Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa sapere sulla chemioterapia e sulla cirrosi epatica

Cosa sapere sulla chemioterapia e sulla cirrosi epatica

0
57

La chemioterapia può contribuire al danno epatico. Se soffri di cirrosi o altri problemi al fegato, il medico potrebbe prendere in considerazione altri trattamenti contro il cancro.

Il tuo fegato filtra sostanze potenzialmente dannose dal tuo corpo. Quando prendi farmaci, ad esempio, il tuo fegato li rimuove gradualmente dal flusso sanguigno.

Alcuni tipi di farmaci, compresi i farmaci chemioterapici, possono danneggiare il fegato. Se hai già un danno al fegato, il tuo fegato potrebbe non essere abbastanza forte per elaborare i farmaci chemioterapici.

Continua a leggere per saperne di più su come la chemioterapia influisce sul fegato e su come la cirrosi influisce sulle opzioni e sulle prospettive del trattamento del cancro.

In che modo la chemioterapia influisce sul fegato?

Il tuo fegato svolge un ruolo importante nell’elaborazione dei farmaci e nella loro rimozione dal corpo. Ma la chemioterapia può essere particolarmente dura per il fegato.

La chemioterapia è progettata per uccidere le cellule a crescita rapida. Ma uccide sia le cellule cancerose che quelle non cancerose, provocando potenti effetti collaterali.

Nel fegato può distruggere cellule e strutture, rendendo più difficile il suo lavoro. Le complicazioni legate al fegato della chemioterapia includono:

  • fegato ingrossato (epatomegalia)
  • fegato grasso (steatosi epatica)
  • pelle giallastra (ittero)
  • fibrosi epatica
  • cirrosi
  • sindrome da ostruzione sinusoidale (SOS)

La chemioterapia può anche indebolire il sistema immunitario, aumentando il rischio di epatite B ed epatite C.

Puoi fare la chemioterapia se hai cirrosi o danni al fegato?

Ci sono molti fattori da considerare quando si è sottoposti a chemioterapia. Un fattore è la salute del fegato.

Prima di consigliare la chemioterapia, gli oncologi (oncologi) in genere eseguono test per valutare il funzionamento del fegato. Se hai danni al fegato, potrebbero modificare il trattamento standard per alleggerire il fegato o consigliare un altro trattamento.

Potresti ancora essere in grado di sottoporti alla chemioterapia. Il tuo oncologo ti aiuterà a comprendere i rischi e a monitorare la funzionalità epatica durante il trattamento.

È stato utile?

In che modo la cirrosi influenza il trattamento del cancro?

La cirrosi è una complicazione della malattia del fegato. Significa che il fegato è cicatrizzato e non può funzionare correttamente. A differenza di altri problemi al fegato, è irreversibile.

La chemioterapia è uno dei tanti trattamenti contro il cancro. Ma non è l’unico trattamento contro il cancro che è duro per il fegato. Secondo la Canadian Cancer Society, le radiazioni, l’immunoterapia e i trapianti di cellule staminali sono tutti potenzialmente dannosi per il fegato.

Il tuo oncologo prenderà in considerazione la salute del tuo fegato nel formulare raccomandazioni sul trattamento. Avere la cirrosi potrebbe limitare la scelta del trattamento.

In che modo la cirrosi influenza la mia prospettiva di cancro?

La ricerca che esplora gli esiti della chemioterapia per le persone affette sia da cancro che da cirrosi è limitata. Ci sono molti fattori da considerare, tra cui il tipo di cancro e lo stadio sia del cancro che della malattia epatica.

Un piccolo studio del 2020 hanno confrontato i risultati della chemioterapia tra 10 persone con cirrosi e linfoma (il gruppo dei casi) e 20 persone con solo linfoma (il gruppo di controllo). Sebbene la sopravvivenza dopo il trattamento fosse leggermente più lunga nel gruppo di controllo, la differenza non era statisticamente significativa.

Gli autori suggeriscono che la chemioterapia potrebbe essere un trattamento adatto per le persone affette da cirrosi. Ma sottolineano anche che sono necessari ulteriori studi clinici.

Come posso proteggere il mio fegato durante la chemioterapia?

Se hai un rischio maggiore di danno epatico o cirrosi, il tuo team sanitario terrà d’occhio la tua funzionalità epatica durante la chemioterapia. Potrebbero modificare la dose o addirittura interrompere il trattamento.

Per proteggere la salute del fegato durante la chemioterapia, cerca di rimanere idratato sorseggiando piccole quantità di acqua durante il giorno. Se possibile, optare per una dieta favorevole al fegato, compresi cibi ad alto contenuto proteico.

Se il medico ti ha prescritto dei farmaci, prendili come indicato.

Infine, chiedi al tuo medico prima di consumare alcolici o assumere ulteriori erbe, integratori o farmaci da banco.

Puoi anche prestare attenzione ai segni di un problema al fegato, tra cui:

  • dolore addominale, gonfiore o gonfiore
  • stanchezza e debolezza
  • sgabello di colore chiaro
  • gonfiore nella metà inferiore del corpo
  • pelle di colore giallo (ittero)

Domande frequenti

Puoi saperne di più sui rischi del cancro e della chemioterapia parlando con un operatore sanitario.

È possibile invertire il danno epatico causato dalla chemioterapia?

Il danno epatico causato dalla chemioterapia è spesso reversibile. Dipende però dal farmaco chemioterapico utilizzato.

Quale percentuale di persone affette da cirrosi si ammala di cancro al fegato?

Se hai la cirrosi, hai un rischio maggiore di sviluppare il cancro al fegato. Secondo a Studio del 2017 dal Regno Unito, circa il 4% delle persone affette da cirrosi svilupperà il cancro al fegato entro 10 anni.

Qual è l’aspettativa di vita delle persone affette da cancro al fegato e cirrosi?

Secondo il Società americana contro il cancro, il tasso di sopravvivenza relativa a 5 anni per il cancro al fegato negli Stati Uniti è del 21%. Avere la cirrosi può ridurre l’aspettativa di vita delle persone affette da cancro al fegato.

Poiché la chemio può danneggiare il fegato, il medico potrebbe non consigliare la chemioterapia se si dispone già di gravi danni al fegato.

Se hai il cancro, il tuo oncologo eseguirà dei test per saperne di più sulla salute del tuo fegato. Potrebbe essere possibile sottoporsi a chemioterapia o altri trattamenti contro il cancro anche se si hanno problemi al fegato.