Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Gestire i sintomi della menopausa

Gestire i sintomi della menopausa

0
4

Panoramica

Le donne entrano in menopausa quando non hanno il ciclo da più di un anno. Secondo l’Office on Women’s Health, l’età media delle donne americane che iniziano ufficialmente la menopausa è di 52 anni. Ma i sintomi della perimenopausa iniziano prima. La perimenopausa è nota come fase di transizione della menopausa.

Durante la perimenopausa e la menopausa, i livelli di estrogeni e progesterone nel corpo fluttuano mentre le ovaie cercano di tenere il passo con i normali livelli di produzione di ormoni. Questa fluttuazione è ciò che causa i sintomi comuni della menopausa, come:

  • vampate di calore
  • sbalzi d’umore
  • problemi di sonno
  • perdita di massa ossea
  • problemi di concentrazione

Scopri di più su questi sintomi comuni della menopausa e su come affrontarli per migliorare la tua qualità generale della vita.

Gestire i cambiamenti fisici

Vampate di calore

I fitoestrogeni sono ormoni di origine vegetale che possono parzialmente invertire i cambiamenti ormonali che si verificano a causa della menopausa. Gli alimenti a base di soia contengono alti livelli di fitoestrogeni, quindi mangiare molto tofu può essere utile. Altri integratori in questa categoria includono:

  • cohosh nero
  • igname selvatico
  • dong quai
  • liquirizia
  • trifoglio rosso

Fai attenzione quando usi questi prodotti. La Food and Drug Administration (FDA) statunitense non monitora la purezza o la qualità degli integratori e alcuni possono interferire con i farmaci. È importante parlare con il medico prima di iniziare a prendere integratori.

L’esercizio fisico allevia anche le vampate di calore riducendo la quantità di ormone follicolo-stimolante (FSH) e ormone luteinizzante (LH) circolanti. Obiettivo per almeno 20 minuti di esercizio, tre volte a settimana. Secondo il National Center for Complementary and Integrative Health, agopuntura può anche limitare le vampate di calore per alcune donne.

Dovresti anche evitare i trigger che possono renderti più caldo. Questi includono bevande calde, cibi piccanti e alcol. Rimani il più fresco possibile vestendoti a strati e tenendo l’acqua a portata di mano.

Tenerezza al seno

Anche la tenerezza e il gonfiore del seno sono sintomi della menopausa. I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l’ibuprofene (Advil) e il naprossene (Aleve) possono aiutare a ridurre sia il gonfiore che il dolore. Sebbene abbia alcuni effetti collaterali negativi,La sostituzione del testosterone può essere efficace nel ridurre il dolore al seno grave.

Alcune erbe sono anche allo studio per un potenziale sollievo:

  • L’olio di ribes nero è straordinariamente ricco di vitamina C ed è anche ricco di molti altri nutrienti. Può alleviare notevolmente la tenerezza del seno.

  • L’olio di enotera viene utilizzato in alcuni paesi europei per alleviare il dolore al seno.

Secchezza vaginale

La secchezza vaginale può potenzialmente interferire con la tua vita sessuale. I lubrificanti da banco come KY Jelly possono essere utilizzati prima del rapporto sessuale. Altri, come Replens, sono pensati per essere applicati quotidianamente.Olio di semi di sesamopuò anche essere usato come pomata topica per alleviare la secchezza.

La crema per estrogeni vaginali e gli anelli estrogeni vaginali a rilascio prolungato forniscono entrambi basse dosi di estrogeni all’interno della vagina. Gli estrogeni possono essere molto efficaci nel trattamento della secchezza, ma possono aumentare il rischio di condizioni pericolose, come:

  • ictus
  • coaguli di sangue
  • attacco di cuore
  • tumore al seno

Per questo motivo, dovresti usare la dose più bassa possibile di estrogeni. Le donne non possono assolutamente assumere ormoni se hanno una storia di una di queste condizioni.

Perdita di libido

La menopausa spesso fa sì che il corpo delle donne smetta di produrre testosterone. Si ritiene che questo ormone sia importante nella formazione del desiderio e della pulsione sessuale. La terapia sostitutiva con testosterone viene talvolta utilizzata per trattare i disturbi dell’eccitazione sessuale. Tuttavia, può avere gravi effetti collaterali, simili a quelli delle terapie con estrogeni. Consulta il tuo medico per vedere se questa opzione è giusta per te.

Anche le seguenti strategie di trattamento non medico possono aiutare:

  • lubrificanti
  • massaggi sensuali
  • Esercizi di Kegel
  • terapia

Sebbene non sia ben studiata, si ritiene che l’erba yohimbina (estratto di corteccia di yohimbe) aumenti il ​​flusso sanguigno vaginale e aumenti la libido femminile.

Incontinenza urinaria

L’incontinenza urinaria può essere imbarazzante, ma è anche un sintomo comune della menopausa. Gli esercizi di Kegel possono rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Questi esercizi possono migliorare notevolmente il controllo uretrale.

Evita gli alcolici e le bevande contenenti caffeina, che può sovrastimolare la vescica. Limita anche i cibi piccanti, poiché possono anche causare problemi alla vescica.

Un pessario è un anello in gomma, plastica o silicone, che inserisci nella tua vagina. I pessari aiutano a mantenere i tuoi organi in un corretto allineamento e ridurre le perdite. Potresti anche considerare di chiedere al tuo medico di prescrivere farmaci per aiutare l’incontinenza urinaria.

Gestire altri cambiamenti

Cambiamenti di umore

Cambiamenti ormonali significativi possono influire sul tuo umore. Irritabilità, depressione e malumore generale sono gli effetti più comuni. Le seguenti soluzioni possono aiutare:

  • Esercizio quotidiano regolare, ma non troppo vicino al momento di coricarsi.
  • Meditazione o yoga.
  • Evita l’alcol.
  • Consumare caffeina solo la mattina.
  • Mangia più frutta e verdura per un umore generale migliore.

Alcune erbe possono anche aiutare, ma sono necessari ulteriori studi per dimostrare la loro sicurezza ed efficacia. Parla con il tuo medico di questi possibili stimolatori dell’umore:

  • Erba di San Giovanni
  • salvia del giardino
  • ginseng
  • cohosh nero
  • dong quai

Problemi di concentrazione e perdita di memoria

I problemi di memoria sono spesso percepiti come accaduti con la “vecchiaia”, quando in realtà gli ormoni possono spesso essere la causa. Quanto segue può aiutarti a migliorare la tua concentrazione e combattere la perdita di memoria:

  • Il ginkgo biloba è stato usato in medicina da migliaia di anni. La scienza moderna ha dimostrato che può essere utile nel trattamento di problemi con perdita di memoria e demenza. Altri integratori a base di erbe raccomandati includono salvia e ginseng.

  • Imparare un hobby che esercita la mente come sudoku, cruciverba, puzzle o costruzione di modelli può aiutarti a mantenere la mente acuta e attiva.
  • Cambiamenti nello stile di vita, come una diminuzione dell’assunzione di alcol e caffeina, mangiare più frutta e verdura e fare esercizio fisico regolare possono anche aiutare.
  • Dormi a sufficienza per migliorare la memoria a breve termine.

Insonnia e disturbi del sonno

Durante la menopausa, sembra che tu sia sempre stanco. A peggiorare le cose, le vampate di calore e altri sintomi ti tengono sveglio la notte. Considera quanto segue per aiutarti a dormire meglio la notte:

  • Fai esercizio fisico regolare, ma evita di allenarti la sera.
  • Evita di fare sonnellini.
  • Bevi una camomilla prima di coricarti.
  • Chiedi al tuo medico di usare integratori come la passiflora o la valeriana.

Praticare una buona igiene del sonno è sempre il primo passo per dormire meglio.

Prevenire future preoccupazioni mediche

Colesterolo alto

L’esercizio fisico regolare e una dieta povera di grassi e ipocalorica sono i modi migliori per tenere sotto controllo il colesterolo. Elimina gli alimenti ricchi di grassi animali dalla tua dieta e cerca di fare 20-30 minuti di esercizio aerobico almeno tre volte a settimana.

I fitoestrogeni possono anche invertire parzialmente i cambiamenti nel colesterolo causati dai cambiamenti ormonali associati alla menopausa.

Perdita di massa ossea

Il primo passo per prevenire la perdita ossea correlata alla menopausa è aumentare la quantità di calcio e vitamina D nella dieta.

Esistono anche una serie di farmaci da prescrizione per la perdita ossea. I bifosfonati (come Fosamax) sono una nuova classe di farmaci non ormonali che possono rallentare la disgregazione ossea. La calcitonina è un ormone somministrato tramite spray nasale che rallenta anche la disgregazione ossea.

Alcuni modulatori selettivi del recettore degli estrogeni (SERM) hanno anche dimostrato di trattare efficacemente la perdita ossea della menopausa. Parla con il tuo medico per sapere se qualcuno di questi farmaci è giusto per te.

HRT: è giusto per me?

La terapia ormonale sostitutiva (HRT) è un regime di farmaci contenenti ormoni femminili. L’idea è di sostituire quelli che il corpo non fa più dopo la menopausa. Di solito, la terapia ormonale sostitutiva include estrogeni e progestinici, una versione artificiale del progesterone. Poiché i sintomi della menopausa sono causati da livelli ormonali fluttuanti, questo può essere molto efficace nell’alleviare quasi tutti i sintomi della menopausa.

Per anni, la terapia ormonale sostitutiva è stata il trattamento standard per questi sintomi. Tuttavia, secondo l’Ufficio per la salute delle donne, potrebbe aumentare il rischio di cancro al seno, malattie cardiache e ictus. Chiedi al tuo medico se la terapia ormonale sostitutiva è giusta per te. Potrebbero esserci altre opzioni che sono migliori per te.

La tua prospettiva

Una volta raggiunta la menopausa, potresti fare il conto alla rovescia dei giorni che mancano alla postmenopausa, un periodo in cui la menopausa è terminata. Tuttavia, potresti ancora non essere completamente privo di sintomi.

Non esiste una linea temporale definitiva in cui i sintomi della menopausa iniziano e finiscono. La tua esperienza sarà in gran parte basata sulla genetica. Imparare ad affrontare i sintomi ora può darti mesi di conforto mentre passi alla fase successiva della tua vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here