Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Come prendersi cura delle croste di herpes zoster

Come prendersi cura delle croste di herpes zoster

0
9

Il sintomo principale dell’herpes zoster è un’eruzione cutanea dolorosa con vesciche. Alla fine, queste vesciche si trasformano in tessuto secco e duro noto come croste.

Le croste di herpes zoster, come altri tipi di croste, indicano che la tua pelle sta guarendo e aiutano a proteggere la pelle sottostante. Tuttavia, possono essere necessarie diverse settimane prima che le croste guariscano completamente. Ecco perché è importante prendersi cura di queste croste, anche dopo che le vesciche si sono schiarite.

Cos’è l’herpes zoster?

L’herpes zoster, noto anche come herpes zoster, è un’infezione causata dal varicella-zoster, lo stesso virus che causa la varicella.

La varicella-zoster può rimanere nel tuo corpo dopo la scomparsa dell’infezione da varicella. Un sistema immunitario sano può mantenere il virus inattivo. Tuttavia, se il tuo sistema immunitario si indebolisce, il virus può riattivarsi e causare fuoco di Sant’Antonio.

Nelle prime fasi, l’herpes zoster può causare un’eruzione cutanea formicolio e bruciante limitata a un lato del corpo. Altri primi sintomi possono includere:

  • febbre
  • brividi
  • fatica
  • male alla testa
  • mal di stomaco

Dopo 2 o 3 giorni, in genere compaiono i seguenti sintomi:

  • un’eruzione cutanea rosa, rossa o marrone con vesciche piene di liquido sopra
  • prurito
  • dolore
  • una sensazione di bruciore da moderata a grave

Questi sintomi di solito durano circa 5 giorni. Spesso, l’eruzione cutanea e le vesciche appaiono sotto forma di una fascia.

Se pensi di avere l’herpes zoster, contatta un operatore sanitario il prima possibile. Il trattamento precoce può aiutare a ridurre i sintomi e il rischio di complicanze, incluso il dolore a lungo termine noto come nevralgia posterpetica.

Che aspetto hanno le croste di herpes zoster?

Le croste di herpes zoster si sviluppano quando le vesciche si seccano. Le vesciche che si formano sull’eruzione cutanea di solito iniziano a formarsi delle croste entro 7-10 giorni. Queste croste sono generalmente secche e piatte e possono essere di colore rosso, marrone o giallastro.

Poiché le vesciche dell’herpes zoster colpiscono solo un lato del corpo, le croste appariranno anche su un lato. Questo è diverso dalla maggior parte delle altre condizioni della pelle, che in genere colpiscono entrambi i lati del corpo.

Altri comuni disturbi della pelle possono causare desquamazione (come nell’eczema) o macchie bianche (come nella psoriasi). Le croste di herpes zoster di solito non hanno queste caratteristiche.

Le seguenti immagini mostrano l’aspetto delle croste di herpes zoster:

Quando l’herpes zoster guarisce, l’eruzione cutanea inizierà a formarsi delle croste.
Credito fotografico: Zay Nyi Nyi/Shutterstock
Le croste dell’herpes zoster sono generalmente secche e piatte e possono essere di colore rosso, marrone o giallastro.
Credito fotografico: helovi/Getty Images

Suggerimenti per la cura di sé per le croste di herpes zoster

Se le vesciche iniziano a formarsi delle croste, significa che l’eruzione cutanea da fuoco di Sant’Antonio sta iniziando a migliorare. Tuttavia, è comunque importante prendersi cura della propria pelle. Ciò comporta la protezione delle croste per assicurarsi che non siano rotte o rimosse dalla pelle.

Prendersi cura delle croste del fuoco di Sant’Antonio è il modo migliore per promuovere la guarigione ed evitare complicazioni, come le cicatrici.

Fino a quando tutte le vesciche non si saranno scrostate, è ancora possibile che l’herpes zoster venga trasmesso ad altri. Nel frattempo, è meglio evitare il contatto con neonati, anziani e persone immunocompromesse.

Ecco cosa puoi fare per prenderti cura delle croste di fuoco di Sant’Antonio e ridurre il disagio:

Consigli per la cura di sé

  • Applicare lidocaina o capsaicina topica. Le creme per uso topico che contengono capsaicina o lidocaina possono aiutare a bloccare i messaggi di dolore dalla pelle ai nervi. Se i prodotti da banco non sono efficaci, il medico può prescrivere cerotti alla lidocaina o alla capsaicina che contengono formulazioni più forti di questi ingredienti.
  • Immergere in bagni di farina d’avena. Un bagno fresco di farina d’avena può anche aiutare ad alleviare il dolore delle croste di fuoco di Sant’Antonio. Ciò è dovuto alle proprietà antinfiammatorie della farina d’avena.
  • Indossa abiti larghi. I vestiti larghi e larghi ti sentiranno più a tuo agio rispetto a quelli che sfregano sulla pelle.
  • Prendi i farmaci come prescritto. A seconda della gravità del dolore delle croste dell’herpes zoster, il medico può prescrivere farmaci per via orale che bloccano i segnali di dolore ai nervi. È importante che tu prenda questo farmaco esattamente come descritto.

Cosa non fare

Quando le vesciche dell’herpes zoster iniziano a formarsi delle croste, assicurati di non:

  • Tocca o gratta le croste. Questo può rompere le croste e causare cicatrici. Potresti anche introdurre batteri nocivi nella tua pelle che possono causare un’infezione.
  • Usa unguenti densi. Unguenti densi manterranno le croste umide, il che può aumentare il rischio di infezione. Cerca invece di mantenere le croste asciutte.
  • Avvolgi le croste. Evita bende o medicazioni, che possono attaccarsi alle croste. È meglio tenerli scoperti e asciutti.
  • Indossa abiti attillati. Gli indumenti stretti e restrittivi si strofinano contro le croste e irritano ulteriormente la pelle.

Anche se le vesciche iniziano a formarsi delle croste, potresti comunque svilupparne di nuove per circa una settimana. Ecco perché è essenziale continuare a proteggere la pelle mentre guarisce.

Quanto tempo impiegano le croste dell’herpes zoster a guarire?

Le croste di herpes zoster impiegheranno dalle 2 alle 4 settimane per guarire. L’intervallo di tempo esatto sarà diverso per ogni persona. Dipende da diversi fattori, tra cui la gravità dell’eruzione cutanea e la rapidità con cui si ottiene il trattamento.

Tuttavia, anche dopo che le croste si sono risolte, il dolore e il disagio possono durare per diverse settimane o mesi.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa Dal 10 al 18 per cento delle persone che ottengono l’herpes zoster sperimentano dolore ai nervi a lungo termine.

Quando farsi curare

È importante contattare un medico entro 72 ore dallo sviluppo di un’eruzione cutanea da fuoco di Sant’Antonio. Prima puoi ottenere una diagnosi corretta, prima puoi iniziare il trattamento per l’herpes zoster.

Il trattamento precoce può aiutare ad accorciare la durata dell’infezione e ridurre il rischio di possibili complicanze.

Per alleviare il dolore e la sensibilità dell’herpes zoster e delle croste, il medico può prescrivere gabapentin o pregabalin per via orale.

Dovresti anche contattare un medico se si verifica uno dei seguenti:

  • vesciche o croste che non guariscono
  • segni di un’infezione della pelle, come pus o gonfiore
  • peggioramento o dolore in corso dopo la guarigione delle croste
  • stanchezza persistente o febbre dopo la guarigione dell’eruzione cutanea
  • nuove vesciche o croste
  • arrossamento che si sta diffondendo in altre posizioni

La linea di fondo

L’herpes zoster provoca un’eruzione cutanea dolorosa e sensibile con vesciche sopra. Quando queste vesciche si asciugano, formano croste. Le croste di herpes zoster sono tipicamente piatte, secche e possono essere di colore rosso scuro, marrone o giallastro.

Nella maggior parte dei casi, le croste scompaiono in 2 o 4 settimane. Tuttavia, il dolore e il disagio potrebbero persistere più a lungo.

Per prevenire complicazioni, evita di grattarti le croste o di indossare indumenti attillati. Rimedi come la lidocaina topica o la crema alla capsaicina e i bagni di farina d’avena possono aiutare ad alleviare il disagio. Se le croste peggiorano o non guariscono, contatta un medico il prima possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here