Figlio del re messicano Zambada estradato negli Stati Uniti per affrontare il processo

0
80

CITTA 'DEL MESSICO – Il Messico ha estradato un figlio del signore della droga Ismael "El Mayo" Zambada negli Stati Uniti per affrontare un processo per accuse di traffico di stupefacenti, secondo quanto riferito da un funzionario del governo e dai media.

Il funzionario, che non era autorizzato a parlare pubblicamente, ha detto che Ismael Zambada Imperial, 35 anni, è stata estradata giovedì.

Il quotidiano messicano Reforma ha riferito che il giovane Zambada è stato inviato negli Stati Uniti per affrontare le accuse di traffico di droga e venerdì ha avuto un'audizione davanti a un giudice a San Diego.

Secondo il sito web della Drug Enforcement Administration degli Stati Uniti, Zambada, catturato nel 2014, è ricercato con l'accusa di droga nel distretto meridionale della California.

Il veterano trafficante "El Mayo" Zambada è uno dei leader del cartello di Sinaloa, un tempo fronteggiato dal re imprigionato Joaquin "El Chapo" Guzman. L'anziano Zambada rimane in libertà.

Gli esperti di sicurezza affermano che "El Mayo" ha da tempo supervisionato gran parte delle operazioni internazionali di traffico di stupefacenti.

I portavoce del ministero degli esteri messicano, del ministero della sicurezza e della presidenza non hanno risposto alle richieste di commento.