Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Iperglicemia postprandiale: come trattare gli zuccheri nel sangue alti dopo aver mangiato

Iperglicemia postprandiale: come trattare gli zuccheri nel sangue alti dopo aver mangiato

0
61

I livelli di glucosio aumentano dopo i pasti. È possibile trattare questi aumenti di zucchero nel sangue con farmaci per il diabete o eventualmente con cambiamenti nello stile di vita. Il tuo medico può aiutarti a capire cosa potrebbe funzionare meglio.

L’iperglicemia postprandiale è un aumento del livello di glucosio nel sangue dopo aver mangiato un pasto. Questo picco di zucchero nel sangue accade a tutti, ma può essere più pronunciato nelle persone con diabete.

In questo articolo imparerai cosa causa i picchi di zucchero nel sangue postprandiali, chi deve preoccuparsi di loro e come e quando vengono trattati.

Cos’è l’iperglicemia postprandiale?

L’iperglicemia postprandiale è un aumento della glicemia dopo un pasto. Tutto ciò che mangiamo viene trasformato in glucosio come principale fonte di energia per il nostro corpo.

In genere, i livelli di glucosio nel sangue sono più alti 1-2 ore dopo aver mangiato un pasto e poi ritornano gradualmente ai livelli normali.

Perché gli zuccheri nel sangue aumentano dopo aver mangiato?

Dopo un pasto, il tuo corpo trasforma ciò che mangi e bevi in ​​glucosio. Questo glucosio viene immesso nel flusso sanguigno e un ormone chiamato insulina aiuta a spostare il glucosio nelle cellule per produrre energia.

È normale che i livelli di glucosio nel sangue siano più alti subito dopo un pasto poiché il tuo corpo trasforma ciò che hai mangiato o bevuto in energia e lo sposta nelle cellule. Qualsiasi squilibrio in questo processo o il consumo di troppi zuccheri e carboidrati può causare un aumento eccessivo dei livelli di glucosio nel sangue.

Le persone senza diabete hanno livelli di glucosio più alti dopo aver mangiato?

L’iperglicemia postprandiale può verificarsi a chiunque dopo un’eccessiva assunzione di zuccheri, ma si verifica più spesso nelle persone che soffrono di qualche forma di diabete.

Nelle persone senza diabete, i livelli di glucosio nel sangue diminuiscono naturalmente dopo un pasto poiché il glucosio viene trasportato nelle cellule dall’insulina. Le tue cellule utilizzano questo glucosio per produrre energia e il glucosio extra nel flusso sanguigno viene immagazzinato per un uso successivo.

È diverso per il diabete di tipo 2 e di tipo 1?

Le persone con diabete hanno un’interruzione nel processo che sposta il glucosio dal flusso sanguigno alle cellule per produrre energia.

Nel diabete di tipo 1, il corpo non produce quantità adeguate di insulina. Senza insulina, il glucosio non viene spostato nelle cellule. Ciò fa aumentare il glucosio nel flusso sanguigno mentre priva le cellule di energia.

Con il diabete di tipo 2, o non produci abbastanza insulina oppure il tuo corpo ha sviluppato una resistenza agli effetti dell’insulina. Questo di solito è il risultato di scelte dietetiche e di stile di vita a lungo termine in cui il corpo si abitua a un livello elevato di glucosio nel sangue e la sensibilità all’insulina diminuisce.

Quanto è grave l’iperglicemia postprandiale?

Per le persone senza diabete, l’iperglicemia postprandiale non è un problema serio o a lungo termine. Succede, ma il tuo corpo compensa questi picchi occasionali e i livelli di glucosio nel sangue ritornano naturalmente alla normalità 2–3 ore.

Nelle persone con diabete, le misure di compensazione del loro corpo non sono efficaci e i livelli di glucosio nel sangue rimangono elevati più a lungo. Nel corso del tempo, livelli costantemente elevati di glucosio nel sangue possono causare danni ai vari tessuti e vasi sanguigni.

Alcuni comuni complicazioni di livelli elevati di glucosio nel sangue incontrollati, soprattutto nelle persone con diabete, includono:

  • danno ai vasi sanguigni
  • malattia degli occhi
  • nefropatia
  • danno ai nervi
  • cardiopatia

Come tratti la glicemia alta dopo aver mangiato?

Le persone senza diabete di solito non ne hanno bisogno trattamento per l’iperglicemia postprandiale. Ma le persone con diabete potrebbero aver bisogno di assumere insulina supplementare o altri farmaci per riportare i livelli di glucosio nel sangue a un range normale dopo aver mangiato.

Se hai il diabete, puoi parlare con un operatore sanitario di:

  • monitorare i livelli di glucosio nel sangue
  • cambiando la tua dieta
  • farmaci che possono essere assunti prima o all’inizio di un pasto per controllare i livelli di zucchero nel sangue

Cosa dovrei mangiare per gestire l’iperglicemia postprandiale?

Una dieta sana ed equilibrata è importante per chiunque, ma è una parte cruciale della gestione del diabete.

Gli alimenti ad alto contenuto di zuccheri e carboidrati hanno il maggiore impatto sui livelli di glucosio nel sangue. È stato scoperto che questi alimenti causano i picchi più elevati dopo i pasti anche nelle persone senza diabete.

Per le persone con diabete si consiglia una dieta che limiti gli alimenti ricchi di zuccheri e carboidrati.

Alimenti ricchi di proteine ​​e ricchi di fibre possono aiutare a soddisfare la fame senza causare un picco nei livelli di glucosio nel sangue e sono i principali attori nelle diete raccomandate per le persone con diabete.

I livelli di glucosio nel sangue aumentano e diminuiscono naturalmente tra i pasti. Le persone senza diabete tollerano questi picchi e valli, ma le persone con diabete possono richiedere cure o cambiamenti nella dieta per aiutare a prevenire concentrazioni di glucosio nel sangue pericolosamente elevate.

Se soffri di diabete, parla con un team sanitario dei cambiamenti nella dieta che possono aiutare a prevenire l’iperglicemia postprandiale e dei farmaci che possono essere utilizzati per aiutare a mantenere un livello di zucchero nel sangue sicuro.