Le onde dello tsunami si schiantano a terra a Tonga dopo l’eruzione vulcanica

0
58

Le persone fuggono su un terreno più elevato dopo che la massiccia eruzione vulcanica ha innescato il secondo tsunami della zona in altrettanti giorni.

Un pennacchio bianco si alza su Tonga quando il vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Ha’apai è eruttato, in questo fermo immagine ottenuto da una GIF animata del Cooperative Institute for Research in the Atmosphere (CIRA) e NOAA [CIRA/NOAA/Handout via Reuters]

La nazione del Pacifico di Tonga ha emesso un avviso di tsunami dopo che un vulcano sottomarino è eruttato sabato, inviando grandi onde che si infrangono sulla costa e persone che si precipitano su un terreno più elevato.

Non ci sono state segnalazioni immediate di feriti o dell’entità del danno poiché le comunicazioni nella nazione insulare – che ospita circa 100.000 persone – sono rimaste interrotte. Il video pubblicato sui social media ha mostrato grandi onde che si infrangono a riva nelle zone costiere, vorticando intorno a case ed edifici.

I servizi meteorologici di Tonga hanno affermato che l’allerta tsunami era in vigore per tutta Tonga.

L’esercito neozelandese ha detto che stava monitorando la situazione ed è rimasto in attesa, pronto ad assistere se richiesto.

Il sito di notizie Islands Business ha riferito che un convoglio di polizia e truppe militari ha evacuato il re Tupou VI di Tonga dal suo palazzo vicino alla riva. Era tra i molti residenti diretti verso un terreno più elevato.

L’ultima eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai è avvenuta poche ore dopo la revoca dell’allerta tsunami di venerdì.

Un utente di Twitter chiamato Dr Faka’iloatonga Taumoefolau ha pubblicato un video che mostra le onde che si infrangono a terra.

“Può letteralmente sentire l’eruzione del vulcano, sembra piuttosto violento”, ha scritto, aggiungendo in un post successivo: “Piove di cenere e minuscoli ciottoli, l’oscurità ricopre il cielo”.

In precedenza, il sito di notizie Matangi Tonga ha riferito che gli scienziati hanno osservato enormi esplosioni, tuoni e fulmini vicino al vulcano dopo che ha iniziato a eruttare all’inizio di venerdì.

Una mappa che mostra la posizione di Tonga a nord-est della Nuova Zelanda.

Il sito ha affermato che le immagini satellitari hanno mostrato un pennacchio di cenere, vapore e gas largo 5 km (3 miglia) che sale nell’aria fino a circa 20 km (12 miglia).

L’eruzione è stata così intensa che è stata udita come “suoni forti di tuono” nelle Figi a più di 800 km (500 miglia) di distanza, hanno detto i funzionari di Suva. Anche le autorità delle vicine Figi hanno lanciato un avvertimento, dicendo alle persone di evitare la costa a causa delle forti correnti e delle onde pericolose.

A più di 2.300 km (1.400 miglia) di distanza in Nuova Zelanda, i funzionari hanno avvertito di mareggiate dovute all’eruzione.

L’agenzia di gestione delle emergenze della Nuova Zelanda ha emesso un avviso sull’attività dello tsunami per le sue coste nord e orientali con le aree che dovrebbero subire correnti forti e insolite e ondate imprevedibili sulla costa.

La National Emergency Management Agency ha affermato che alcune parti della Nuova Zelanda potrebbero aspettarsi “correnti forti e insolite e ondate imprevedibili sulla costa a seguito di una grande eruzione vulcanica”.

Nella tarda serata di sabato, il Pacific Tsunami Warning Center ha dichiarato che la minaccia per le Samoa americane sembrava essere passata, anche se le fluttuazioni del mare potrebbero continuare.

Il vulcano si trova a circa 64 km (40 miglia) a nord della capitale tongana, Nuku’alofa. Tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015, una serie di eruzioni nell’area ha creato una piccola nuova isola e ha interrotto per diversi giorni i viaggi aerei internazionali verso l’arcipelago del Pacifico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here