Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cos’è un’allergia ai farmaci?

Cos’è un’allergia ai farmaci?

0
6

introduzione

Un’allergia ai farmaci è una reazione allergica a un farmaco. Con una reazione allergica, il tuo sistema immunitario, che combatte le infezioni e le malattie, reagisce al farmaco. Questa reazione può causare sintomi come eruzione cutanea, febbre e difficoltà respiratorie.

La vera allergia ai farmaci non è comune. Meno del 5-10% delle reazioni negative ai farmaci è causato da un’autentica allergia ai farmaci. Il resto sono effetti collaterali del farmaco. Tuttavia, è importante sapere se si soffre di allergia ai farmaci e cosa fare al riguardo.

Perché si verificano allergie ai farmaci?

Il tuo sistema immunitario ti aiuta a proteggerti dalle malattie. È progettato per combattere invasori stranieri come virus, batteri, parassiti e altre sostanze pericolose. Con un’allergia ai farmaci, il tuo sistema immunitario scambia un farmaco che entra nel tuo corpo per uno di questi invasori. In risposta a ciò che pensa sia una minaccia, il tuo sistema immunitario inizia a produrre anticorpi. Queste sono proteine ​​speciali programmate per attaccare l’invasore. In questo caso, attaccano il farmaco.

Questa risposta immunitaria porta ad un aumento dell’infiammazione, che può causare sintomi come eruzione cutanea, febbre o difficoltà respiratorie. La risposta immunitaria potrebbe verificarsi la prima volta che prendi il farmaco, o potrebbe non essere fino a dopo averlo assunto molte volte senza problemi.

L’allergia ai farmaci è sempre pericolosa?

Non sempre. I sintomi di un’allergia ai farmaci possono essere così lievi che difficilmente li noti. Potresti provare nient’altro che una leggera eruzione cutanea.

Una grave allergia ai farmaci, tuttavia, può essere pericolosa per la vita. Potrebbe causare anafilassi. L’anafilassi è una reazione improvvisa e pericolosa per la vita di tutto il corpo a un farmaco o ad un altro allergene. Qualche minuto dopo l’assunzione del farmaco potrebbe verificarsi una reazione anafilattica. In alcuni casi, potrebbe accadere entro 12 ore dall’assunzione del farmaco. I sintomi possono includere:

  • battito cardiaco irregolare
  • problemi di respirazione
  • rigonfiamento
  • incoscienza

L’anafilassi può essere fatale se non viene trattata immediatamente. Se manifesti uno qualsiasi dei sintomi dopo aver assunto un farmaco, chiedi a qualcuno di chiamare i servizi di emergenza sanitaria o vai al pronto soccorso più vicino.

Reazioni di tipo allergico

Alcuni farmaci possono causare una reazione di tipo anafilattico la prima volta che vengono utilizzati. I farmaci che possono causare una reazione simile all’anafilassi includono:

  • morfina
  • aspirina
  • alcuni farmaci chemioterapici
  • i coloranti utilizzati in alcuni raggi X.

Questo tipo di reazione in genere non coinvolge il sistema immunitario e non è una vera allergia. Tuttavia, i sintomi e il trattamento sono gli stessi della vera anafilassi ed è altrettanto pericoloso.

Quali farmaci causano la maggior parte delle allergie ai farmaci?

Diversi farmaci hanno effetti diversi sulle persone. Detto questo, alcuni farmaci tendono a causare più reazioni allergiche di altri. Questi includono:

  • antibiotici come la penicillina e antibiotici sulfamidici come sulfametossazolo-trimetoprim
  • aspirina
  • farmaci antinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene
  • anticonvulsivanti come carbamazepina e lamotrigina
  • farmaci usati nella terapia con anticorpi monoclonali come trastuzumab e ibritumomab tiuxetano
  • farmaci chemioterapici come paclitaxel, docetaxel e procarbazina

Quali sono le differenze tra gli effetti collaterali e un’allergia ai farmaci?

Un’allergia ai farmaci colpisce solo alcune persone. Coinvolge sempre il sistema immunitario e provoca sempre effetti negativi.

Tuttavia, un effetto collaterale potrebbe verificarsi in qualsiasi persona che assume un farmaco. Inoltre, in genere non coinvolge il sistema immunitario. Un effetto collaterale è qualsiasi azione del farmaco – dannosa o utile – che non si riferisce al suo compito principale.

Ad esempio, l’aspirina, che viene utilizzata per trattare il dolore, spesso causa l’effetto collaterale dannoso del mal di stomaco. Tuttavia, ha anche l’utile effetto collaterale di ridurre i rischi di infarto e ictus. Anche il paracetamolo (Tylenol), usato per il dolore, può causare danni al fegato. E la nitroglicerina, che viene utilizzata per allargare i vasi sanguigni e migliorare il flusso sanguigno, può migliorare la funzione mentale come effetto collaterale.

Effetto collaterale Allergia al farmaco
Positivo o negativo? può essere l’uno o l’altro negativo
Chi colpisce? chiunque solo alcune persone
Coinvolge il sistema immunitario? raramente sempre

Come viene trattata un’allergia ai farmaci?

Il modo in cui gestisci un’allergia ai farmaci dipende dalla sua gravità. Con una grave reazione allergica a un farmaco, probabilmente dovrai evitare del tutto il farmaco. Il tuo medico probabilmente proverà a sostituire il farmaco con uno diverso a cui non sei allergico.

Se si ha una lieve reazione allergica a un farmaco, il medico può comunque prescriverlo. Ma possono anche prescrivere un altro farmaco per controllare la tua reazione. Alcuni farmaci possono aiutare a bloccare la risposta immunitaria e ridurre i sintomi. Questi includono:

Antistaminici

Il tuo corpo produce istamina quando pensa che una sostanza, come un allergene, sia dannosa. Il rilascio di istamina può innescare sintomi allergici come gonfiore, prurito o irritazione. Un antistaminico blocca la produzione di istamina e può aiutare a calmare questi sintomi di una reazione allergica. Gli antistaminici si presentano sotto forma di pillole, colliri, creme e spray nasali.

Corticosteroidi

Un’allergia ai farmaci può causare gonfiore delle vie aeree e altri sintomi gravi. I corticosteroidi possono aiutare a ridurre l’infiammazione che porta a questi problemi. I corticosteroidi si presentano come pillole, spray nasali, colliri e creme. Vengono anche come polvere o liquido per l’uso in un inalatore e liquido per iniezione o per l’uso in un nebulizzatore.

Broncodilatatori

Se l’allergia ai farmaci provoca respiro sibilante o tosse, il medico potrebbe consigliarti un broncodilatatore. Questo farmaco ti aiuterà ad aprire le vie aeree e faciliterà la respirazione. I broncodilatatori sono disponibili in forma liquida e in polvere per l’uso in un inalatore o nebulizzatore.

Qual è la prospettiva a lungo termine per qualcuno con un’allergia ai farmaci?

Il tuo sistema immunitario può cambiare nel tempo. È possibile che la tua allergia si indebolisca, scompaia o peggiori. Quindi, è importante seguire sempre le istruzioni del medico su come gestire un farmaco. Se ti dicono di evitare il farmaco o farmaci simili, assicurati di farlo.

Parla con il tuo medico

Se hai sintomi di allergia ai farmaci o effetti collaterali gravi da un farmaco che stai assumendo, parla subito con il tuo medico.

Se sai di essere allergico a qualsiasi farmaco, procedi nel seguente modo:

  • Assicurati di dirlo a tutti i tuoi medici. Ciò include il tuo dentista e qualsiasi altro fornitore di cure che potrebbe prescrivere farmaci.
  • Considera l’idea di portare un biglietto da visita o un braccialetto o una collana che identifichi la tua allergia ai farmaci. In caso di emergenza, queste informazioni potrebbero salvarti la vita.

Chiedi al tuo medico tutte le domande che potresti avere sulla tua allergia. Questi potrebbero includere:

  • Che tipo di reazione allergica dovrei cercare quando prendo questo farmaco?
  • Ci sono altri farmaci che dovrei evitare anche a causa della mia allergia?
  • Devo avere dei farmaci a portata di mano nel caso in cui avessi una reazione allergica?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here