Due soldati tailandesi affrontano rare accuse di omicidio nel sud del villaggio

0
64

BANGKOK – Due soldati nel sud della Thailandia sono stati accusati dell'omicidio di civili, ha detto un portavoce militare mercoledì, in un raro rimprovero nella regione devastata dall'insurrezione dove gruppi di diritti hanno richiesto a lungo maggiore trasparenza.

I due si sono consegnati il ​​20 dicembre e ora sono rilasciati su cauzione, ha detto il portavoce del comando delle operazioni di sicurezza interna Pramote Prom-in. Non ha fornito dettagli sulle vittime.

"Ci sarà un'indagine e seguiremo le procedure legali", ha detto.

Le accuse arrivano mesi dopo un furore a livello nazionale per la morte in un caso separato di Abdulloh Esormusor, un sospetto ribelle caduto in coma dopo un interrogatorio in un campo militare. L'esercito thailandese ha respinto le accuse di tortura e ha esortato il pubblico ad attendere il risultato di un'inchiesta ufficiale.

Un'insurrezione separatista decennale nelle province del sud, prevalentemente etniche della Malesia e dei musulmani thailandesi, ha ucciso quasi 7000 persone dal 2004, afferma Deep South Watch, un gruppo che controlla la violenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here