Dove sta andando la guerra Russia-Ucraina? Cinque scenari

0
46

Mentre l’invasione russa entra nella sua quarta settimana e i combattimenti si intensificano, come potrebbe evolversi la situazione da qui?

Un militare ucraino fa la guardia alla sua posizione nella città assediata di Mariupol, in Ucraina [File: Evgeniy Maloletka/AP Photo]

La guerra della Russia contro l’Ucraina è entrata nella quarta settimana, poiché la retorica sempre più aspra delle potenze occidentali nei confronti del presidente russo Vladimir Putin non riesce a fermare gli attacchi in diverse città.

È quasi impossibile verificare quanti civili siano stati uccisi finora. Secondo le Nazioni Unite, i morti sono più di 600, ma si teme che la cifra reale sia più alta.

I rapporti dicono che anche migliaia di soldati di entrambe le parti sono morti.

Nel frattempo, i colloqui Russia-Ucraina volti a una soluzione pacifica continuano mentre crescono le notizie sull’impantanamento dell’esercito russo.

Come potrebbe svilupparsi la situazione da qui? Ecco cinque scenari:

Pantano militare

Le forze ucraine stanno ancora resistendo all’invasione della Russia, infliggendo gravi equipaggiamenti e perdite umane.

Fondamentalmente, hanno respinto un tentativo dei paracadutisti di impadronirsi della capitale Kiev nei giorni di apertura del conflitto e da allora si sono ritirati in posizioni difensive che hanno consentito loro di mantenere il controllo su tutte le città strategiche.

Sebbene la Russia abbia affermato da tempo di avere la superiorità aerea, le difese aeree dell’Ucraina sembrano funzionare ancora, mentre i paesi occidentali stanno riversando missili anticarro e antiaerei portatili.

“L’invasione russa si è in gran parte bloccata su tutti i fronti”, ha affermato giovedì un aggiornamento del ministero della Difesa britannico.

Ma in un’intervista con Al Jazeera, Frank Ledwidge, docente senior in capacità e strategia militari all’Università di Portsmouth, ha affermato: “Quello che è successo qui è che l’attacco russo, in termini militari, è culminato”.

“Sono andati il ​​più lontano possibile con la logistica e le armi che hanno portato nel paese, ciò non significa necessariamente che sia in stallo”, ha detto.

“Quello che stiamo vedendo ora è quella che viene chiamata una pausa operativa quando iniziano a mettere insieme, in termini colloquiali, il loro agire, cosa che non hanno avuto in gran parte a causa di presupposti di pianificazione molto scarsi nella prima parte della campagna.

“Quindi lavorerebbero freneticamente per cercare di ottenere armi e sistemare la loro pianificazione e per capire dove andrà a finire. E, naturalmente, gli ucraini hanno voce in capitolo, motivo per cui stiamo iniziando a vedere contrattacchi da parte delle forze armate ucraine che sembrano avere qualche effetto”.

L’intelligence degli Stati Uniti stima che 7.000 soldati russi siano morti, ha riferito il New York Times, anche se gli esperti affermano che tutte queste affermazioni dovrebbero essere trattate con cautela.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato mercoledì un nuovo massiccio pacchetto di aiuti militari per l’Ucraina, inclusi 100 droni Switchblade “kamikaze” e migliaia di altri missili.

Tuttavia, la resistenza militare ucraina ha un alto costo civile, con migliaia di morti e città devastate come Mariupol e Kherson.

INTERACTIVE_UKRAINE_CONTROL MAP DAY22_INTERACTIVE Ucraina Chi controlla cosa Giorno 22

Accordo di pace concordato

I negoziatori di entrambe le parti hanno iniziato a parlare pochi giorni dopo l’inizio della guerra, prima al confine tra Bielorussia e Ucraina, poi in Turchia e poi a Kiev.

L’aumento delle perdite sul campo di battaglia e le paralizzanti sanzioni occidentali all’economia russa potrebbero spingere Putin a cercare un modo salvavita per porre fine al conflitto.

“L’Ucraina potrebbe essere in grado di costringere i russi a fare una scelta: persistere e subire perdite irreparabili, o desistere e ottenere una pace compensativa”, ha scritto questa settimana Rob Johnson, esperto di guerra all’Università di Oxford. .

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato mercoledì che le due parti erano “vicine a un accordo” su un accordo che vedrebbe l’Ucraina accettare la neutralità modellata sullo status di Svezia e Austria.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha già pubblicamente riconosciuto che il suo paese non si unirà all’alleanza militare occidentale della NATO, una richiesta chiave del Cremlino.

Ma sebbene le possibilità di un accordo siano cresciute in modo significativo negli ultimi giorni, non c’è alcun segno di cessate il fuoco e l’Ucraina vuole un ritiro completo della Russia e garanzie di sicurezza sul suo futuro.

Alcuni critici di Putin sospettano che la diplomazia sia una cortina fumogena.

“Ricorda che per Putin ‘cessate il fuoco’ significa solo ‘ricaricare'”, ha scritto su Twitter il politico russo dissidente ed ex campione di scacchi Garry Kasparov.

Putin deposto

Putin sta rafforzando la sua presa sulla società russa. Un giro di vite sui media indipendenti e sui fornitori di notizie straniere ha cementato il predominio dei media statali russi ultrafedeli.

Migliaia di manifestanti contro la guerra sono stati arrestati, mentre una nuova legge minaccia fino a 15 anni di carcere per aver diffuso “fake news” sull’esercito.

Ci sono segni di crepe nell’élite al potere, con alcuni oligarchi, parlamentari e persino il gruppo petrolifero privato Lukoil che chiedono apertamente un cessate il fuoco o la fine dei combattimenti.

Un editore russo ha alzato un cartello con la scritta “No War” durante un telegiornale in prima serata sulla TV di stato questa settimana.

Sebbene non sia considerata probabile in questa fase, la possibilità che Putin venga abbattuto da una reazione popolare o addirittura da un colpo di stato a palazzo non può essere esclusa.

“La sua sicurezza personale è molto buona e sarà molto buona fino al momento in cui non lo sarà”, ha affermato Eliot A Cohen del Center for Strategic and International Studies, un think tank con sede a Washington.

“È successo numerose volte nella storia sovietica e russa”.

Successo militare russo

Date le armi superiori, la potenza aerea e l’uso indiscriminato dell’artiglieria della Russia, gli analisti della difesa occidentale affermano che le sue forze sono in grado di avanzare.

Un alto funzionario militare europeo mercoledì ha messo in guardia dal sottovalutare la loro capacità di ricostituire e adattare le proprie tattiche.

Sembra che abbiano problemi logistici e morali, con il diesel e persino i lubrificanti per motori che scarseggiano, ha detto il funzionario.

“Ma devi tenerlo in prospettiva. Tutto ciò non cambia la superiorità dell’esercito russo”, ha affermato.

Mosca sta reclutando apertamente mercenari dalla Siria per integrare le sue forze, mentre utilizza anche il Gruppo Wagner, un’oscura compagnia di sicurezza privata russa.

Ma anche se catturassero città strategiche come Kiev o il porto meridionale di Odesa, Putin avrebbe quindi affrontato la sfida di occuparle.

Il conflitto si diffonde

La Russia ha un confine con tre ex stati sovietici che ora sono membri dell’alleanza militare della NATO guidata dagli Stati Uniti, che considera un attacco a un membro come un attacco contro tutti.

La nostalgia di Putin per l’Unione Sovietica e il suo impegno a proteggere le minoranze russe – che si trovano negli Stati baltici – hanno lasciato una domanda aperta sulle sue ambizioni territoriali.

Pochi si aspettano che Putin attacchi apertamente un membro della NATO, il che rischierebbe un attacco nucleare, ma gli analisti hanno messo in guardia contro le provocazioni che si fermano prima di scatenare una guerra.

Putin ha messo in allerta le forze di deterrenza nucleare russe e il ministro degli Esteri Lavrov ha anche avvertito che “la terza guerra mondiale può essere solo una guerra nucleare”.

Gli analisti occidentali affermano che tali avvertimenti dovrebbero essere presi come atteggiamenti per dissuadere gli Stati Uniti e l’Europa dal considerare idee come una “no-fly zone” sull’Ucraina.