Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa significa essere in uno stato vegetativo?

Cosa significa essere in uno stato vegetativo?

0
69

Uno stato vegetativo, o stato inconsapevole e non rispondente, è una diagnosi neurologica specifica in cui una persona ha un tronco cerebrale funzionante ma privo di coscienza o funzione cognitiva.

Gli individui in uno stato inconsapevole e non reattivo si alternano tra sonno e veglia. Tuttavia, anche quando sono svegli, non sono in grado di interagire con altre persone o l'ambiente circostante.

Continua a leggere mentre esploriamo le cause di questo stato neurologico, in che modo differisce dal coma o dalla morte cerebrale e come viene diagnosticato e trattato.

Questioni linguistiche

Se hai una persona cara che si trova in uno stato inconsapevole e che non risponde, i medici possono riferirsi ad esso come uno stato "vegetativo".

Ma variazioni di questo termine sono state usate per insultare o ferire gli altri. A causa della confusione e del dolore che può causare ai propri cari, i neurologi lo sono ricerca per un termine migliore per questo stato di coscienza.

Uno di questi termini è "stato inconsapevole e non rispondente", che useremo in questo articolo.

Quali sono i sintomi?

Una persona in uno stato inconsapevole e che non risponde ha subito lesioni al cervello. Non hanno alcuna funzione cognitiva o capacità di pensare. Ma dal momento che il loro tronco cerebrale funziona ancora, la persona può:

  • regolare la respirazione e la frequenza cardiaca senza assistenza
  • aprono gli occhi
  • avere un ciclo sonno-veglia
  • hanno riflessi di base
  • muovono gli occhi, sbattono le palpebre o si lacerano
  • gemere, grugnire o sembrare sorridere

Non sono in grado di:

  • seguire gli oggetti con i loro occhi
  • rispondere a voci o comandi verbali
  • parlare o comunicare attraverso le palpebre o gesticolando
  • muoversi con uno scopo
  • interagire con l'ambiente circostante
  • mostra segni di emozione
  • mostra segni di consapevolezza

Questo stato inconsapevole e non risponde differisce da queste condizioni simili:

  • Stato minimamente consapevole. La persona si alterna tra consapevolezza e mancanza di consapevolezza.
  • Coma. La persona non è sveglia o consapevole.
  • Morte cerebrale. I danni al cervello e al tronco encefalico sono categoricamente irreversibili.
  • Sindrome chiusa. La persona è cosciente e pienamente consapevole, ma completamente paralizzata e incapace di parlare.

Come viene diagnosticato questo stato?

La diagnosi di uno stato inconsapevole e che non risponde richiede:

  • presenza di un ciclo sonno-veglia
  • nessuna espressione o comprensione linguistica
  • nessuna prova di risposta sostenuta, riproducibile, intenzionale o volontaria alla stimolazione della vista, del suono, dell'olfatto o del tatto
  • un tronco cerebrale funzionante

Alcune di queste informazioni verranno dall'osservazione diretta di un neurologo.

Un neurologo può anche utilizzare test diagnostici per confermare la diagnosi. Questi test possono includere:

  • ELETTROENCEFALOGRAMMA (elettroencefalogramma) per valutare l'attività elettrica nel cervello

  • Scansione TC o MRI per aiutare a valutare i danni al cervello e al tronco encefalico

  • Scansione PET per aiutare a valutare la funzione cerebrale

fatto

Uno stato inconsapevole e non rispondente tipicamente segue un coma.

Cosa può causare questo stato?

I danni cerebrali acuti dovuti a malattia o lesioni causano uno stato inconsapevole e non rispondente.

Lesione cerebrale non traumatica

Questo tipo di lesione cerebrale può verificarsi quando il cervello è privato di ossigeno o il tessuto cerebrale è danneggiato. Alcuni motivi per questo includono:

  • overdose di droga
  • encefalite
  • attacco di cuore
  • meningite
  • quasi annegamento
  • avvelenamento
  • aneurisma rotto
  • inalazione di fumo
  • ictus

Lesione cerebrale traumatica (TBI)

Questo tipo di lesione cerebrale è il risultato di una lesione che potresti subire da un potente colpo alla testa a causa di un:

  • incidente d'auto
  • cadere da una grande altezza
  • incidente sul lavoro o atletico
  • assalto

Danno cerebrale progressivo

Questa lesione cerebrale può essere dovuta a condizioni come:

  • Il morbo di Alzheimer
  • tumore al cervello
  • Morbo di Parkinson

fatto

In circostanze potenzialmente letali, i medici hanno la possibilità di indurre un coma. Questo per proteggere il cervello e dargli il tempo di guarire. Tuttavia, il non risponde e ignaro dichiarato è non indotto dal punto di vista medico.

C'è un trattamento?

Non esiste un vero trattamento. Piuttosto, il focus è la terapia di supporto in modo che il cervello possa guarire. La persona sarà attentamente monitorata per cambiamenti o segni di miglioramento.

Inoltre, i medici prenderanno provvedimenti per prevenire potenziali complicazioni, come:

  • infezione
  • polmonite
  • insufficienza respiratoria

Le cure di supporto possono comprendere:

  • un tubo di alimentazione per fornire sostanze nutritive
  • cambio di posizione su base regolare per evitare piaghe da decubito
  • terapia fisica per esercitare delicatamente le articolazioni
  • cura della pelle
  • igiene orale
  • gestione delle funzioni intestinali e vescicali

Vari specialisti possono coinvolgere i familiari nel tentativo di stimolare i sensi e stimolare una risposta:

  • parlare con loro di cose a loro familiari
  • riproduzione di musica, TV o film preferiti
  • mostrando le foto di famiglia
  • aggiungendo fiori, profumi preferiti o altri profumi nella stanza
  • tenendo o accarezzando la mano o il braccio

Il trattamento inizierà in ambito ospedaliero per cure acute. In alcuni casi, la persona può essere trasferita in una casa di cura o in un'altra struttura di assistenza a lungo termine.

Cosa succede se questo accade durante la gravidanza?

Una lesione cerebrale che si traduce in uno stato inconsapevole e non rispondente può accadere a chiunque. Quando si verifica durante la gravidanza, richiede un'attenta valutazione della madre e del bambino.

In un caso documentato, una donna incinta è entrata in questo stato alla gestazione di 14 settimane. Le hanno dato cure di supporto e ha avuto un parto cesareo a 34 settimane. Il bambino era sano. La madre rimase in uno stato inconsapevole e non risponde per un altro mese prima di morire.

In un altro caso, una donna era incinta di circa 4 settimane quando è entrata in uno stato inconsapevole e non rispondente. Con cura, fu in grado di trasportare il feto per altre 29 settimane.

In seguito a parto prematuro, ha dato alla luce un bambino sano. La madre rimase nello stesso stato neurologico.

Decisioni per i familiari

Una persona in questo stato neurologico può sopravvivere per decenni, ma la maggior parte delle persone sopravviverà solo per alcuni anni. Come membro della famiglia, potresti dover prendere molte decisioni importanti sulla loro cura, come:

  • trovare la casa di cura o la struttura adeguate
  • occuparsi degli aspetti finanziari dell'assistenza a lungo termine
  • prendere decisioni di supporto vitale che coinvolgono ventilatori, tubi di alimentazione e altre misure utilizzate per mantenere in vita una persona
  • scegliere se firmare un non rianimare (DNR) in modo che non vengano prese misure di salvataggio se la persona smette di respirare

Queste sono decisioni complesse che dovrebbero comportare una discussione approfondita con i medici coinvolti.

Se la persona non ha una volontà vivente o una procura medica, può essere utile consultare un avvocato in merito ai propri diritti e responsabilità.

Qual è la prospettiva per le persone in questo stato?

Le persone in uno stato inconsapevole e che non risponde possono passare a uno stato minimamente consapevole.

Alcuni riprenderanno gradualmente conoscenza. Alcuni continueranno a perdere tutte le funzioni cerebrali. Non c'è modo di prevedere con precisione chi si riprenderà. Il recupero dipende da:

  • il tipo e la gravità della lesione
  • l'età della persona
  • per quanto tempo la persona era nello stato

Quando uno stato neurologico inconsapevole e non risponde dura più di 4 settimane, viene chiamato stato vegetativo persistente (PVS).

Tra le persone con TBI che rimangono in uno stato neurologico inconsapevole e non rispondente per un mese, circa il 50% riprende conoscenza. Alcuni possono essere lasciati con disabilità croniche. Il recupero può essere più difficile per le persone che hanno avuto malattie o lesioni cerebrali non traumatiche.

È considerato PVS se fosse:

  • causato da lesioni cerebrali non traumatiche ed è durato più di 6 mesi
  • a causa di TBI ed è durato più di 12 mesi

Il recupero può ancora avvenire, ma è altamente improbabile. Coloro che recuperano conoscenza dopo un lungo periodo possono essere lasciati con gravi disabilità a causa di danni al cervello.

Cosa aspettarsi dopo

I primi segni di guarigione potrebbero seguire una semplice direzione, come "Stringimi la mano". La persona potrebbe provare a comunicare annuendo, cercando qualcosa o gesticolando.

All'inizio potrebbero essere in uno stato di minima coscienza, quindi i progressi possono bloccarsi e migliorare gradualmente.

Il recupero varia da persona a persona. Dopo un'attenta valutazione, il medico può fornire ulteriori informazioni sulle loro prospettive generali e su cosa puoi fare per aiutare.

La linea di fondo

Uno stato neurologico inconsapevole e non risponde non è la stessa cosa di essere morto di cervello.

Il tronco encefalico funziona ancora e ti muovi attraverso un ciclo sonno-veglia. Ma non sei a conoscenza di e non puoi interagire con l'ambiente circostante. Questo stato neurologico segue in genere un coma.

Il trattamento prevede principalmente cure di supporto. Il recupero dipende in gran parte dall'entità della lesione al cervello. Ogni caso è unico.

Il medico curante può aiutarti a capire di più e cosa puoi aspettarti.