Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi La vitamina E è utile o dannosa per il trattamento dell'acne?

La vitamina E è utile o dannosa per il trattamento dell'acne?

0
74

La vitamina E è solo uno degli antiossidanti propagandati come potenziale trattamento dell'acne.

Dal punto di vista nutrizionale, la vitamina E è un antinfiammatorio, il che significa che può aiutare a rafforzare il sistema immunitario e aiutare con la rigenerazione cellulare. Si pensa che queste proprietà possano aiutare specificamente con l'acne infiammatoria, come:

  • noduli
  • cisti
  • papule
  • pustole
  • cicatrici (da una delle precedenti)

In teoria, la vitamina E potrebbe aiutare a curare l'acne, ma ci sono molte più ricerche che devono essere condotte per dimostrare se questo metodo è buono o migliore di altri trattamenti dell'acne più standard.

È anche importante considerare le differenze tra l'applicazione di vitamina E per via topica e l'assunzione di integratori.

Scopri di più su ciò che la ricerca dice di seguito, quindi parla con un dermatologo prima di provare la vitamina E per la tua acne.

La ricerca

Quando si tratta di curare l'acne, la vitamina E sembra funzionare meglio per via topica. Dovresti comunque assicurarti di averne abbastanza nella tua dieta, ma l'assunzione di integratori di vitamina E non sembra avere gli stessi effetti sull'acne.

  • Uno studio ha scoperto che la vitamina E topica era efficace nel trattamento dell'acne grave nei partecipanti adulti entro un periodo di 3 mesi. Tuttavia, la vitamina E è stata anche combinata con zinco e lattoferrina in questo caso. Quindi, è difficile concludere se è stata solo la vitamina E a contribuire a curare l'acne.
  • Uno studio sugli ingredienti combinati del 2006 ha comportato l'uso di entrambe le vitamine A ed E. I risultati hanno dimostrato che questa combinazione ha aiutato a curare l'acne, ma non è chiaro se la vitamina E sia stata la ragione principale del perché.
  • Lo zinco e la vitamina E sono stati studiati in un altro studio, insieme alla vitamina A. Questa particolare indagine hanno esaminato i livelli sierici corrispondenti negli adulti con acne severa e hanno scoperto che alcuni partecipanti allo studio presentavano carenze nutrizionali. Mentre il supporto nutrizionale ha aiutato in questi casi, non è chiaro se le formule topiche di questi stessi ingredienti possano curare l'acne.
  • Le considerazioni dietetiche sono diventate un'area di ricerca popolare sull'acne, come lo studio sopra citato. Mentre alcune ricerche ha mostrato un ruolo da lieve a moderato di alcuni alimenti nell'aggravamento dell'acne, come i latticini, sono necessari ulteriori studi clinici per confermare se determinati alimenti aiutare a trattare acne.

formulazioni

La vitamina E topica di solito si presenta sotto forma di oli, sieri o creme. Tali prodotti possono contenere altri ingredienti per combattere l'acne e ridurre le macchie scure. Questi includono le vitamine A e C.

Se la tua preoccupazione principale è il trattamento delle macchie di acne, puoi prendere in considerazione l'uso di un prodotto anti-invecchiamento in una delle formule di cui sopra.

I sblocchi attivi dell'acne possono trarre maggiori benefici da un trattamento spot. Puoi cercare trattamenti spot contenenti vitamina E (alfa-tocoferolo). Un'altra opzione è quella di combinare puro olio di vitamina E con un olio vettore leggero, come il jojoba, e quindi applicarlo direttamente alle imperfezioni.

È importante assumere abbastanza vitamina E nella dieta. Questo può aiutare la tua salute generale della pelle migliorando la tua carnagione.

I seguenti alimenti sono considerati ricchi di vitamina E:

  • olio di cartamo
  • olio di semi di girasole
  • olio di mais
  • olio di semi di soia
  • mandorle
  • semi di girasole
  • Nocciole
  • cereali fortificati

Il medico può raccomandare integratori di vitamina E se non si assume abbastanza di questo nutriente nella sola dieta.

Secondo il National Institutes of Health (NIH), la quantità giornaliera raccomandata di vitamina E per gli adulti è di 15 milligrammi (mg). Le donne che allattano al seno hanno bisogno di un po 'di più, o 19 mg al giorno.

I sintomi di una carenza di vitamina E non sono sempre facili da identificare. È importante evitare l'integrazione a meno che il medico non abbia stabilito che ne hai bisogno. Saranno in grado di dirti se hai bisogno di integratori di vitamina E basati su un esame del sangue.

svantaggi

La vitamina E per uso topico non danneggerà necessariamente la pelle. Tuttavia, ci possono essere alcuni svantaggi delle versioni a base di olio e crema, specialmente se hai la pelle grassa.

L'uso di formule oleose potrebbe ostruire i pori. Questi possono aggiungere troppo olio alle ghiandole sebacee già attive e peggiorare l'acne.

Ci sono anche alcuni rischi associati all'applicazione di olio di vitamina E puro sulla pelle senza prima diluirlo con un olio vettore. Assicurati di applicare un paio di gocce per cucchiaio di olio vettore prima di usarlo sulla pelle. Potresti voler fare anche un patch test in anticipo.

Ci sono molti alimenti ricchi di vitamina E, quindi molte persone ne assumono abbastanza con una dieta sana. Se si assumono anche integratori di vitamina E, potrebbe esserci un rischio di sovradosaggio di vitamina E.

Troppa vitamina E può aumentare il rischio di sanguinamento, specialmente se si assumono farmaci anticoagulanti, come il warfarin. Parla sempre con il tuo medico prima di assumere integratori, soprattutto se stai assumendo altre vitamine o farmaci.

Altri trattamenti

Mentre la vitamina E potrebbe aiutare le lesioni dell'acne, potrebbe essere più utile concentrarsi sui trattamenti dell'acne che hanno dimostrato di funzionare.

Parla con il tuo dermatologo delle seguenti opzioni da banco:

  • alfa-idrossiacidi, che aumentano il turnover delle cellule della pelle e possono essere particolarmente utili per le cicatrici da acne

  • perossido di benzoile, che può ridurre i batteri e l'infiammazione nelle lesioni dell'acne

  • acido salicilico, che elimina le cellule morte della pelle che ostruiscono i pori

  • zolfo, che può ridurre l'infiammazione e l'olio della pelle

  • olio dell'albero del tè, che può avere effetti antinfiammatori e antimicrobici

Oltre ad alcuni dei trattamenti dell'acne più collaudati sopra elencati, ci sono altri antiossidanti che possono funzionare per l'acne oltre alla vitamina E. La vitamina A, sotto forma di retinoidi, è forse l'antiossidante più ampiamente studiato che ha dimostrato di funzionare per l'acne .

La vitamina A agisce aumentando il naturale processo di rigenerazione della pelle. Questi risultati sono visibili solo se applicati localmente sotto forma di retinoidi.

L'assunzione di integratori di vitamina A, proprio come l'assunzione di integratori di vitamina E per l'acne, non funziona allo stesso modo. Inoltre, il sovradosaggio di integratori di vitamina A può avere gravi conseguenze, come danni al fegato e difetti alla nascita.

Quando vedere un dottore

Le imperfezioni occasionali dell'acne possono essere preoccupanti, ma di solito non sono motivo di preoccupazione. Potresti anche vedere più imperfezioni dell'acne se hai la pelle naturalmente grassa e durante le fluttuazioni ormonali, come la pubertà e le mestruazioni.

Tuttavia, l'acne grave può essere più problematica. Questo è particolarmente vero se hai cisti profonde e noduli sotto la pelle in numerose quantità e su base regolare. Potrebbe essere necessario consultare un medico per un trattamento di prescrizione, come ad esempio:

  • antibiotici
  • contraccettivi orali
  • retinols
  • concentrazioni più forti di perossido di benzoile

Potresti anche consultare un dermatologo se la tua acne non riesce a rispondere a nuovi trattamenti dopo diverse settimane. Una buona regola empirica è quella di dare qualsiasi nuovo trattamento circa 4 settimane al lavoro. Ciò consente almeno un ciclo completo di rigenerazione delle cellule della pelle.

Dovresti anche consultare il tuo medico se inizi a vedere effetti collaterali dal trattamento dell'acne, tra cui:

  • pelle rossa e desquamata
  • pelle più grassa
  • aumento delle imperfezioni
  • orticaria o eczema

La linea di fondo

La vitamina E è stata studiata come potenziale trattamento per l'acne, ma i risultati rimangono inconcludenti.

Ti consigliamo di provare formulazioni topiche, soprattutto se hai la pelle più secca o più matura. Queste formule possono essere troppo pesanti se hai la pelle grassa. In questi casi, potresti voler rimanere con altri trattamenti per l'acne.

Consulta il tuo dermatologo se le modifiche alla tua routine non fanno differenza nell'acne dopo un mese. Dovresti anche mai assumere integratori, anche vitamine, senza prima consultare il medico.