughal Shah Jahan (che costruì anche il Taj Mahal e il Forte rosso) tra il 1644 e il 1656. Il nome originale della moschea, Masjid-i-Jahan Numa, significava "moschea che domina il mondo".

Questa moschea è una delle più grandi moschee di tutta l'India. Siete invitati a visitare la moschea anche se non siete musulmani, anche se i turisti non sono ammessi durante le ore di preghiera. La struttura non è così profonda ma l'ampio cortile può contenere fino a 25.000 fedeli. I turisti che hanno bisogno di abiti adeguati possono noleggiare una copertura all'ingresso nord.

Biglietto d'ingresso: Gratuito | 300 rupie per la fotografia

Ore: 7: 00-12: 00, 13: 30-18: 30, tutti i giorni,

Raj britannico

Gli inglesi presero parte al subcontinente indiano dalla metà del 1700 e governarono l'India dal 1858 al 1947.

Mentre commerciavano con l'India da molto tempo, gli inglesi non iniziarono a impadronirsi della terra fino al 1757, dopo la Battaglia di Plassey.

Dopo che una ribellione guidata dall'imperatore Mughal Bahadur Shah fu schiacciata, gli inglesi rafforzarono la loro presa esiliando l'imperatore e ponendo fine all'Impero Mughal e introducendo leggi più severe.

Il movimento per l'indipendenza dell'India iniziò intorno alla seconda guerra mondiale e la lotta terminò con l'India che dichiarò l'indipendenza il 15 agosto 1947.

Mentre il periodo è stato tumultuoso, ci sono diversi siti che dovrebbero interessare gli appassionati di storia.

India Gate - Delhi, India

Porta dell'India

Ufficialmente chiamato il Delhi Memorial, questo arco in arenaria fu costruito come monumento alle truppe indiane che morirono nelle guerre tra il 1914-1919. L'arco è situato a est di Rajpath e si trova ad un'altezza di 42 metri (138 piedi).

Progettato dall'architetto Sir Edwin Lutyens, il monumento è simile all'Arco di Trionfo in Francia. I nomi dei tredicimila soldati caduti in guerra sono incisi sulla Porta.

Biglietto d'ingresso: Nessuna

Ore: Aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7

Statua di Budha - Museo nazionale - Delhi, India

Museo Nazionale

Il Museo Nazionale risale al tempo del Raj – istituito nel 1949 ma ha una collezione che abbraccia tutta la storia dell'India. La collezione è un po 'pesante per le statue degli dei indù come ci si potrebbe aspettare.

Uno dei più grandi musei del paese, i visitatori possono scoprire circa duecentomila manufatti, sia locali che di tutto il mondo. I manufatti vanno dalle reliquie preistoriche ai manufatti dai tempi del Buddha ai dipinti moderni e simili.

Per coloro che vogliono tracciare la ricca e spesso turbolenta storia dell'India dall'età del bronzo alla superpotenza globale, il Museo Nazionale dell'India è una scelta altamente raccomandata.

Biglietto d'ingresso: 10 rupie – indiani | 300 rupie – turisti stranieri | 25 per videocamere

Ore: Dalle 10 alle 18, dal martedì alla domenica

Ho visitato Delhi con un gruppo di ascoltatori di viaggiatori amatoriali gestiti da Intrepid Travel. Maggiori informazioni sul nostro tour su Intrepid Travel India – Recensione: tour “Indian Getaway”