L’insufficienza renale può essere acuta o cronica. Quello che hai determinerà se è potenzialmente reversibile o meno.

persona con insufficienza renale che si allena con un amico
Immagini senza titolo/Getty Images

Se soffri di insufficienza renale, significa che i tuoi reni non sono in grado di svolgere funzioni importanti, come filtrare e rimuovere i liquidi in eccesso, il sale e i rifiuti dal flusso sanguigno.

In genere, queste tossine vanno alla vescica per lasciare il corpo nelle urine. Ma quando i reni non riescono a svolgere il loro lavoro in modo efficiente o non riescono a svolgere del tutto il loro lavoro, queste tossine si accumulano nel corpo e possono causare una serie di problemi potenzialmente letali.

L’insufficienza renale può verificarsi gradualmente a causa di una malattia renale cronica o improvvisamente, chiamata insufficienza renale acuta. Sebbene il danno renale non possa essere annullato, l’insufficienza renale acuta spesso può essere invertita.

Continua a leggere per ulteriori informazioni sull’insufficienza renale e su come invertirla.

Qual è la differenza tra insufficienza renale acuta e insufficienza renale cronica?

I reni sani filtrano tutto il sangue nel corpo ogni 30 minuti, secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). I problemi si verificano quando i reni non sono in grado di funzionare correttamente. Ciò può accadere a causa di insufficienza renale acuta e insufficienza renale cronica.

L’insufficienza renale acuta è una perdita improvvisa di tutta la funzione renale nell’arco di poche ore o giorni e può verificarsi per una serie di motivi, tra cui:

  • shock settico
  • disidratazione
  • perdita di sangue
  • brucia
  • complicazioni della gravidanza
  • un blocco nel tratto urinario
  • alcuni farmaci

La malattia renale cronica porta ad insufficienza renale cronica e si manifesta nel tempo quando i reni vengono danneggiati. Man mano che il danno peggiora, i reni smettono lentamente di essere in grado di filtrare tutte queste tossine dal sangue, il che porta a livelli pericolosi nel corpo. Questo aumenta il rischio per altri problemi di salute come malattie cardiache e ictus. Alla fine, i reni potrebbero smettere di funzionare, il che potrebbe richiedere la dialisi o un trapianto di rene.

È possibile invertire l’insufficienza renale acuta?

Insufficienza renale acuta può essere invertito con un trattamento rapido in ambiente ospedaliero, ma può significare andare in dialisi (dove una macchina filtra il sangue invece dei reni) finché la causa sottostante non viene scoperta e trattata. I reni possono riprendere a funzionare tra qualche settimana o mese.

In alcuni casi, i reni non si riprendono, il che richiederà la dialisi a tempo indeterminato o un trapianto di rene.

È possibile invertire l’insufficienza renale cronica?

L’insufficienza renale cronica non può essere tecnicamente invertita, ma è possibile rallentare la progressione della malattia renale cronica con farmaci e cambiamenti nello stile di vita.

La pressione alta e la glicemia alta dovute al diabete sono le cause due cause principali della malattia renale cronica, quindi mantenere la pressione sanguigna e la glicemia entro un intervallo target è importante per la salute dei reni.

Altre cose che possono aiutare includono:

  • mantenere un peso moderato
  • essere più attivo
  • seguire una dieta equilibrata a basso contenuto di sale
  • mantenere il colesterolo entro un intervallo target
  • assumere i farmaci come indicato
  • smettere di fumare, se fumi
  • sottoporsi a controlli regolari

Quali sono i sintomi dell’insufficienza renale?

I sintomi dell’insufficienza renale spesso si sviluppano lentamente, quindi all’inizio potresti non notare alcun segno. Secondo il Istituto Nazionale del Diabete e delle Malattie Digestive e Renali (NIDDK)man mano che la funzionalità renale peggiora, potresti riscontrare:

  • gonfiore alle gambe, alle caviglie o ai piedi
  • avere poca o nessuna urina
  • sensazione di mal di stomaco, non sensazione di fame e perdita di peso
  • avere crampi muscolari o debolezza
  • avere mal di testa
  • sensazione di prurito
  • sentirsi stanco ma non dormire bene
  • avere dolore, rigidità o liquido nelle articolazioni
  • mi sento confuso

Qual è la prospettiva per le persone che soffrono di insufficienza renale?

Le prospettive per le persone con insufficienza renale dipenderanno da diversi fattori.

Per i pazienti con insufficienza renale acuta, il recupero è determinato in primo luogo da ciò che ha causato l’insufficienza renale. Se la causa è reversibile, è probabile che l’individuo guarisca completamente. È anche possibile che le persone con insufficienza renale acuta riacquistino solo una funzionalità renale parziale. Tutti i casi di insufficienza renale acuta espongono la persona a un rischio maggiore di malattia renale cronica in futuro.

L’insufficienza renale cronica è anche chiamata malattia renale allo stadio terminale (ESRD) e in questo caso il rischio di morte per malattie cardiovascolari è molto più elevato. Le persone con ESRD in dialisi lo sono Da 10 a 30 volte più probabile morire di malattie cardiovascolari rispetto al resto della popolazione.

Detto questo, le statistiche non raccontano il quadro completo e l’aspettativa di vita dipende da molti fattori di salute individuali.

Domande frequenti

Come si affronta l’insufficienza renale?

Tutto dipende dal fatto che tu abbia un’insufficienza renale acuta o un’insufficienza renale cronica. In entrambi i casi, potrebbe essere necessario essere curati in ospedale e potrebbe essere necessaria la dialisi.

Per le persone con insufficienza renale cronica, la dialisi cronica avviene solitamente in regime ambulatoriale. L’insufficienza renale acuta può essere invertita una volta trattata la causa sottostante.

Quanto tempo si può vivere con l’insufficienza renale?

Ancora una volta, questo dipende se si soffre di insufficienza renale acuta o di insufficienza renale cronica. Le persone con insufficienza renale acuta possono recuperare completamente. Per le persone con insufficienza renale cronica, l’aspettativa di vita dipenderà da una serie di fattori di salute individuali.

I miei reni possono ripararsi da soli?

No, i reni non possono ripararsi se c’è un danno.

Tuttavia, l’insufficienza renale acuta può essere invertita, a seconda della causa. Ciò significa che una volta trattata la causa sottostante, i reni possono riacquistare la capacità di funzionare.

Il danno renale non può essere invertito, ma la progressione della malattia renale cronica può essere rallentata con farmaci e cambiamenti nello stile di vita.

Porta via

L’insufficienza renale acuta è in alcuni casi reversibile, ma dipende dalla causa sottostante. L’insufficienza renale cronica non è reversibile, ma la malattia renale cronica può essere trattata e la sua progressione può essere rallentata con farmaci e cambiamenti nello stile di vita.

Parla con il tuo medico se manifesti sintomi di malattia renale o se soffri di pressione alta o glicemia alta. Queste sono le principali cause di malattia renale e possono essere gestite.